Roseto – Treviglio, obbligatorio vincere per non perdere il treno play-off

0

Momento molto difficile per Roseto, sono solo due i punti conquistati negli ultimi sei incontri ma nonostante ciò è ancora dentro la zona play-off,  è però di fondamentale importanza vincere la gara contro la Remer Treviglio per rimanerci.

Tutti disponibili per coach Trullo che ora, potendo contare su una rotazione a 10 uomini, deve cercare di utilizzare al meglio i suoi uomini e farli diventare finalmente una squadra.

Considerando il calendario, con le difficili trasferte di Matera e Ferrara, una sconfitta non condannerebbe matematicamente gli Sharks ma sarebbe comunque improbabile raggiungere la post season e inoltre una vittoria darebbe la matematica salvezza, primo obiettivo dichiarato ad inizio stagione dalla società.

Treviglio invece arriva a Roseto in ottima forma, con tre vittorie consecutive precede gli squali di ben 4 punti. All’andata i ragazzi di coach Trullo si imposero vincendo fuoricasa 65-84 dopo esser stati sotto di ben 20 punti nel primo tempo, quindi una vittoria avvicinerebbe la Modus a due punti dai Lombardi ma con lo scontro diretto a favore.

Coach Vertemati schiererà in cabina di regia Tommaso Marino, esperto play con presenze in serie A con la casacca del Teramo basket che può vantare la media di 13 punti e 4 assist ad incontro. Due comunitari completano il pacchetto esterni: il giovane ceco Tomas Kyzlink (6 PPG) e Bojan Kristovic, Serbo classe 1980 che viaggia alla media di 9.8 punti e 3.8 rimbalzi, ma gran difensore che cercherà di mettere in difficoltà Alex Legion. Sotto canestro coach Vertemati ha l’imbarazzo della scelta, Francesco Ihedioha nello spot di ala grande che può anche agire da ala piccola e Emanuele “Lele” Rossi, autentico dominatore di area in questa categoria (13.6 PPG e 10.9 RPG) che possono essere cambiati da un altro grande giocatore qual è Jacopo Borra, già visto a Roseto con la casacca di Omegna, passato ai lombardi in uno scambio con Banti, e Raphael Gaspardo (5.9 PPG e 5 RPG) a costituire un pacchetto lunghi ti grandissimo livello.

Tra i piccoli invece come sostituti ci sono: il classe 1993 Carnovali (8.9 PPG) che si è dimostrato uno dei migliori giovani del torneo e Filippo Alessandri (8.2 PPG 2.8 APG) play-guardia con ottime percentuali, completano il roster Alessandro Spatti e Diego Ficcadori.