Fileni, che disastro! La Sigma affossa Jesi 75-91

0

Nella 10° giornata del campionato di LegaDue Eurobet 2012/2013 la Fileni BPA Jesi, reduce da due importantissime vittorie consecutive in chiave playoffs, ospita la rinnovata Sigma Barcellona P.d.G. anch’essa in striscia di 2 vittorie dopo l’arrivo dei nuovi USA Dwight Hardy e Jobey Thomas.

In settimana infermeria piena in casa Aurora Basket: Pecchia infatti non è mai riuscito ad allenare la squadra a ranghi completi perchè Sanders è ancora sotto terapie per la sua malconcia caviglia che continua incessantemente a dargli noie, ed a lui si sono aggiunti Hoover (problema alla schiena) ed il capitano Maggioli (problema anche per lui alla caviglia), ma saranno regolarmente in campo tutti e tre anche se non al 100%.

Per la Sigma Barcellona di coach Perdichizzi invece nessun problema fisico di alcun tipo, tutti in salute e prontissimi per proseguire la loro corsa verso la miglior posizione possibile in vista dei playoffs che di certo disputeranno da protagonisti.

La partita inizia malissimo per i padroni di casa con gli ospiti che si affidano subito alla mira dalla lunga distanza dell’infallibile Thomas che dal 1′ al 40′ non smette di martellare la retina avversaria a suon di triple (a fine partita chiuderà con un pazzesco 7/10) e la difesa jesina sembra davvero pensare di trovarsi nel mezzo di una amichevole per l’atteggiamento svogliato e disattento che gli uomini in arancio mostrano dall’inizio della contesa.
Primo quarto da dimenticare per Jesi che in 7 minuti segna solamente 4 punti e la Sigma da qui archivia già la partita: sembrerebbe un’esagerazione ma è proprio così, i ragazzi di coach Pecchia non riescono a mettere insieme nulla di concreto pasticciando qualsiasi abbozzo di azione; i primi 10 minuti terminano sul 12-23.

Il secondo parziale di gioco segue lo stesso copione del primo con Thomas che, coadiuvato da Cittadini, segna costantemente da tutte le parti ed il pubblico jesino inizia a spazientirsi.
Pubblico che per la partita odierna, data la sua importanza, era stato chiamato a gran voce dalla società affinchè accorresse copiosamente abassando anche il costo dei biglietti, ma è servito a poco: solita affluenza, forse un centinaio di spettatori in più che si sono dovuti sorbire una prestazione orribile, quasi disonorevole da parte della loro squadra nei confronti della società per cui giocano.
In campo c’è solo Barcellona ed i fischi per Santiangeli al momento della sua sostituzione sono l’emblema di questo fallimento. 
All’intervallo partita in archivio, 27-47 a favore della Sigma.

Il secondo tempo è pura accademia con la Fileni BPA che mostra un pizzico in più di cattiveria rispetto ad inizio partita, ma comunque il tasso tecnico che manca agli orange per provare a mettere in difficoltà una corazzata come la Sigma Barcellona è davvero troppo.

Nel terzo quarto Jesi è più attiva nei primi 3 minuti, poi però 8 punti consecutivi dell’indemoniato Thomas ricacciano gli jesini sotto di 19 lunghezze e per tutto il terzo quarto si resta su questo gap, con Barcellona che risponde prontamente ad ogni timido tentativo di rimonta dei padroni di casa mettendo ufficialmente la partita in frigo.
Rimonta impossibile anche per via dell’apporto e del poco buon senso (e poca attenzione) dei tre in grigio, che hanno dato l’idea di non fischiare qualche fallo o altra sanzione in favore di Jesi per il semplice fatto che ormai non c’era più storia e fischiando un tecnico per simulazione a Giuri nell’ultimo quarto solo per dare un “contentino” agli spettatori presenti quest’oggi dopo le innumerevoli contestazioni, visto che di simulazione non c’era neanche l’ombra.

Ultimo periodo che ormai non ha più niente da dire, con Pecchia che continua a spronare i propri ragazzi per non deludere maggiormente il pubblico accorso oggi al PalaTriccoli ma Barcellona è incredibile e tremendamente attenta ad ogni cosa, impedendo agli avversari di tornare in partita con una storica rimonta.
Buoni canestri per Maggioli e Sanders, c’è gioia anche per il giovane Gaspardo che raggiunge per la prima volta la doppia cifra in un campionato professionistico firmando il canestro del 10° punto personale.
Per Barcellona, Hardy gonfia il suo tabellino dopo una prima parte di partita in ombra e senza vedere la via del canestro

La partita termina sul risultato di 75-91 dopo qualche canestro di capitan Maggioli che è stato il migliore dei suoi e, come spesso capita, l’ultimo ad arrendersi, anche se la sua prestazione odierna in difesa è nettamente da rivedere, come quella di tutti i suoi compagni.


TABELLINI

FILENI BPA JESISIGMA BARCELLONA 75-91

FILENI BPA JESI: Colonnelli n.e., Maggioli 27, Battisti n.e., Hoover, Valentini 6, Bargnesi n.e., Gaspardo 10, Zanelli, Griffin 16, Sanders 14, Santiangeli, Dolic 2. Coach: Pecchia.

SIGMA BARCELLONA: Cittadini 14, Biondo, Thomas 26, Hardy 19, Green 10, Bucci 7, Callahan 10, Mocavero 2, Eliantonio 2, Giuri 2, Coviello n.e. Coach: Perdichizzi.

PARZIALI: 12-23; 27-47; 46-65; 75-91

MVP BASKETINSIDE: JOBEY THOMAS (SIGMA BARCELLONA): 26 punti (2/5 da 2, 7/10 da 3, 1/2 ai liberi), 5 rimbalzi (0 off.), 2 falli subiti, 0 falli fatti, 26 di valutazione.