La Luiss sale in cattedra nella ripresa e supera Latina

0

Luiss Roma-Latina Basket 85-75 (13-17; 18-17; 30-21; 24-20)

Luiss Roma: Villa 8, Fallucca 17, Pasqualin 19, D’Argenzio 3, Jovovic 7, Miska 14, Tolino, Barbon, Cain 2, Cucci 13, Salvioni 2. Coach Paccariè. Vice Esposito. Assistente Righetti.,
Benacquista Assicurazioni Latina Basket: Mayfield ne, Amo 10, Parrillo ne, Romeo 13, Cicchetti 10, Spadon 6, Rapetti, Moretti, Alipiev 18, Borra 12. Coach Sacco. Vice Cavazzana. Assistente Tricarico.

La Luiss Roma si congeda dalla Serie A2 proprio come l’aveva iniziata il primo ottobre: con una vittoria, 85 a 75, contro Latina. Si chiude quindi la prima stagione nella seconda serie nazionale per i capitolini, retrocessi già da qualche gara, con all’attivo 12 vittorie. E pensare che, proprio un anno fa, la Luiss aveva appena conquistato le final four promozione di Ferrara: in poco meno di 365 giorni ne sono successe di ogni, un viaggio incredibile con un finale amaro. 

Nella gara odierna, poco più di un’amichevole per entrambe le compagini, coach Paccariè ha dato fondo a tutta la sua panchina e la partita è stata tutto sommato godibile. Un primo tempo sicuramente appannagio dei pontini, che sono scesi in campo con un miglior piglio, comandando sia il primo periodo (13-17) che all’intervallo (31-34).

Nella ripresa cambia lo spartito grazie ad una Luiss molto prolifica dall’arco, con Pasqualin e Fallucca sugli scudi, che prende il largo nella parte centrale di terzo periodo (61-55 al 30’) e poi la chiude con sei punti equamente distribuiti tra Fallucca e Jovovic (81-70 al 36’).

Sul finale standing ovation per Domenico D’Argenzio, arrivato a quota mille punti con questa canotta e applaudito da compagni e pubblico presente. 

Dicevamo qualche riga più su che il finale di stagione è stato amaro, ma la Luiss Roma in questa annata ha dimostrato di poter competere secondo il proprio credo a queste latitudini di pallacanestro. Per ogni fine c’è sempre un nuovo inizio, è il bello dello sport: chissà che storia scriverà la Luiss Roma nella prossima stagione. 

Staff tecnico al completo per questa ultima gara quello della Luiss Roma. Apre il capo allenatore Andrea Paccariè: “Questa è la mia trentanovesima conferenza di stagione, volevo ringraziare il mio staff di lavoro e far parlare loro in questa ultima occasione” ha dichiarato. Microfono in mano a Vincenzo Russo, terzo assistente e match analyst: “Stagione difficile, purtroppo non è andata come volevamo ma onestamente non abbiamo rimpianti. Questo gruppo di lavoro ha dato e fatto il massimo per salvare la categoria, non ci siamo riusciti ma siamo consapevoli di aver messo tutti noi stessi per raggiungere l’obiettivo”. È il turno del secondo assistente, Alex Righetti: “Volevo ringraziare sia il settore sportivo che universitario della Luiss perché questo progetto è unico nel suo genere e averne fatto parte è motivo d’orgoglio per me. Al di là delle analisi tecniche che questo pomeriggio lasciano il tempo che trovano volevo ringraziare chi mi ha dato la possibilità di far parte di questa avventura”. Ultimo, ma non per importanza, il vice allenatore Riccardo Esposito: “Quest’anno abbiamo calcato parquet importanti, abbiamo giocato contro squadre dalla grande tradizione cestistica, purtroppo il risultato sul campo non ci ha premiato. Io volevo ringraziare le persone con cui ho condiviso momenti belli e brutti quest’anno, dallo staff tecnico a tutto lo staff dirigenziale che lavora dietro le quinte. Sono sicuro che l’anno prossimo ci riproveremo”.

UFF.STAMPA LUISS BASKET