Latina fa bis, stesa anche Verona

0
Foto di Marika Torcivia

La Tezenis cade 71-70 al Palasport di Cisterna di Latina al termine di una gara nella quale i gialloblù non sono mai riusciti a prendere le redini in maniera decisiva. Buona partenza di Penna e compagni che trovano in Buva ed Esposito buoni riferimenti interni, nella seconda parte della contesa Latina ha maggiore lucidità e riesce a imporre il proprio ritmo con Alipiev e Mayfield sugli scudi. Finale thrilling nel quale Verona sembra completare la rimonta ma fallisce con Devoe i tiri liberi del potenziale sorpasso. Prossimo impegno domenica 14 aprile alle 18.00 contro la Ferraroni Juvi Cremona al Pala AGSM AIM.

CRONACA

Coach Ramagli sceglie il quintetto con Penna, Devoe, Udom, Esposito e Buva. Replica Coach Sacco con Romeo, Parrillo, Mayfield, Moretti ed Alipiev. Verona comincia il match cercando Buva dentro l’area, il croato sblocca la gara con un ottimo appoggio, risponde Parrillo con la tripla, specialità della casa dell’esterno in maglia numero 8. Udom si iscrive a referto con una grande bomba con fallo e la Tezenis si porta sul 3-6 dopo 2’ di gara. Buon ritmo offensivo per le due squadre, Latina supera con il canestro di Alipiev ma Penna aperto sull’arco dei 3 punti non sbaglia riportando i suoi a +1, 10-11 al 4’. Esposito alimenta il primo tentativo di fuga gialloblù, Buva lo segue appoggiando il +7 e si accomoda in panchina dando spazio a Giulio Gazzotti. Negli ultimi possessi del primo quarto Latina resta bene agganciata nel match con Borra e Mladenov, si va al primo riposo sul 22-23 Tezenis.

La Benacquista parte forte nel secondo periodo e piazza il break di 7-0 che obbliga Ramagli al primo timeout del match dopo solo 1’10” sul punteggio di 29-23. Esposito e Parrillo si scambiano i canestri che accendono la gara, Latina si conferma molto in ritmo e con Borra e Mladenov si porta al massimo vantaggio sul +9 al 14’. Buva torna nella gara ma non ha lo stesso impatto del primo quarto, la Benacquista ne approfitta e scappa in contropiede e nel punteggio, 41-29 con 4’ da giocare. Timeout Ramagli. Buva blocca l’emorragia per il -10, Alipiev ne mette altri 2 ma Verona si scuote e con Saverio Bartoli e Gazzotti costringe Coach Sacco a chiamare il primo timeout della sua partita sul 43-35 del 18’. Penna ruba per il -6, Buva segna dalla lunetta per il -4 e la Tezenis riesce a chiudere in crescendo il primo tempo. Al 20’ il tabellone dice 43-39.

Romeo apre il terzo periodo con il jumper dal mezzo angolo, gli risponde Capitan Penna dall’angolo e fa -3 Tezenis. Devoe, opaco fin qui dal punto di vista realizzativo, serve il suo quarto assist di serata a Buva per il -1 ma Romeo non ci sta e ne mette altri 2, 47-44 al 23’. Latina ha meno ritmo offensivo del primo tempo, la Tezenis però non ne approfitta e fallisce diversi possessi per l’aggancio. Nella fase centrale del quarto le squadre perdono precisione, Latina riesce a trovare soluzioni di energia e riallunga a +6 quando mancano 3’ alla fine del periodo. Esposito e Devoe dalla lunetta riavvicinano la Tezenis a -4 e fissano il punteggio di fine terzo quarto sul 56-52.

La Benacquista inizia meglio anche l’ultima frazione di gioco con il break di 4-0, timeout Ramagli dopo 1’. Buva appoggia il -6 in uscita dal minuto di sospensione, lo imita Udom che fa -4 ma l’elastico si riallarga con i liberi di Mayfield a 6’ dal termine. Diciassettesimo punto personale di Buva, 3/3 dalla lunetta di Mayfield ed altro gancio del centro croato; si entra negli ultimi 5’ di gara con il tabellone che dice 65-60. Latina continua a tenere la testa del match e con Romeo obbliga Ramagli al timeout sul 67-60 del 37’. Esposito sigla il -5 dal centro area, Mayfield realizza ancora ma Buva, con la sua prima tripla di giornata, riporta Verona a -4. Il croato è “on fire”, appoggia il -3 e nel possesso successivo i gialloblù tengono bene in difesa. 14” da giocare nel match e timeout Ramagli sul 71-68. Nel possesso decisivo della gara Devoe si prende la responsabilità della tripla del pareggio, Borra commette fallo e concede 3 liberi al numero 10. Gabe fa 2/3 dalla lunetta, rimbalzo offensivo gialloblù ed ancora fallo subito dalla guardia USA che ha i liberi della potenziale vittoria sul 71-70 con 2” da giocare. Entrambi i tiri liberi vanno lunghi e Latina può festeggiare la vittoria davanti ai propri tifosi.

BENACQUISTA ASSICURAZIONI LATINA – TEZENIS VERONA 71-70 (22-23, 43-39, 56-52)

Benacquista Assicurazioni Latina: Mayfield 11, Amo ne, Parrillo 13, Romeo 11, Zangheri, Mladenov 8, Cicchetti 4, Collazo ne, Rapetti ne, Moretti 9, Alipiev 9, Borra 6. All. Sacco
Tezenis Verona: Mbacke ne, Gazzotti 4, Gajic 2, Devoe 8, Esposito 15, Penna 8, Buva 25, Udom 6, Bartoli V., Bartoli S. 2. All. Ramagli

Alessandro Ramagli (Coach): “Latina ha meritato di vincere la partita, sarebbe stata un’ingiustizia se noi avessimo segnato i tiri liberi alla fine. Qualche volta giustizia c’è ed ha vinto la squadra che ha meritato. Faccio a loro un grande complimento ed un in bocca al lupo per il resto della stagione. Noi abbiamo giocato un primo tempo soporifero e pieno di errori, totalmente inconsistente dal punto di vista difensivo e falloso da quello offensivo, nel senso di produzione di gioco che ha prodotto più palle perse che gioco. Nella seconda metà della partita siamo stati molto imprecisi, onestamente abbiamo avuto tante occasioni per riaprire la gara ed abbiamo sbagliato tanti tiri da sotto e tanti tiri liberi. Abbiamo avuto un impatto difensivo migliore della prima parte di gara ma non è bastato. La vittoria ha arriso a chi ha meritato.”

Matteo Ardit