Terzo quarto fatale per gli Stings, Biella vince con super Raymond

0

DINAMICA MANTOVA – ANGELICO BIELLA 83-86

PARZIALI: 19-21; 47-38; 63-67

MANTOVA: Mazic, Moraschini 6, Gaddefors 21, Rullo 17, Fultz 12, Stanzani ne, Grande, Landi 9, Wojciechowski 6, Amoroso 8, Maccaferri 4. All.: Morea.

BIELLA: Chillo 12, Laquintana 7, Infante 6, Lombardi, Berti, Calabrese ne, Raymond 33, Voskuil 17, De Vico 10, Danna, Marzaioli ne. All.: Corbani.

COMMENTO

Per Mantova risulta come spesso già successo il quarto post-intervallo. Altra ottima prova da parte di Fultz, buonissime anche le prestazioni di Rullo e Gaddefors. Dall’altra parte Biella porta a casa due punti preziosi per i playoff. La squadra di Corbani trova un Raymond in gran spolvero, che sopperisce alla prova opaca di Voskuil che mette comunque a segno punti pesanti nel finale di gara.

CRONACA

Biella arriva a Mantova con la volontà di “vendicare” l’unica sconfitta incassata finora tra le mura amiche, mentre gli Stings cercano la seconda vittoria consecutiva per continuare a sognare i playoff. Partono fortissimo gli ospiti, trascinati da un ottimo Raymond sopratutto dalla lunga distanza. Gli Stings sembrano intimoriti, e si sbloccano dopo ben 5 minuti. Con l’ingresso in campo di Maccaferri la velocità di Mantova aumenta e gli Stings si ravvicinano senza però riuscire ad agganciare gli avversari. La seconda frazione però è tutta di marca Stings che, trascinati da un monumentale Fultz, recuperano ed effettua il sorpasso. Biella paga le disastrose percentuali al tiro di Voskuil, Mantova ribalta la situazione e chiude avanti di 9 lunghezze. Nuovo terzo quarto, e nuovi dolori per gli Stings: Biella trascinata da un grande Raymond recupera velocemente, poi con qualche fischio dubbio si porta avanti sfruttando l’assenza di Fultz per falli.Nell’ultima frazione Mantova prova a reagire, ma il cuore questa volta non basta agli uomini di Morea. Le triple di Rullo e Landi non bastano per il miracolo, e Biella espugna il PalaBam.