Trapani batte Roma e saluta al meglio la stagione

0

Si chiude la stagione 21/22 della Pallacanestro Trapani. In un match ormai del tutto amichevole per entrambe le squadre, i granata liquidano l’Eurobasket Roma e si congedano dal proprio pubblico con una onesta salvezza.

2B Control Trapani – Atlante Eurobasket Roma 87-70 (27-14, 17-13, 20-22, 23-21)

2B Control Trapani
: Vincenzo Guaiana 13 (1/3, 3/6), Ygor Biordi 12 (4/4, 0/0), Sekou aole Wiggs 11 (2/4, 2/6), Federico Massone 11 (3/3, 1/4), Gabriele Romeo 8 (1/5, 2/4), Salvatore Basciano 8 (1/3, 1/3), Valerio Longo 6 (2/3, 0/0), Giovanni Minore 6 (2/3, 0/0), Simone Tomasini 5 (1/4, 1/3), Marco Mollura 3 (0/0, 1/2), Kovachev Martin 2 (1/2, 0/0), Veljko Dancetovic 2 (1/3, 0/1)
Tiri liberi: 16 / 20 – Rimbalzi: 45 10 + 35 (Marco Mollura 14) – Assist: 20 (Federico Massone, Simone Tomasini 4)

Atlante Eurobasket Roma
: Scott Ulaneo 16 (8/10, 0/0), Jeffrey Carroll jr 15 (2/5, 3/10), Kyndahl Hill 14 (3/7, 0/0), Eugenio Fanti 8 (4/5, 0/2), Lorenzo Baldasso 7 (2/3, 1/8), Kenneth Viglianisi 4 (1/2, 0/4), Gabriele Signorino 4 (1/4, 0/1), Matteo Schina 2 (1/1, 0/3), Leonardo Pavone 0 (0/0, 0/1), Gianluca Santini 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 14 / 19 – Rimbalzi: 30 5 + 25 (Kyndahl Hill 8) – Assist: 10 (Eugenio Fanti 3)

Dopo aver ampiamente raggiunto la salvezza e sfiorato i playoff, la Pallacanestro Trapani saluta il suo decimo anno in A2 con una prova solida e di carattere per una partita mai in discussione. Romani quasi in vacanza e sempre ad inseguire sin dal primo quarto, quando l’ottimo avvio dei padroni di casa scava il primo solco del match. Nonostante l’assenza di Childs, Trapani parte a mille, trova in Massone, Biordi e Wiggs la giusta carica per scappare gia al primo quarto sul 27-14

Nel secondo Roma si limita al compitino, con il duo americano Carroll e Hill reggono solo fino al 15′ minuto sotto la doppia cifra di vantaggio, per poi lasciare ancora spazio al dinamismo di Trapani, che va negli spogliatoi avanti di 17 sul 44-27. Il match è segnato, Roma fa poco per riaccendere le sue speranze e insieme ai suoi giovani Trapani allunga, tocca anche il +23 a meta terzo quarto sul 62-39, lasciando le briciole agli ospiti. Dopo il 64-49 della terza sirena, il match vola via liscio, le rotazioni alle panchine si sprecano con entrambi i coach a regala minuti da serie A ai tanti giovani della panchina. Il quarto periodo di fatto è una festa per il tutto il palaconad, che ringrazia i suoi ragazzi per la bella stagione e li accompagna fino alla sirena finale del 87-70 che mette fine al match. Adesso per entrambe le società è già tempo di pensare al futuro.