Rieti torna alla vittoria, colpaccio a Bergamo

Rieti torna alla vittoria, colpaccio a Bergamo

Nella giornata nera di Brown sono Cannon e un freddo Pastore a regalare i due punti alla formazione amaranto.

di La Redazione

Bergamo – Zeus Energy Group Rieti 74-80 (25-17, 15-23, 13-16, 21-24)

Bergamo: Ruben Zugno 15 (6/9, 1/3), Jeffrey Carroll 14 (2/4, 3/5), Dwayne Lautier-ogunleye 12 (2/3, 1/5), Giovanni Allodi 11 (2/4, 2/2), Davide Bozzetto 8 (0/0, 2/5), Cosimo Costi 7 (1/3, 1/3), Omar Dieng 3 (0/0, 1/2), Matteo Parravicini 2 (0/0, 0/1), Alessandro Marra 2 (1/2, 0/2), Enrico Crimeni 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 13 / 18 – Rimbalzi: 29 7 + 22 (Giovanni Allodi 8) – Assist: 15 (Ruben Zugno 5)

Zeus Energy Group Rieti: Jalen Cannon 19 (6/14, 0/1), Giovanni Vildera 14 (7/12, 0/0), Francesco Stefanelli 12 (2/5, 2/5), Dario Zucca 10 (4/4, 0/1), Elijah Brown 6 (1/2, 1/4), Carlo Fumagalli 6 (3/7, 0/1), Marco Passera 6 (1/1, 1/1), Andrea Pastore 5 (0/0, 1/5), Niccolo Filoni 2 (1/1, 0/1), Aleksa Nikolic 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 15 / 20 – Rimbalzi: 38 15 + 23 (Jalen Cannon 12) – Assist: 13 (Giovanni Vildera 3)

La Zeus Energy Group Rieti ottiene la prima vittoria della stagione fuori casa e lo fa nella sesta giornata di campionato, contro Bergamo finora imbattuta tra le proprie mura. Il match termina 80 a 74 per i reatini che dopo un avvio non spettacolare imprimono il loro gioco con una grande difesa ed un’ottima prova di carattere. Bergamo infatti ha dimostrato di non voler mollare fino agli ultimi minuti confermandosi squadra di livello.

Bergamo è di nuovo beffata in volata, e deve cedere i due punti alla Zeus Energy Group Rieti. Per la priva volta in campionato il PalaAgnelli viene violato, e sono gli amaranto-celesti ad alzare le braccia al cielo grazie al 74-80 con il quale ottengono il loro quarto successo stagionale. Una gara dai due volti, dove Bergamo gioca bene per 17’, prima di avere un lungo black-out che cambia completamente la partita in favore degli ospiti; l’assalto dei gialloneri arriva fino al -1, prima che il solito finale da nervi saldi premi gli uomini di Rossi. Rieti trova nei suoi lunghi – Cannon, Vildera e Zucca – le armi per prendersi la partita, mentre per Bergamo non basta la miglior prestazione stagionale di Zugno, ben supportato da Allodi e Carroll. Ora per Bergamo c’è la trasferta in casa di Torino, una delle corazzate del girone, nell’anticipo della 7^ giornata di Serie A2 Old Wild West sabato 9 novembre.

Si gioca su ritmi altissimi sin dai primi possessi, dove gli attacchi brillano su difese un po’ assenti (11-10 al 3’). Zugno è protagonista con 6 punti, dall’altra parte c’è il buon inizio di Cannon e Stefanelli, Bergamo resta avanti con Carroll mettendosi a zona in difesa (18-14 al 8’) e chiude anche meglio il primo quarto con i canestri di Marra e Dieng (25-17 al 10’). Rieti si rianima ad inizio secondo quarto, grazie alla zona-press ordinata da Rossi (25-23 al 12’); Calvani ferma il gioco sistemando i suoi, che tengono la testa grazie alle triple di Allodi e Lautier-Ogunleye (33-29 al 16’), e tocca la doppia cifra di vantaggio con Costi. Rieti rialza subito la testa, confezionando uno 0-10 con il solito Cannon e Stefanelli negli ultimi 2’30”, in cui Bergamo non trova il canestro, e trovando la parità a fine primo tempo (40-40 al 20’).

Rieti non esaurisce il suo break, mette la freccia con Vildera e Cannon sfruttando il momento di prolungata rottura di Bergamo (40-48 al 24’). Calvani ripropone la zona fronte pari, Bozzetto interrompe il lungo break dei laziali con cinque punti filati, buoni per tenere Bergamo a contatto (48-52 al 27’). Rieti però si è già presa l’inerzia della gara e chiude avanti la frazione, nonostante la tripla di Costi a fil di sirena (53-56 al 30’). I laziali si affidano ai loro totem sotto canestro, Vildera e Cannon, per respingere ogni tentativo di Bergamo, e sono i protagonisti dell’ennesimo allungo ospite fino al +9. Bergamo trova difficoltà ad entrare nel pitturato, ma in suo soccorso arrivano le triple in successione di Carroll, Bozzetto ed Allodi; Zugno si inventa il canestro del -1 a 2’ dalla sirena, dall’altra parte Cannon è glaciale dalla lunetta al contrario di Lautier-Ogunleye (74-76 al 39’), e proprio l’inglese viene fermato dalla difesa reatina nel possesso che sarebbe potuto valere la parità. Sul ribaltamento di fronte Stefanelli infila il jumper del +4, Bergamo non trova la conclusione per riaprire il match e Pastore chiude la contesa con due tiri liberi. Al PalaAgnelli finisce 74-80 in favore della Zeus Energy Group Rieti.

Grande soddisfazione per coach Rossi, in campo una prova corale del suo team che ha portato al successo gli amarantocelesti: “Per noi è una vittoria importantissima, accresce la nostra autostima e la consapevolezza di saper fare buone partite anche in trasferta. Oggi in campo abbiamo visto una vera e propria battaglia e tolti i primi minuti della partita, dove la squadra ha avuto un approccio distratto, successivamente siamo riusciti a calarci nella realtà giocando nel modo giusto con energia e buttandoci su ogni palla. La chiave di volta probabilmente è stato l’inizio del terzo quarto dove abbiamo difeso forte nei primi cinque minuti impedendo che l’attacco di Bergamo potesse trovare il ferro. Partita comunque equilibrata tra due squadre di grande carattere. Concludo facendo i complimenti a tutti i ragazzi perché dopo le prime due trasferte non era facile venire e giocare con questa grinta. Sono soddisfatto anche perché siamo riuscita a mantenere quasi tutti sotto il minutaggio dei 30 minuti e questo è un segnale importante”.

Soddisfazione anche per il Presidente Giuseppe Cattani: “Sono molto contento perché meritavamo la vittoria e abbiamo dimostrato grande forza di volontà nel recuperare la partita dopo il loro allungo del secondo quarto. Soddisfatto anche per il ritorno di Stefanelli e per la presenza dei tifosi reatini che hanno dato grinta ai nostri”.

La NPC ora si prepara a due partite casalinghe con Eurobasket Roma il 10 Novembre e con la Edilnol Biella il 17 novembre.

FONTE: Gli Uffici Stampa

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy