Eurobasket vs Latina Basket: le pagelle

Eurobasket vs Latina Basket: le pagelle

Non c’è alcun ombra di dubbio che il fattore campo e la forte motivazione abbiano determinato l’esito della partita. Dovendo segnalare le due personalità della gara, non si può che mettere in evidenza Easley e Arledge: molto simili come tipologia di atleta e forse come rendimento in campo.

di Alessandra Ortenzi, @AlessAndrApple
Eurobasket vs Latina

Eurobasket Roma vs Latina Basket 80 a 71
Parziali: 24-19; 41-38; 58-54; 80-71)

EUROBASKET ROMA

BELLONI ne

2 – DELOACH – il suo è un gioco d’astuzia e di esperienza. Non serve essere aggressivi per recuperare falli che possano indurre a possessi più gestibili. Questa dote permette a Michael di essere veramente d’aiuto alla squadra.

4 – GIAMPAOLI – mette in difficoltà l’attacco nerazzurro, recuperando anche giochi fondamentali per i suoi compagni.

5 – MALAVENTURA – pur risultando di poco spessore nella prima parte di gara, recupera con una buona prestazione negli ultimi due tempi.

6 – FANTI – insidia DeShields rendendo difficoltoso il suo lavoro sia in attacco che in difesa. Non dimostra mai di avere timore dei lunghi avversari attaccando il canestro senza paura. Poliedrico e veloce: un gioco imprevedibile in ogni occasione.

SPERDUTO ne

8 – STANIC – mantiene il suo equilibrio di gioco, la sua costanza e la sua elegante correttezza, anche quando il gioco così corretto non sembra essere.

9 – RIGHETTI – discreto lavoro sotto canestro ma Alex è un atleta non proprio pulito e lineare nel gioco. Soprattutto nella seconda parte di gara, si lascia andare a comportamenti non proprio in linea con lo spirito del gioco in campo

GALLI ne

11 – IANNILLI Lo specialista. Il suo lavoro preferito è recuperare, finalizzare e far sentire la sua presenza all’avversario. Ci riesce impedendo ai pontini di avvicinarsi troppo all’area capitolina.

13 – EASLEY -sicuramente inarrestabile. riesce a mettere in difficoltà anche Poletti. Il suo gioco, troppo dinamico, rischia di creare danni in difesa ma i numeri parlano chiaro. Tony è l’uomo spettacolo, è colui dal quale ci si aspetta una soluzione di carattere.

43 – MICEVIC – pur se in sordina, da il suo contributo sostanziale nel gioco, contro la sua ex formazione

 

LATINA BASKET

 

3 – PASSERA – pur iniziando in sordina la gara, dimostra la solita attitudine a regolare il gioco soprattutto nei momenti di difficoltà. Assist importanti, determinano il recupero della gara da parte della squadra.

5 – ARLEDGE – riesce a portare avanti il suo gioco con equilibrio e costanza senza farsi influenzare dal fattore campo. Rimbalzi e geometrie del gioco sono la sua specialità e, con un atteggiamento positivo, porta a termine il suo lavoro nonostante un avversario molto pressante.

7 – MATHLOUTHI – Gramenzi concede al giovane tanta fiducia tale da tenerlo in gioco 5 minuti, durante i quali Giotto riesce ad esprimersi ed essere utile al gruppo.

8 – POLETTI Il lavoro di Poletti è uno di quei mestieri che non vengono alla luce con i numeri perchè la sua peculiarità è un fatto di presenza e di opportunità. Certo è che la statistica dei rimbalzi aiuta a comprendere qualche dinamica del centro granitico della Latina Basket

AMBROSIN ne

TRICARICO ne

15 – DESHIELDS  al solito, indispensabile nelle dinamiche del gioco, non gioca una partita brillante nella prima parte, forse perchè non gli viene concessa la sua naturale apertura verso Arledge. Riesce a trovare spazio in mezzo alla stanchezza dell’Eurobasket, ritrovando i vecchi equilibri.

16 – UGLIETTI – la fascia di capitano è ancor più adeguata oggi, in un campo complicato, sul quale Lorenzo si prende importanti momenti decisionali di gara. Carattere e determinazione dimostrano la grande crescita dell’atleta piemontese, oramai a Latina da diversi anni.

18 – ALLODI – in campo, apparentemente, sembra quello essere più in sofferenza ma riesce a dare il suo contributo alla gara, grazie alla voglia di esprimersi.

21 – PASTORE – Andrea soffre della difesa avversaria che lo costringe ad una inusuale innaturalità nella gestione della palla, non portando a casa i risultati attesi e consueti. Cerca allora di rendersi utile con un discreto lavoro in difesa.

DI IANNI ne

DI PROSPERO ne

 

(foto a cura di Fabrizio Di Falco)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy