Basket Agropoli: coach Finelli rimane al suo posto e si cercano rinforzi

Basket Agropoli: coach Finelli rimane al suo posto e si cercano rinforzi

Si è conclusa l’attesa conferenza stampa convocata dalla societa cilentana per analizzare il delicato momento della squadra.

di Nancy Del Giudice

Al termine dell’attesissima conferenza stampa convocata dalla società cilentana, a seguito dei cattivi risultati ottenuti in campionato e della protesta montata, in larga parte della tifoseria, nei riguardi di coach Finelli di cui si chiedevano le dimissioni o l’esonero, nulla di nuovo è emerso rispetto a quanto già si sapeva. Il presidente Antonello Scuderi e il Direttore sportivo Franco Di Sergio, in buona sostanza, hanno reso ufficiale che Coach Finelli gode della piena fiducia della società e rimane al suo posto fermo restando che tutte le componenti in causa, tecnico, società, giocatori, sono sempre sotto esame e che qualche errore può, comunque, essere sempre commesso, come naturale che sia. Puntualizzato anche che non si cambia la guida tecnica per questioni economiche ma per convinzione e che lo scarso rendimento in campionato sia dovuto alla scarsa qualità del roster e al rendimento non all’altezza di qualche giocatore. Il presidente Scuderi sollecitato dai giornalisti presenti ha trattato anche il tema della logistica della squadra, costretta a giocare a Torchiara e non sul proprio parquet di Agropoli, quel PalaDiConcilio che lo scorso anno seppe compattarsi in maniera meravigliosa intorno alla squadra. Secondo il massimo dirigente cilentano, sicuramente legato più di ogni altro al Palazzetto, è stata una fortuna aver trovato la disponibilità del PalaCilento, comunque a soli 6 km dalla città, altrimenti l’Agropoli avrebbe dovuto allontanarsi di qualche centinaio di km ospite dei cugini di Scafati, con tutte le nefaste conseguenze e la società, ben consapevole del valore della serie A2 per Agropoli non molla nulla, aldila del traferimento di località, delle scarse risorse economiche, del distacco che si è creato, alla luce dei risultati non brillanti, con parte della tifoseria. Scuderi, inoltre, si è dichiarato ben conscio della spaccatura esistente tra una parte del pubblico e coach Finelli ma nello stesso tempo ha esortato tutti all’unione di intenti considerato che alla luce dell’attuale classifica nulla è ancora perduto. Per quanto riguarda l’aspetto tecnico, il Direttore Sportivo Di Sergio ha precisato che i dirigenti della società sono nati prima tifosi e , poi, per amore della squadra sono diventati anche dirigenti e che , quindi, nessuno può pensare che manchi l’amore verso la società che sono pronti a difendere ad ogni costo anche se i risultati attuali sono sicuramente inferiori alle aspettative. Tutti eravamo consapevoli, sin dal primo giorno di ritiro, che il livello della squadra era tale da non consentire altre aspettative se non quelle della salvezza. Alla luce di tali considerazioni la società sta lavorando attivamente sul mercato per individuare giocatori da inserire nel roster per migliorarlo, soprattutto, sotto l’aspetto della qualità, convinti che sia l’unico modo per raggiungere la salvezza, ancora a portata di mano. Chiamato a rispondere sulla situazione degli americani, che tanto malumore hanno creato tra la tifoseria e in modo particolare su Taylor, Di Sergio pur ammettendo, in qualche modo, che la guardia a stelle e strisce qualche errore lo ha commesso ha tuttavia legato il cattivo momento della squadra più alla somma di una serie di errori individuali che, chiaramente, amplificano anche quelli dell’americano. Con queste considerazioni e queste decisioni la società si prepara alla trasferta impegnativa di Casale dove ad attenderla troverà Tortona, una delle migliori formazioni del girone ovest, in attesa di tuffarsi nella settimana del derby con la temperatura che salirà alle stelle.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy