Inside the A2 Ovest – 29ma giornata, la preview di Basketinside.com

Inside the A2 Ovest – 29ma giornata, la preview di Basketinside.com

A poche ore dall’inizio della penultima giornata di campionato la preview dei nostri inviati.

di La Redazione

LE PARTITE:

 

14/04/2017 20:30 Novipiù Casale Monferrato-TWS Legnano
15/04/2017 17:00 Unicusano V. Roma-FMC Ferentino
15/04/2017 20:30 Moncada Agrigento-Lighthouse Trapani
15/04/2017 20:30 NPC Rieti-Orsi Tortona
15/04/2017 20:30 Remer Treviglio-Benacquista Assicurazioni Latina
15/04/2017 20:30 Viola Reggio Calabria-Givova Scafati
15/04/2017 20:30 Angelico Biella-Mens Sana Basket 1871 Siena
15/04/2017 20:30 Basket Agropoli-Roma Gas & Power E. Roma

LA CLASSIFICA

Angelico Biella 44, Orsi Tortona 40, TWS Legnano 36, Moncada Agrigento 32, Unicusano Virtus Roma 32, Remer Treviglio 28, Lighthouse Trapani 28, Benacquista Assicurazioni Latina 28, Novipiù Casale Monferrato 28, NPC Rieti 26, Roma Gas & Power Eurobasket Roma 26, Mens Sana Basket 1871 Siena 26, FMC Ferentino 24, Givova Scafati 18, Viola Reggio Calabria 18, Basket Agropoli 14

QUI CASALE: Smaltita la sbornia per la vittoria ottenuta in extremis a Latina, la Junior torna sul parquet dove si giocherà, forse in maniera definitiva, il proprio futuro. Un domani che, allo stato attuale delle cose, fa rima con la parola playoff. Le bombe dell’armata ToTò, al secolo Tomassini e Tolbert, hanno consentito ai rossoblù di tornare al alzare la testa dopo le ultime due sconfitte, contro Scafati e contro Tortona e, complici gli scivoloni avversari, di scalare ancora una posizione nella classifica parziale: con ottanta minuti da giocare, la banda Ramondino staziona ora al settimo posto, ma in concomitanza con Treviglio, Trapani e la stessa Latina, acciuffata proprio sulla sirena nell’ultima gara. Lo avevamo detto nello scorso appuntamento: qualcuna sarebbe scivolata durante la ventottesima giornata. A poggiare il piede sulla buccia di banana sono state la stessa Treviglio, Siena, Eurobasket, e Rieti, con i primi fermati da Legnano, guarda caso i prossimi avversari della Novipiù. Sul parquet, prima di iniziare la contesa, un ringraziamento agli outsider di questo campionato darà d’obbligo, per aver concesso agli juniorini di incrementare il loro sogno ma, una volta che i Signori Giovanetti, Scrima e Catani fischieranno l’avvio, tutto si farà maledettamente serio. Vincere, insomma, sarà una sorta di imperativo per la Junior che, a fine gara, potrà capire, forse in maniera più delineata quale sarà il proprio futuro, giovando anche di qualche scontro che potrebbe regalare altri ipotetici punti virtuali ai piemontesi: su tutti, lo scontro a pari lunghezze tra Treviglio e Latina. Ma, dopo tante belle parole colme di speranza verso il futuro rossoblù, è tempo di scontrarsi con la dura realtà: Di Bella e Tomassini, assoluti protagonisti nello scorso turno, hanno visto la propria caviglia “girarsi” in allenamento. Notizia che, abbinata all’infortunio di Nikolic fa temere per le rotazioni. Ma se è vero come è vero che Giovannino da Cattolica ha calcato il “PalaBianchini” attanagliato dalla febbre, risultando il miglior marcatore a quota 21, allora la speranza è l’ultima a morire.

QUI LEGNANO: I Legnano Knights che affrontano la trasferta di Casale Monferrato stanno vivendo un grande momento. La vittoria contro Treviglio nell’ultimo turno di campionato ha regalato la certezza del fattore campo al primo turno playoff, essendo diventato matematico almeno il quarto posto in classifica anche in caso di sconfitta negli ultimi due match. Ma anche il terzo posto sembra ormai raggiunto, considerando i quattro punti di vantaggio su Agrigento. Legnano è reduce da tre vittorie consecutive,ha ormai imparato a convivere con l’assenza di Frassineti, e da qualche settimana sopperisce anche a quella di Navarini. I Knights hanno recuperato la straordinaria condizione mentale del girone d’andata,e contro Treviglio hanno ulteriormente dimostrato una grande capacità di giocare da squadra, e hanno mostrato una bella difesa. Coach Ferrari continua a proporre,con successo,il doppio playmaker nello starting five, con il giovanissimo Roveda che trova spazio e minuti importanti. Contro Treviglio al solito Raivio autore della sua classica prestazione all around, si sono aggiunti una prestazione da leader assoluto di Palermo (non certo nuovo a questi exploit) e il preziosissimo contributo di Sacchettini, che dalla panchina ha segnato 10 punti con 4/4 al tiro da due, confermando il suo ottimo stato di forma. Per avere la certezza del terzo posto,Legnano dovrà battere Casale Monferrato in una delle trasferte più semplici del campionato a livello logistico. Casale,sesta in classifica, è in piena lotta per un posto ai playoff. ma ha bisogno di vincere,perchè si ritrova alla pari con altre tre squadre (Treviglio, Trapani e Latina, rispettivamente settima,ottava e nona in classifica) e tallonata da Rieti, Eurobasket Roma e Siena che inseguono a soli due punti. Nell’ultimo turno il team piemontese ha vinto lo scontro diretto contro Latina,interrompendo una serie di due sconfitte consecutive. I Knights per vincere dovranno puntare come sempre sul gioco di squadra e lo spirito di sacrificio di tutti. All’andata Legnano si è imposta 72-63.

———————————————————————————-

QUI VIRTUS ROMA: La Virtus Roma affronta l’ultima gara casalinga di stagione regolare, e lo fa a testa alta e forte di una qualificazione ai playoff ottenuta domenica sul parquet di Scafati, nonostante la sconfitta. La gara, anticipata alle ore 17.00, la vedrà affrontare la MC Ferentino, che domenica scorsa ha ottenuto la matematica salvezza in campo con il successo su Agropoli: entrambe le formazioni affronteranno la sfida con meno pressione, e sicuramente sarà un buon allenamento per i ragazzi di coach Corbani, gruppo che ha dimostrato tanto in questi mesi, ma che ancora deve limare degli aspetti per poter essere competitivo nei playoff al cento per cento, come ha commentato coach Fabio Corbani post-Scafati: “Come ho detto alla squadra, i playoff dovremo affrontarli con più maturità. Oggi non siamo una squadra da playoff, sicuramente lo diventeremo, ma in queste ultime gare di campionato dobbiamo migliorare nel controllo delle emozioni, del ritmo, capire dove sono le difficoltà degli avversari e non mostrare le nostre.” Quello che è certo è che Brown, Chessa, Sandri e compagni sono riusciti ad ottenere un traguardo importante e che non era negli obiettivi principali di inizio stagione, e hanno ridotto un po’ i margini di quella frattura che si era creata tra pubblico e società dopo gli eventi che hanno portato Roma a scendere in A2.

QUI FERENTINO: Archiviato il discorso salvezza, la FMC Ferentino, nel sabato antecedente la Pasqua, sarà ospite della Virtus Roma di coach Fabio Corbani, che con la sconfitta di domenica scorsa a Scafati è riuscita comunque ad ipotecare un posto nelle prime otto che garantisce la partecipazione ai playoff per la promozione in serie a. Ferentino ha veramente poco da chiedere alla propria stagione. Un buon inizio, poi il crollo verticale fino alle zone calde con il rischio, seppur minimo, di retrocedere, ma l’ incubo è finito domenica scorsa con la netta vittoria ai danni di una ormai semi-spacciata Agropoli, che ha già un piede in serie b. Coach Paolini ha dato sicuramente un’identità difensiva alla sua squadra ma in attacco Ferentino fa veramente fatica se si trova contro a difese ben preparate sul perimetro, poi soffre dannatamente i ritmi alti e la Virtus, insieme a Tortona, è la squadra che gioca il ritmo più sostenuto di tutta la serie a2. La gara d’andata è finita 91-100 per la Virtus, e proprio i 100 punti subiti all’andata sono il massimo stagionale concesso dagli amaranto. La missione sarà quella di tenere la Virtus intorno ai 70/75 punti e di non alzare il ritmo, ma se la Virtus riuscirà ad imporre il proprio gioco sarà molto dura per la FMC vincere la gara.

———————————————————————————-

QUI TREVIGLIO: Si prospetta un match da dentro-fuori al PalaFacchetti dove nel turno del sabato di Pasqua si sfideranno due formazioni alla ricerca di un risultato finalmente positivo: da una parte la Remer Treviglio, dall’altra la Benacquista Latina, entrambe appaiate a quota 28 punti ed entrambe in crisi di risultati in quanto reduci da quattro sconfitte consecutive che ne hanno rallentato non poco la corsa ai play-off. All’andata fu vittoria laziale (74-66) il punteggio finale con un Poletti da 14 punti e 12 rimbalzi. È proprio il centro neroblu uno delle principali armi di Latina che ha nel reparto lunghi alcuni tra i suoi principali pericoli, fattore che prelude a uno scontro incandescente con i colleghi di reparto della Remer che sperano di ritrovare il miglior Sorokas (un po’ sottotono domenica scorsa). La sconfitta di Legnano (72-67 il punteggio a favore dei Knights) ha complicato la volata ai play-off dei trevigliesi che, nonostante siano ancora in piena corsa per un posto nella post season, si trovano ora invischiati nel gruppone a quota 28 punti con Casale Monferrato, Trapani e la stessa Latina, e con sole 2 lunghezze di vantaggio su Rieti, Siena e Roma.  Tutto è ancora possibile sulla carta. Fondamentale però sarà per Treviglio riuscire a sfruttare al 100% il turno interno: una vittoria su Latina darebbe una rinfrescata importante alle ambizioni dei biancoblu, distanziando una diretta concorrente e risollevando il morale di una squadra che sta comunque vivendo una stagione positiva ma che negli ultimi turni sembra aver perso quella carica agonistica che spesso le aveva permesso di portare a casa un risultato positivo anche quando i tiri non entravano.

QUI LATINA: La prossima gara, la penultima della stagione regolare, rappresenta una prova sia per la Latina Basket che per la Blu Basket Treviglio. Identico il percorso che conduce le due formazioni allo scontro previsto per il sabato di Pasqua alle 20 e 30 al Palafacchetti e l’unica variabile che potrebbe essere in favore dei padroni di casa, sono il fattore campo e la trasferta che influirebbe sulla prestazione fisica dei pontini. Ma questa partita, più che con il fisico, va affrontata con la testa. Latina è in una situazione di prostrazione profonda. Perdere una gara come quella di domenica scorsa contro Casale, ha gettato nel limbo Uglietti e compagni che non riescono a guardare indietro e prendere forza dalle belle prestazioni della stagione. Un empasse che rischia di compromettere tutto il buon lavoro fatto fino a 4 giornate fa, con l’ultima vittoria in casa del Trapani che ha maledetto il cammino dei nerazzurri fino ad oggi. E’ trascorso esattamente un mese e nel frattempo anche alcuni assetti sono cambiati: l’indisponibilità di Passera per un infortunio, il rientro part-time di Rullo, lo smarrimento del gruppo. Gramenzi dovrà chiamare a raccolta ogni sapiente consiglio, accompagnare i ragazzi a credere nuovamente che si possa uscire da questa fase a testa alta, affinché la città dimentichi questa brutta parentesi e torni ad esultare.

———————————————————————————-

QUI BIELLA: Ultima in casa per Biella che vuole finire la striscia di partite casalinghe con una vittoria che le darebbe un record difficilmente battibile. 15 successi vorrebbe dire aver battuto tutte le contendenti del girone per un primato indiscusso e indiscutibile. All’andata Biella perse solo nelle ultime battute e crediamo che Carrea voglia un successo per poter dimostrare di essere veramente l’allenatore in grado di aver dominato il proprio girone. Questa Biella può contare sull’apporto di un pubblico incredibile in grado di fare la differenze e potrebbe essere l’arma in più dei play off. La fame dei giovani cestisti biellesi potrebbe essere l’arma in grado di fare la differenza per una stagione al top. Siena ha vinto l’ultima volta fuori casa in Piemonte a Casale, dopo ha raccolto fuori dal Palaextra cinque sconfitte, una sconfitta al Forum vorrebbe dire certezza matematica di non disputare i play off e quindi sarà una lotta su ogni singolo pallone.

QUI SIENA: Ultima trasferta stagionale per la Mens Sana Basket 1871. I Biancoverdi di Coach Giulio Griccioli andranno a giocare contro l’Angelico Biella di Coach Michele Carrea il sabato di Pasqua alle 20:30. Saccaggi ha spinto i suoi a credere ancora al possibile piazzamento al play-off, anche se è la luce sembra piano piano spengersi. Resta comunque da sottolineare che l’obiettivo prestabilito è stato centrato: quello della salvezza, arrivato anche con un finale di stagione al cardiopalma. Resta comunque l’amore in bocca di non aver vinto determinate partite, che potevano portare la squadra della città del Palio ai play-off già da qualche partita, ma comunque un plauso allo staff sempre presente nei momenti difficili. Siena, 12^ posizione a 26 punti, che andrà a provare a fare il colpaccio contro la capolista del girone ovest, a quota 44 punti, in una partita di certo complicata ma non impossibile, come si è visto all’andata dove a gioire sono stati i toscani. È anche vero che era un’altra squadra quella vista al PalaEstra, che aveva perso 74-68, ma Siena aveva messo in campo un bel gioco. Con la situazione degli scudetti revocati ancora in ballo, anche se è proprio oggi è arrivato il rinvio della sentenza a data da destinarsi, la truppa mezzanino con molta probabilità dovrà arrivare all’appuntamento senza il suo centro titolare Mike Myers, coinvolto in una ‘vicenda virtuale’. Il numero 24 avevo scritto su Facebook una frase abbastanza polemica, secondo alcuni tifosi, riguardante la società e la sua instabilità economica, quindi al 99% sarà escluso dalla trasferta del Biella Forum, o anche chiamato Palacoop. Una Mens Sana che arriva comunque con il dente avvelenato, visto l’occasione sprecata di settimana scorsa contro la Orsi Tortona in Lombardia, dove ha sciupato la sua opera negli ultimi quattro minuti di partita, perdendo per 76-66, comunque sia giocando una buona pallacanestro. I Rossoblu arrivano invece forti della vittoria a domicilio a Rieti per 75-68, con Ferguson, Hall e Tessitori sugli scudi, anche se la squadra piemontese a un grande roster, Che si merita ampiamente la prima piazza del girone, ma anche qualcosina in più.

———————————————————————————-

QUI RIETI: Nella ventinovesima giornata del girone ovest, si affrontano NPC Rieti e Derthona basket nella splendida cornice del PalaSojourner. Le due squadre arrivano al match con obiettivi diversi:gli amarantocelesti hanno bisogno di punti per centrare la zona playoff;  invece i piemontesi sono già  posizionati al secondo posto della classifica. I precedenti scontri sono  favorevoli  agli ospiti(2-1). Il ritorno degli orsi al PalaSojourner suscita nella tifoseria reatina dolci ricordi:nella passata stagione, dopo la vittoria proprio contro Dertohna nella penultima giornata, Rieti ha centrato l’obiettivo della salvezza diretta. La Npc arriva al match da due sconfitte consecutive (contro Virtus Roma e Biella) e non nelle migliori condizioni dal punto di vista fisico infatti Juan Marcos Casini,freccia fondamentale dell’arco di coach Nunzi,è ancora in dubbio per il match del prossimo turno mentre Pipitone è ancora afflitto dai problemi alla spalla. Fondamentale sarà per Rieti centrare i 2 punti e guardare con molto interesse ciò che accade sugli altri campi, soprattutto a Treveglio ed Agrigento. Ci sarà sicuramente un palazzetto caldissimo a spingere la NPC verso un sogno non ancora precluso.

QUI TORTONA: Nella ventinovesima giornata del campionato di serie A2 – Girone Ovest la Orsi Tortona affronta la sua ultima trasferta di regular season, andando a far visita alla NPC Rieti. I ragazzi di coach Cavina con la sfolgorante vittoria ottenuta nell’ultima gara casalinga, contro la Mens Sana Siena, hanno matematicamente opzionato il secondo posto nel girone e guardano avanti in attesa che si definisca la griglia play off anche nel girone Est. Malgrado il primo risultato stagionale sia stato ottenuto con due giornate di anticipo rispetto al temine del campionato, Cavina ha spronato i suoi affinché la tensione e la concentrazione rimanga sempre alta nel gruppo, in preparazione alle gare di post season. Diversa, ovviamente, è la situazione di Rieti che, malgrado la sconfitta casalinga contro Biella nell’ultimo turno, non abbandona ancora la speranza di poter agguantare in extremis i play off, distanti solo due punti dai Reatini. Purtroppo nell’ultimo match casalingo i padroni di casa hanno perso, per infortunio, la guardia Marcos Casini che, fino all’ultimo, non si saprà se potrà essere utilizzato da coach Nunzi.  Di sicuro la mission dei padroni di casa non è delle più semplici, dal momento che oltre all’infortunio di Casini, incontrano i Leoni Bianconeri freschi della più lunga striscia positiva in trasferta di tutto il campionato e, sicuramente, non faranno sconti ai padroni di casa, per mantenere il loro primato lontani dal Piemonte.

———————————————————————————-

QUI AGROPOLI: Finale di campionato degno del miglior giallo di  Sir Alfred Joseph Hitchcock con finale a sorpresa e di difficile soluzione. Sprofondata nell’inferno della serie B, dopo la pesante batosta di Ferentino, l’Agropoli Basket torna a lottare per guadagnarsi un posto nei play out grazie alla sentenza emessa a Roseto Degli Abruzzi, nella giornata del 12 aprile, dal  Consiglio federale della FIP, su proposta della Com.Te.C., con la quale è stato attribuito un punto di penalizzazione alla Viola Reggio Calabria a causa del ritardo su un adempimento amministrativo periodico. La decisione come primo effetto ha prodotto quello di ridare ai delfini la possibilità di continuare la lotta per evitare la retrocessione diretta. Con 3 soli punti di vantaggio sull’Agropoli, la Viola nel caso dovesse perdere entrambe le ultime due gare, contro Scafati a Reggio e a Legnano, rischia ancora di retrocedere se, contemporaneamente, l’Agropoli dovesse fare bottino pieno contro Eurobasket Roma e sul difficilissimo parquet del Trapani. In parole povere se Agropoli e Reggio perdono sempre i delfini vanno in B; se Agropoli vince le 2 gare ma Reggio, a sua volta, ne vince anche solo una delfini sempre in B: insomma deve verificarsi che Agropoli sia sempre vincente e Viola sempre perdente. Questo gioco al massacro (mors tua vita mea), vera e propria roulette russa, vivrà il primo drammatico scontro a distanza sabato p.v. quando Agropoli scendera in campo contro l’Eurobasket Roma e la Viola Reggio Calabria riceverà la visita dell’altra salernitana Scafati, alla caccia di 2 punti necessari per conquistare il miglior piazzamento in griglia play out. In questa delicatissima sfida l’Agropoli si presenta alla partita della vita in situazioni psico-fisiche davvero precarie, con il roster ridotto al lumicino persistendo l’assenza di Santolamazza sulla strada di un difficile recupero e con il morale a pezzi dopo i 30 punti di scarto subiti  al PalaPonte Grande. Anche i più ottimisti poco credono in questo ennesimo miracolo. Tornando al punto di penalizzazione, anche se mentre scriviamo manca un comunicato ufficiale della società, fonti ben informate raccontano di un “ricorso” già presentato da Agropoli avverso la “mite” sanzione inflitta ai calabresi (1 punto al posto di 3) e anche da Scafati: un finale che si tinge sempre di più di giallo

QUI EUROBASKET ROMA: Penultimo impegno di regular season per la Roma Gas&Power che, a salvezza ormai raggiunta, vuole provare a giocarsi le residue chance di agganciare l’ultimo vagone per i playoff. Le rinnovate speranze di Agropoli, che tramite la penalizzazione di 1 punto comminata alla Viola Reggio Calabria può ancora combattere per accedere ai playout, aggiunge parecchio pepe alla sfida. Nella partita di andata l’Eurobasket si impose tra le mura amiche del PalaTiziano per 82-65, con 19 punti di Nicolas Stanic. Il grande ex della partita è Gabriele Romeo, uscito con una caviglia malconcia dalla sconfitta di Agropoli a Ferentino.

———————————————————————————-

QUI REGGIO CALABRIA: Il momento è cruciale. La Viola scende in campo sabato alle ore 20.30 per giocare una delle gare più importanti della stagione. Nella gara di andata non ci fu storia a favore della Givova Scafati: adesso, al PalaCalafiore, i nero-arancio devono gettare il cuore oltre l’ostacolo e provare a sovvertire i pronostici della vigilia contro un roster davvero fortissimo. Tutti disponibili per Coach Bolignano a cospetto del team campano che può vantare sull’estro di tre ex: Marco Ammannato, in nero-arancio per tre stagioni, una delle quali da Capitano, Toni Dobbins, uomo salvezza della passata stagione e Ion Lupusor talento cresciuto in nero-arancio alla prima esperienza con una canotta differente(è in prestito in seguito alla trattativa che ha portato Baldassarre alla Viola). Per vincere servirà il grande pubblico. La società ha indetto la “giornata nero-arancio” a prezzi ridotti. Fabi e soci proveranno a riscattarsi dopo la sconfitta di Trapani provando a dar seguito al doppio successo vitale contro Treviglio e Latina. Dopo il punto di penalizzazione inflitto ai reggini per il ritardo nella presentazione delle liberatorie la corsa salvezza è apertissima: tutto può succedere ed i reggini non possono stare a guardare.

QUI SCAFATI: Scafati è di scena a Reggio Calabria nella penultima giornata del girone ovest di serie A2 nel Big Match della parte bassa della classifica visto che in palio c’è il terzultimo posto. Sfida di valore assoluto dunque visto che chi finirà terzultimo avrà il fattore campo nelle prime due gare di play out e nell’eventuale gara 5. La Givova Scafati arriva carica a mille dopo i 109 punti segnati in casa con Roma e con un Jackson da 40 di valutazione e autore di ben 34 punti. Ottimo anche il rientro a sorpresa di Naimy (11+9) che è sembrato ispirato in cabina di regia; prova monstre anche di Tommaso Fantoni che con 29 punti e 8 rimbalzi ha dominato la sfida nel pitturato ed ha trascinato i suoi alla vittoria. Per quel che riguarda Reggio di sicuro Voskuil e Powell rappresentano i maggiori pericoli per la difesa gialloblè , ma non bisognerà dimenticarsi del valore degli altri elementi e della spinta del pubblico.

———————————————————————————-

QUI AGRIGENTO: PlayOff raggiunti e raggiunto quindi l’obiettivo minimo stagionale,una stagione caratterizzata dagli alti  bassi fra casa e trasferta non ha ostacolato la Fortitudo nella corsa alla post-season, complice l’ottimo momento che ha visto i ragazzi di Ciani, sconfiggere Eurobasket Roma, squadra tutt’altro che semplice da battere tra le mura amiche. Trovare gli stimoli nella partita di Sabato sera non sarà per nulla difficile. 2 motivi principali: l’avversario, Trapani e un piazzamento nella griglia che può ancora migliorare. Inoltre, Agrigento nel derby meridionale ha sempre vinto fuori casa, paradossalmente però, al Palamoncada è stata sempre sconfitta dai granata che arriveranno ancora più agguerriti perché in piena lotta per un posto playoff. Dunque, nonostante una protagonista su due del derby abbia già raggiunto il suo obiettivo, ci sentiamo di dire che la partita sarà comunque da non perdere.

QUI TRAPANI: Tutto pronto per la Lighthouse Trapani che sabato ad Agrigento si giocherà una partita fondamentale per l’accesso ai playoff. Gli uomini di coach Ducarello per avere la certezza del prolungamento della stagione, devono conquistare gli ultimi 4 punti a disposizione. La prima tappa sarà la più difficile, il derby di Agrigento costituisce un ostacolo da far tremare i polsi, ma Renzi e compagni hanno poche alternative alla vittoria. Trapani arriverà come al solito incerottata, oltre la scontata assenza di Tommasini, ci saranno i dubbi da sciogliere all’ultimo minuto, Mays e Ganeto. L’americano dopo aver saltato le ultime due uscite, potrebbe rientrare proprio sabato, mentre per Ganeto, uscito malconcio dal match vittorioso contro Reggio Calabria, c’è ancora tanta incertezza. Comunque la Lighthouse deve assolutamente farsi trovare pronta, Renzi e compagni saranno seguiti da un nutrito gruppo di tifosi, che nonostante la vigilia di Pasqua, non lasceranno soli i propri beniamini. Non ci resta che aspettare sabato, per un derby che promette scintille.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy