Rieti ha chiesto di giocare in casa a porte chiuse

Rieti ha chiesto di giocare in casa a porte chiuse

La NPC Rieti ha richiesto alla FIP la possibilità di commutare la squalifica in questo modo per dare un segnale forte.

di La Redazione

La NPC Rieti Pallacanestro comunica di aver inviato formale richiesta in deroga, alla Federazione Italiana Pallacanestro ed agli organi competenti, di poter giocare la partita di domenica p.v. nella struttura del PalaSojourner a porte chiuse in alternativa alla commutazione in sanzione pecuniaria o alla disputa dell’incontro in campo neutro come previsto da regolamento.

La Società ha infatti intenzione di dare un segnale forte dopo aver ricevuto la squalifica del campo per gli avvenimenti occorsi nel recupero della prima giornata di campionato, in segno di condanna a questo tipo di comportamenti.

Una volta ricevuto il riscontro da parte degli organi competenti, la Società deciderà come agire.

 

Ufficio Stampa e Relazioni Esterne
NPC RIETI PALLACANESTRO
 
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy