Scafati, la società si scusa con i tifosi per la brutta prestazione

Scafati, la società si scusa con i tifosi per la brutta prestazione

Già coach Perdichizzi ieri aveva chiesto scusa. Dietro a questo atteggiamento dei giocatori la possibile richiesta di buyout di JJ Frazier?

di La Redazione

La società Givova Scafati si unisce alle scuse di coach Giovanni Perdichizzi chieste ai
tifosi nel corso della conferenza stampa del PalaRuffini nel post gara contro la Reale Mutua
Torino, in virtù della prova incolore offerta dal team gialloblù nell’undicesima giornata del
campionato di serie A2. La medesima società è convinta che le scuse pronunciate dal tecnico,
anche in nome e per conto dei giocatori, vengano subito tramutate in energia positiva e che gli
stessi mettano in campo la giusta determinazione già a partire dalla gara di domenica prossima
8 dicembre al PalaMangano, alle ore 17:00, contro l’Edinol Biella, capolista del girone ovest.
La società infatti si auspica che, in occasione della sfida del PalaRuffini, a minare la
concentrazione dell’intera squadra ed in particolare del tesserato J. J. Frazier non sia stata la
richiesta, datata 26 novembre, avanzata dagli agenti di quest’ultimo, i quali chiedevano di poter
essere autorizzati, dietro versamento di un buyout in favore dello scrivente sodalizio, di poter
concludere anzitempo il contratto dell’atleta, per consentirgli di proseguire la stagione
agonistica in corso presso un’altra società militante in un campionato straniero. A tale richiesta,
la società ha immediatamente replicato, specificando di non essere interessata ad alcuna
trattativa che preveda l’uscita del giocatore statunitense. Tutto ciò, consapevole però delle
dinamiche che in genere si sviluppano successivamente a simili accadimenti, potrebbe aver
demotivato il playmaker di colore e, tenuto conto del suo ruolo di regista e miglior realizzatore
della squadra, potrebbe aver inciso anche sulla prestazione dei suoi compagni.
Di talché, la società si augura che l’atleta J. J. Frazier, unitamente a tutti i suoi compagni,
mossi dalla professionalità e dalle capacità tecniche che posseggono, ritrovino le giuste
motivazioni con la puntualità ed il valore con cui ai medesimi viene riconosciuto lo stipendio
mensile.
Infine, sin d’ora la società farà tutto quanto è nelle proprie possibilità per mettere tutti i
propri tesserati nella migliore condizione possibile affinché ciascuno di essi possa ritrovare gli
stimoli e lo spirito di coesione indispensabili per offrire altre belle e convincenti prestazioni
come quella del PalaFerraris contro la Novipiù Casale Monferrato.
Col suddetto spirito di stimolazione e cooperazione, il club ha invitato giocatori ed allenatori ad un ritiro, che al momento non ha ricevuto però il definitivo consenso dei tesserati
e che, quantunque non necessario, sarebbe in ogni caso gradito, quale segnale di condivisione
ed unità di intenti.

 

 

UFFICIO STAMPA Basket Scafati 1969

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy