Treviglio tra cambiamenti e un futuro da scrivere

Treviglio tra cambiamenti e un futuro da scrivere

Chiusa l’era Remer, si va alla ricerca di nuovi sponsor per un futuro competitivo

di Adriano Zucchetti

Lunedì sera, presso l’EGO Club di Misano Gera d’Adda, sì è svolta una conferenza stampa che ha rappresentato una tappa importante in vista della prossima stagione di A2 che la BluBasket Treviglio si appresta ad affrontare. Il presidente Gianfranco Testa ha annunciato la fine del sodalizio che ha legato la società trevigliese con il Gruppo Remer Rubinetterie, società il cui marchio ha accompagnato le imprese della BluBasket in giro per l’Italia nelle ultime cinque stagioni; una fine e non una rottura in quanto le strade di queste due realtà si dividono con il naturale termine del contratto tra le parti. Il numero uno biancoblu ha tenuto a ringraziare la famiglia Repici che in queste annate ha sostenuto in ogni modo possibile la società trevigliese, mettendo in campo numerose iniziative che con il tempo hanno portato anche a un aumento considerevole degli appassionati e dei tifosi che a ogni turno casalingo affollano le tribune del PalaFacchetti.

Terminati i ringraziamenti di dovere, si apre però ora una fase abbastanza delicata della storia della BluBasket. Come affermato dal Presidente Testa e dal General Manager Euclide Insogna, le priorità di Treviglio sono quelle di rafforzare la compagine societaria e, soprattutto, trovare uno o più main sponsor che possano garantirle un futuro tranquillo. La ricerca si concentrerà soprattutto tra le tante realtà imprenditoriali locali sulle quali la società, in accordo con l’Amministrazione comunale, sta già facendo attività di scouting al fine di ottenere il risultato auspicato il prima possibile.

La dirigenza ha inoltre confermato che l’iscrizione al prossimo campionato di A2 è già stata effettuata, passo che comunque da un primo segnale di stabilità in vista della prossima stagione.

Sui social network si registrano numerosi attestati di attaccamento alla società da parte di molti appassionati che, vista la condotta degli ultimi anni volta al rispetto delle regole del buon senso e dell’oculatezza gestionale che ne hanno fatto un esempio nel panorama nazionale, non hanno dubbi che il Presidente Testa & Co. sapranno gestire la situazione al meglio e garantiranno un futuro roseo alla BluBasket. Molti pensano già alla campagna abbonamenti e alcuni addirittura lanciano la sfida per raggiungere la quota importante di 1.000 tessere staccate in vista della prossima stagione. Diversi però alzano qualche dubbio sulla situazione attuale che vede Treviglio perdere una partnership che comunque negli ultimi cinque anni si era rivelata proficua e aveva portato alla società una stabilità economica che le aveva permesso di stabilizzarsi in una categoria importante come l’A2.

Vista l’ultima stagione tra alti e bassi nella quale qualche problema fisico di troppo e una prima parte di stagione zoppicante avevano messo in pericolo il mantenimento della categoria, situazione poi risolta con l’arrivo temporaneo di Frazier che ha dato un contributo decisivo nel portare i trevigliesi ai playoff, la speranza di molti è che la situazione sponsor si risolva al più presto così da poter preparare il prossimo campionato nel migliore dei modi e allestire una squadra in grado di competere a buoni livelli come successo nelle ultime cinque annate. La BluBasket continuerà a perseguire la linea verde fondata sulla valorizzazione dei giovani (ancor meglio se scelti tra i prodotti dei tanti vivai locali) che l’ha portata nell’ultimo campionato a vincere il premio di utilizzo Under 21 LNP e vedrà ancora sulla panchina quell’Adriano Vertemati che è stato il vero artefice e direttore d’orchestra dei successi delle ultime stagioni e che rappresenta un grande punto di forza per i trevigliesi; tutto ciò però non toglie che l’arrivo in tempi brevi di uno o più main sponsor potrebbero dare maggior forza alla società al fine di stabilizzare il futuro e di allestire un roster che si basi sulla conferma di alcuni elementi (Pecchia su tutti) e sull’inserimento di qualche giocatore che possano far fare il salto di qualità alla squadra e permetterle di competere per un posto ai playoff.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy