UFFICIALE – Viola, la favola è davvero finita, respinto anche il terzo grado di giudizio

UFFICIALE – Viola, la favola è davvero finita, respinto anche il terzo grado di giudizio

Retrocessione in Serie B per i calabresi, ecco il verdetto del Coni

di Giovanni Mafrici

Girone con tre calabresi nella terza divisione nazionale per i reggini in compagnia di Planet Catanzaro e della matricola Lamezia

Non arrivano buone notizie dal terzo grado di Giudizio per la Viola Reggio calabria.

Il Comitato Olimpico ha confermato quanto espresso nel primo e nel secondo grado di Giudizio.

Alla Viola è stata confermata la retrocessione comminata durante il campionato di 34 punti di penalizzazione.

I nero-arancio, dunque, saranno costretti a ripartire dalla terza divisione nazionale: un salto all’indietro nocivo e preoccupante che potrà essere formativo solo se sfruttato nel modo giusto e coerente della costruzione di un progetto(magari giovanile).

La penalizzazione dovuta alla fideiussione falsa presentata per due stagioni consecutive dal Club ha stoppato una cavalcata esaltante vissuta con passione dai tifosi e dal gruppo allenato da Coach Calvani: la compagine leader del girone di ritorno del campionato fu costretta alla resa anticipata in una situazione irreale e drammatica.

Da oggi, si dovrà parlare di ripartenza e stabilità dirigenziale salutando gli errori del passato e ripartendo con il giusto spirito.

Ecco le decisioni http://www.coni.it/it/news-attivita-istituzionali/148-collegio-di-garanzia/15083-decisioni-a-sezioni-unite-improcedibile-ricorso-aia-coni.html

 

LA nota del Coni

HA RESPINTO il ricorso iscritto al R.G. ricorsi n. 34/2018, presentato, in data 14 maggio 2018, dalla società Viola di Reggio Calabria s.s.d. a.r.l., nonché da parte del suo Presidente e legale rappresentante p.t., dott. Raffaele Monastero, e dal socio proprietario di maggioranza, sig. Giovanni Cesare Muscolino, contro la Federazione Italiana Pallacanestro (F.I.P.) avverso e per l’annullamento della decisione della Corte Federale d’Appello FIP n. 22, di cui al C.U. n. 1008 del 2 maggio 2018, notificato in pari data, che, nel confermare integralmente la decisione di primo grado del Tribunale Federale n. 930 del 12 aprile 2018, ha irrogato, in capo“a Giovanni Cesare Muscolino, proprietario di maggioranza della soc. Viola Reggio Calabria, il provvedimento di inibizione per anni 3, fino al 9 aprile 2021 (artt. 1 e 59 R.G); al sig. Raffaele Monastero, Presidente della soc. Viola Reggio Calabria, il provvedimento di inibizione per un anno, fino al 9 aprile 2019 (artt. 2 e 44 R.G. con applicazione della recidiva ex art. 24,2 R.G. lett. a) e b); alla soc. Viola Reggio Calabria n. 34 punti di penalizzazione in classifica da scontarsi nell’anno sportivo in corso (art. 61 R.G.)”; ha, altresì, condannato la società ricorrente al pagamento delle spese del giudizio, liquidate nella misura di euro 3.000, oltre accessori di legge, in favore della FIP;

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy