Bergamo ci prova, ma il finale sorride a Latina

Bergamo ci prova, ma il finale sorride a Latina

Dopo la vittoria su Capo D’Orlando e Napoli e la sconfitta al Biella Forum, Latina affronta la Bergamo di Marco Calvani e dell’ex Giovanni Allodi. Il primo tempo vede Latina con percentuali nettamente migliori rispetto a Bergamo che paga lo scotto della poca concentrazione sull’avversario. Ma il terzo parziale è mefitico per i nerazzurri che subiscono il rientro dei lombardi che restano incollati alle spalle dei padroni di casa per tutto il resto della gara, mettendo in seria difficoltà il quintetto pontino. Una partita dalle due facce, sicuramente vinta solo perchè il tempo è terminato e Bergamo non ha avuto l’occasione di completare l’opera di recupero finale.

di Alessandra Ortenzi, @AlessAndrApple
Latina Bergamo Bernardo Musso

La cronaca della gara

Latina aggredisce la partita in velocità e sul primo timeout di Bergamo a 3 minuti dall’inizio del tempo, i nerazzurri sono in vantaggio +5 grazie a Musso, Pepper (schiacciata) e un gioco 2+1 di capitan Raucci su palla recuperata da Pepper dalle mani di Carroll. Due belle finalizzazioni fluide di Ancelotti consentono ai padroni di casa di avanzare e a metà del tempo, nonostante Bergamo sia sempre lì incollata, il punteggio è 11 a 8. La seconda parte del parziale Latina commette qualche errore di troppo ma riesce a mantenere il punto con il bel contributo di Romeo e la concentrazione di Musso e McGaughey che consentono a Latina di chiudere la prima frazione 24 a 13.

McGaughey e Pepper inaugurano un tempo che sembra avere lo stesso passo del primo. Bergamo non riesce ad interpretare la partita. Pepper ne approfitta e con i suoi 5 punti e i 4 contributi di Bolpin, la distanza con gli ospiti si fa sempre più siderale: 35 a 17 quando sono trascorsi solo 4 minuti di gioco e il parziale (11 a 4) racconta la sofferenza dei ragazzi di Calvani. I tentativi di Marra e i suoi sono molteplici ma il 30% è una percentuale troppo bassa per riuscire a risalire la china. Bolpin va in fiducia e la sua tripla aggiunta ai due punti di Ancelotti, segnano il massimo vantaggio +21 (40 a 19) a meno di 4 minuti dall’intervallo lungo. Latina prosegue il suo cammino anche se Bergamo riesce a recuperare qualche punto grazie anche al giovane play Parravicini classe 2001. Le squadre vanno negli spogliatoi sul 42 a 25.

La ripresa sembra prendere una piega leggermente diversa e Bergamo attua un recupero nelle prime battute grazie all’ottimo Parravicini e a Jeffrey Carroll. Sul timeout Latina a metà del tempo, Bergamo conduce con un parziale di 9 a 5 (47 a 34) avvicinandosi pericolosamente ai padroni di casa. Latina è inchiodata e Bergamo recupera. I ragazzi di coach Calvani avanzano con un gioco corale e il recupero è inevitabile. Con la bomba di Lautier-ogunleye gli ospiti si portano a -2 (47 a 45) con meno di 3 minuti dalla fine del parziale. Si innesca un paradossale equilibrio rispetto alla prima parte della gara. Musso, con i suoi 19 punti personali (di cui 11 durante questo parziale) tiene a galla la squadra. Latina chiude il tempo 57 a 52 dopo i liberi di Bozzetto mandato in lunetta da Di Pizzo.

Il gioco è completamente cambiato. Bergamo ha ripreso vigore e voglia di combattere seriamente. Le percentuali al tiro adesso si sono livellate. A metà del tempo è Latina a scappare con i lombardi che rincorrono i nerazzurri. Il gioco si fa a tratti confuso e poco preciso nelle finalizzazioni. Lautier in doppia cifra (17 i suoi punti personali) riduce a -3 il vantaggio Latina (62 a 59) quando mancano 4 minuti al termine della gara. Finalmente la bomba di Bolpin sblocca l’impasse dei nerazzurri ma risveglia anche Carroll. e 65 a 64 è il punteggio a 60 secondi dal termine. Musso sbaglia e sul ribaltamento, ad una manciata di secondi dal termine, Lautier si avvicina pericolosamente in area, sbaglia e Carroll, commette prima fallo su McGaughey e poi guadagna un tecnico e manda Musso in lunetta che realizza il canestro del 66 a 64. Sulla rimessa Musso guadagna ancora un fallo, sbaglia i liberi ma la sirena provvidenziale mette fine ad una gara controversa e incostante, terminata con la fortunosa vittoria di Latina. 

 

Latina Basket vs Bergamo Basket: 66 a 64

Latina Basket: Musso 20, Cassese 2, Di Pizzo , Romeo 4, Pepper 9, Bolpin 12, Raucci 3, McGaughey 8, Ancelotti 8, Di Prospero n.e.. Coach Franco Gramenzi, Assistant Coach Giuseppe Di Manno

Bergamo Basket: Dieng, Carroll, 14 Crimeni n.e., Parravicini 4, Costi 6, Bozzetto 5, Allodi, Marra 9, Lautier 19, Zugno 7. Coach Marco Calvani, Assistant Coach Gabriele Grazzini.

 

(Foto di Sonia Simoneschi/Latina Basket)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy