Agrigento intensa nel finale, l’Eurobasket cede al PalaTiziano

Agrigento intensa nel finale, l’Eurobasket cede al PalaTiziano

Agrigento espugna il PalaTiziano scappando a cavallo tra terzo quarto e ultimo quarto, trovando il +14 da cui l’Eurobasket non riuscirà a risalire.

di Gabriele Leslie Giudice

EUROBASKET ROMA 64–79 MONCADA AGRIGENTO (22-24, 19-20, 12-13, 11-22)

Agrigento espugna il PalaTiziano scappando a cavallo tra terzo quarto e ultimo quarto, trovando il +14 con due triple di Evangelisti e De Laurentiis che condannano l’Eurobasket, tignosa per larghi tratti in difesa ma con le polveri bagnate in attacco, anche a causa dell’espulsione di Deloach al 22′ di gioco. Vince Agrigento con merito, premiata dalla maggiore continuità nell’arco dei 40′, cinica nel colpire nei momenti chiave e nel gestire il vantaggio nel finale, il tutto facendo fronte nel migliore dei modi all’assenza di Buford.

La cronaca: la bomba di Piazza interrompe il break di 5-0 con cui la Roma Gas&Power approccia la gara, che i capitolini tentano inizialmente di condurre sfruttando la buona circolazione di palla e un Easley incisivo fin da subito. Agrigento sembra invece andare a sprazzi, meno pragmatica dei padroni di casa ma mortifera quando riesce a spingere l’acceleratore. La tripla aperta di Piazza, intanto, è quella del sorpasso, sul 14-16. In apertura di secondo quarto, mentre il Palazzetto dello Sport saluta il ritorno in campo di capitan Bonessio, Agrigento prova a girare l’inerzia della partita trovando il massimo vantaggio, sul +9, sul 22-31. Bonora richiama dalla panchina Fanti e Righetti ma a tenere in piedi la RGPE è ancora Easley, che mette i punti salvagente che consentono all’arresto e tiro di Malaventura di riportare l’Eurobasket a -5. Il finale di secondo quarto è ancora di Agrigento, che apre la difesa di Bonora con la bomba di Zugno ma nel finale subisce due triple consecutive di Righetti, di cui la seconda, a fil di sirena, manda la partita all’intervallo sul 41-44. All’uscita dagli spogliatoi l’Eurobasket riesce ad alzare il ritmo pungendo in contropiede con Easley – già a quota 20 – trovando il +1, ma il secondo antisportivo fischiato a Deloach costa l’espulsione al n.2, e potrebbe portare la partita a un bivio. Nel momento delicato la Roma Gas&Power mostra compattezza elevando l’intensità difensiva che, complice un attacco ancora spuntato, tiene il punteggio in standby per parecchi minuti, finchè la tripla di Evangelisti toglie il match dalle paludi riportando Agrigento a +6, sul 49-55 al 27’. Il long two di Chiarastella e la tripla di Evangelisti inaugurano l’ultimo quarto e rischiano di pesare notevolmente sull’economia della partita, poiché l’Eurobasket non risponde e la Fortitudo scappa sul +9, costringendo Bonora al timeout al 32’, sul 53-62. L’ennesima tripla di Agrigento, stavolta griffata De Laurentiis, consente ai siciliani di allungare ancora, sul +14. L’attacco Eurobasket continua a produrre poco e 5 punti filati di Malaventura consentono solo di tenere invariato il gap, mentre Chiarastella trova ancora il canestro accompagnando i suoi anche a +18. Nel finale entrano in campo anche i giovanissimi Belloni, Cicchetti e Galli, mentre gli ultimi possessi accompagnano la vittoria di Agrigento, che arriva definitivamente sul 64-79.

EUROBASKET ROMA: Belloni 3, Deloach 4, Giampaoli, Malaventura 9, Fanti 12, Stanic 1, Righetti 14, Galli, Iannilli 1, Easley 20, Bonessio, Cicchetti.

MONCADA AGRIGENTO: Bucci 4, Cuffaro, Zugno 12, Evangelisti 18, Ferraro, Chiarastella 9, De Laurentiis 8, Piazza 18, Bell-Holter 10.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy