Biella corsara a Trapani con vista playoff, granata quasi addio

Biella corsara a Trapani con vista playoff, granata quasi addio

Biella passa sul campo di Trapani per 85-88 e tiene vive le sue speranze playoff, spingendo fuori dalla porta Trapani, che dopo un lungo inseguimento riesce a ribaltare il match contro i piemontesi, ma si spegne sul più bello.

di Michele Maltese

2B Control Trapani – Edilnol Biella  85-88 (18-28, 42-51, 60-65 )

2B Control Trapani : Renzi 18,  Miaschi 8, Czumbel 6, Clarke 19, Mollura 7, Marulli 3, Nwohuocha 1, Ayers 12, Pullazi 11

Edilnol Biella: Harrel 19, Antonutti 8, Chiarastella 2, Saccaggi 20, Sims 29, Pollone 2, Wheatle 8.

Spareggio playoff delicatissimo per entrambe le compagini, chiamate entrambe a vincere per cullare ancora i soglia di post season. Renzi e Sims aprono le danze nei primi due minuti con 4 punti a testa. Parita che dura poco, Sims e Saccaggi scappano sul +7, ma due triple in serie di Miaschi annullano subito lo strappo e riportano Trapani a -1. Con 9 punti in 5 minuti Sims é il più caldo in casa Biella, che a metà primo quarto resta avanti 10-15. Trapani va subito in bonus falli, garantendo agli ospiti liberi pesanti, mentre coach parente inizia presto il suo valzer dalla panchina. I granata si caricano di falli e Biella resta una sentenza dalla lunetta, staccandosi pesantemente sul finire del primo quarto, fino al -10 della prima sirena sul 18-28 per gli ospiti.

Le triple di Clarke e Ayers ridanno ossigeno a Trapani in avvio di secondo quarto, ma un paio di amnesie in difesa regalano due comodi contropiedi a Saccaggi, che riportano Biella a +9 al 12′. Arrivano peró altre due triple in serie in casa granata, stavolta di Pullazi e Czumbel, rimettendo subito in scia i locali. Restano pero solo dei lampi per i padroni di casa, che faticano a tenere le percussioni di Sims e Saccaggi, ritrovandosi al 15′ nuovamente sotto di 10 sul 29-39. Le triple di Clarke restano l’ unica arma in casa granata, ma che di certo non basta alla rimonta locale. La manovra di Biella resta più fluida e concreta, approfitta dei tanti liberi concessi e con Pollone, Saccaggi e Sims va al riposo lungo avanti di 9 sul 42-51.

La difesa resta il vero tallone d’Achille di Trapani anche in avvio di terzo periodo, Sims e Harrel  vanno a nozze, continuando a galleggiare senza patemi sulla doppia cifra di vantaggio. I raddoppi biellesi e i tanti errori in attacco fanno il resto per Trapani, per il 50-60 al minuto 25. Nella seconda parte del quarto Pullazi prova a scuotere i suoi e firma in proprio un buon 5-0, che rida fiato alle speranze locali. É il momento migliore per Trapani nella partita, che riesce ad alzare un po il ritmo e strappare con Ayers il – 5 alla terza sirena sul 60-65.

L’inseguimento continua e si realizza in avvio di ultimo periodo,  in meno di 60 secondi, prima con la tripla di Marulli e poi con il piazzato di Mollura, per l’aggancio a quota 65. Ci vuole la tripla ancora di un super Mollura poco dopo a far esplodere il palaconad, per il primo sorpasso granata sul 68-65 al 33′. Finalmente abbiamo una partita, con Trapani più efficace in avanti e Biella decisamente più imprecisa. Renzi inizia a dominare in area, e con 6punti in serie porta in suo avanti 76-71 a 5 minuti esatti dalla fine. Coach Carrea si toglie la giacca e cerca di correre ai ripari, trovando in Saccaggi un ottimo alleato, capace di riportare Biella a -2. Trapani pero tappa ogni falla in difesa e trova in Renzi il suo faro a centroarea, che allunga di forza sul 80-74 a 3.30 dal termine. Il 5 fallo di Sims toglie una freccia importante all’attacco di Biella, che con un azione da tre punti di Harrel torna però sotto, approfittando anche di una serata disastrosa ai liberi dei granata appena 1 su 4 nei primi 3 quarti. Biella ritrova ossigeno e con una tripla di Wheatle impatta il match a quota 80 a 2 minuti dal termine, per un finale thrilling. 83 pari a poco più di un minuto, con Clarke che perde banalmente palla e concede a Wheatle un 1/2 dalla lunetta per 83-84. Un paio di palle perse a testa regalano a Trapani il possesso a 30 secondi dal termine, ma la tripla di Clarke finisce sul primo ferro, costringendo Renzi a fermare il cronometro e concedere  2 liberi che Harrel trasforma per 83-86 a 12 secondi dal termine. Si alza il sipario cosi sulla giostra dei liberi.  Pullazi fa finalmente 2/2 per tornare a -1 a 9 secondi dal termine e Harrel fa lo stesso dall’altro lato in appena 2 secondi con l’ennesimo timeout. Sotto di 3 prima Pullazi e poi  Mollura cercano una tripla disperata per il pareggio, che non trovano, lasciando cosi spazio alla sirena finale e alla festa di Biella, che adesso sogna in playoff molto più dei granata.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy