Supercoppa LNP – Biella fa suo il derby, Casale domata

Supercoppa LNP – Biella fa suo il derby, Casale domata

finisce 83 a 75 per i lanieri il secondo derby di supercoppa. Molto bene per Biella Bortolani, Casale si consola con uno strepitoso Roberts. Galbiati fa suo il derby contro Ferrari facendo ruotare bene tutta la squadra

di Giuseppe Rasolo

Si torna in campo dopo tre giorni dopo il primo derby contro Torino in cui Biella ha pagato dazio in un primo quarto in cui la squadra di Galbiati non è entrata in partita. Stasera al Forum è in programma un classico come il derby contro Casale ma non c’è la grande folla, anzi le tribune presentano larghi vuoti, ma in fin dei conti questa supercoppa non ha il fascino del campionato. Tutte e due le squadre sono reduci da una sconfitta, ma in questo periodo si punta più a trovare l’armonia del gruppo e certi automatismi per essere a posto in campionato. E alla fine la spunta Biella per 83 a 75 con una ripresa di lotta dopo essere andata a riposo con un vantaggio rassicurante e proprio la grinta messa in campo da Bortolani e compagni nella ripresa è il miglior viatico per affrontare le prossime partite

Casale parte in campo con un ex di lusso come Sims, un classico come Martinoni, Sirchia, Roberts e Denegri a cui Galbiati risponde con Omogbo, Ed Polite, Donzelli, Saccaggi e Bortolani. La partita va avanti in parità fino al sette pari, poi in entrata si infortuna Denegri, costretto a lasciare il campo e per Casale si spegne un po’ la luce, Omogbo imperversa e Sims è forse troppo solo nell’attacco di Casale. Biella tenta la prima fuga ma poi Galbiati dà il via libera alla panchina dando spazio ai più giovani e Camara porta Casale a un’incollatura. Si ricomincia con un canestro di Roberts e poi Bortolami apre una serie che porta Biella avanti di otto. I lanieri sono in palla e nonostante Roberts e Sims tentino più volte di chiudere il gap Biella va al riposo lungo avanti di nove con una difesa super e un buon gioco corale. Casale non ci sta e alla ripresa del gioco aumenta l’intensità della difesa e dell’attacco, la batteria dei lunghi, a cui si aggiungono anche Camara e Martinoni, mette in grossa difficoltà Biella che si carica di falli. Galbiati è costretto a cambiare più volte il quintetto ruotando i suoi uomini, ma di fatto all’ultima sirena il tabellone dice che le due squadre sono in perfetta parità con la differenza che i falli pesano più per Biella.  Negli ultimi dieci minuti la partita va avanti a strappi, prima Biella con Bortolani cerca l’allungo, ricacciato subito indietro da un Roberts particolarmente ispirato, Battistini da tre porta avanti Casale, ma è un passaggio effimero, il capitano di Biella si carica la squadra sulle spalle e nei momenti decisivi mette la sua firma come la tripla finale che chiude la contesa a venti secondi dalla fine. Finisce 83 a 75. Il campionato sarà un’altra cosa.

 

Biella vs Casale 83 – 75 (20-17;44-35;56-56)

Biella: Barbante 0, Bertetti 1, Bortolani 18,  De Angeli n.e, Donzelli 9, Massone 10, Omogbo 18, Pollone 5, Saccaggi 14, Bassi n.e, Ed Polite jr. 8, Blair n.e. All. Galbiati

Casale: Avonto n.e., Valentini 7, Cesana 2, Sirchia 1, Denegri 0, Battistini 6, Martinoni 9, Giombini n.e, Sims 17, Roberts 21, Camara 12. All Ferrari

Rimbalzi Biella 40 Casale 35 Assist Biella 13 Casale 13 Tiri Liberi Biella 19/21  Casale 21/24

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy