Crollo Rieti a Bergamo, Roderick e Taylor affossano la Zeus Energy

Crollo Rieti a Bergamo, Roderick e Taylor affossano la Zeus Energy

L’asse delle meraviglie in casa orobica risponde alla perfezione nel secondo parziale. Si complica la corsa dell’NPC alla promozione diretta in A.

di La Redazione

Bergamo – Zeus Energy Group Rieti 91-64 (24-20, 27-9, 19-12, 21-23)

Bergamo: Brandon Taylor 24 (8/9, 2/4), Terrence Roderick 22 (7/11, 2/3), Luigi Sergio 9 (1/1, 2/6), Andrea Casella 9 (0/2, 3/7), Ruben Zugno 8 (1/2, 1/2), Dario Zucca 8 (0/1, 2/4), Lorenzo Benvenuti 7 (2/3, 1/1), Giovanni Fattori 3 (0/3, 1/4), Andrea Augeri 1 (0/1, 0/0), Ferdi Bedini 0 (0/0, 0/0), Marcello Piccoli 0 (0/1, 0/0)
Tiri liberi: 11 / 16 – Rimbalzi: 37 6 + 31 (Terrence Roderick 12) – Assist: 19 (Terrence Roderick 8)

Zeus Energy Group Rieti: Daniele Toscano 14 (3/6, 0/2), Bobby Jones 13 (2/9, 0/6), Alberto Conti 12 (3/3, 0/2), Giovanni Vildera 7 (2/4, 0/0), Giovanni Carenza 6 (1/1, 1/3), Antino Jackson 5 (1/5, 1/5), Juan marcos Casini 5 (1/2, 1/4), Federico Bonacini 2 (1/2, 0/3), Angelo Gigli 0 (0/2, 0/0), Paolo Annibaldi 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 27 / 35 – Rimbalzi: 31 8 + 23 (Bobby Jones 7) – Assist: 4 (Antino Jackson 2)

La Zeus Energy Group Rieti cade a Bergamo 91 a 64, complici soprattutto, Roderik, stellare in difesa ed attacco (22 pt) e Taylor con 24 punti all’attivo. Ottima la prestazione di tutto il gruppo bergamasco ma non di livello la prestazione dei reatini, come riferito dallo stesso coach Rossi in conferenza stampa: “L’analisi della partita deve seguire due chiavi di lettura, la prima riferita all’altissima qualità di Bergamo, ai quali faccio i miei complimenti, qualità al tiro e nelle scelte offensive, mettendo sempre i giocatori in condizione di prendere un buon tiro. In secondo luogo, c’è la nostra prestazione ma questa sera siamo mancati e come responsabile tecnico della squadra ho tutta la responsabilità di questa sconfitta. Dobbiamo interrogarci sul perché abbiamo fatto poco se non nulla di quello che avevamo pensato di fare quindi, anche se c’è il merito dell’avversario, oggi siamo usciti per la prima volta a testa bassa dal campo. Questo è un grande rammarico soprattutto per i nostri tifosi, in particolare per coloro che sono venuti sin qui a sostenerci, nonostante la distanza, ed è stato un peccato non premiarli con una buona prestazione. Adesso spero la squadra si riprenda subito per prepararsi al prossimo incontro con Eurobasket”.

La Npc dopo i primi dieci minuti di gioco non ha ingranato la partita, arrendendosi all’assalto dei padroni di casa: “Al primo problema non siamo riusciti a reagire e le percentuali al tiro non ci hanno assistito impedendo di colmare il divario. Quando ad una squadra come Bergamo, permetti di mettere a ritmo non solo gli americani ma anche i giocatori italiani, diventa una squadra difficile da contenere”.

La sfida tra le due rivelazioni del campionato ha visto quindi vittoriosi i giallo neri: “Rieti e Bergamo sono sicuramente due squadre che stanno disputando un ottimo campionato con un camino importante e dopo 26 giornate subire per la prima volta una sconfitta cosi dispiace molto” ha concluso coach Rossi.

FONTE: Uff. Stampa e Relazioni Esterne NPC Rieti

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy