Finale in volata al PalaEstra. I liberi di Pacher regalano il successo a Siena su Cassino

Finale in volata al PalaEstra. I liberi di Pacher regalano il successo a Siena su Cassino

Finale infuocato in una atmosfera caldissima: a spuntarla è la On Sharing con il 2/2 dalla lunetta di Pacher a 6 secondi dalla fine. Non bastano per i laziali i 29 punti di Pepper

di Andrea Radi

Torna alla vittoria la On Sharing Mens Sana Siena che batte la Virtus Cassino 67-65. Non bastano per gli ospiti i 29 punti di un indiavolato Pepper, Siena vince grazie ai canestri nel finale al termine di una partita bellssima e punto a punto dal primo all’ultimo minuto.

ON SHARING MENS SANA SIENA – BPC VIRTUS CASSINO 67-65 (13-20; 42-34; 51-50)

SIENA: Pacher 18, Morais 9, Lupusor 7, Marino 10, Radonjic 6, Ranuzzi 2, Del Debbio ne, Cepic, Prandin 2, Ceccarelli ne, Ricciardelli ne, Sanguinetti 13. All. Moretti

CASSINO: Ingrosso ne, Castelluccia 1, Hall 18, Primerano ne, Guaccio 2, Razic ne, Bianchi ne, Raucci 2, Sorrentino 13, Punzi ne, Pepper 29. All. Vettese

Coach Moretti sceglie di iniziare la partita con il quintetto piccolo, schierando Ranuzzi da ala grande assieme Marino, Morais, Radonjic e Pacher. Per Cassino invece in campo dalla palla a due Pepper, Sorrentino, Raucci, Hall e Castelluccia.

LA PARTITA: Avvio confusionario per entrambe le squadre, con tante palle perse. Se la Mens Sana non riesce a trovare il canestro, la presenza di Hall è fondamentale per l’attacco di Cassino, illuminando ogni azione che porta a canestro gli ospiti. I biancoverdi reagiscono grazie a Morais e tornano a contatto, ma Cassino continua a macinare canestri grazie a Pepper. A suonare la carica per Siena è Pacher, che con una schiacciatona infiamma il palazzetto, ma sono ancora Hall e Pepper che, complice la molta confusione offensiva della On Sharing, permettono agli ospiti di allungare sul +7 (13-20) con il quale si chiude il primo quarto.

E’ una Siena diversa quella che inizia il secondo quarto: i biancoverdi stringono le maglie in difesa, proponendo una matchup contro la quale Cassino trova molte difficoltà; sul fronte offensivo un super Sanguinetti segna 10 punti in fila con due penetrazioni e due triple che portano i padroni di casa avanti 23-20. Dopo un parziale di 10-0 subito sale in cattedra Pepper, che segna a sua volta 11 punti di fila con 3 triple (21 punti a fine secondo quarto), reggendo da solo l’attacco di Cassino e riportando i suoi sul +4 (28-32). Sul 33-33 Pacher, sfidato al tiro da Hall, segna 5 punti in fila dando un mini strappo alla partita, che si chiude con il canestro in avvicinamento sulla sirena di Lupusor che dà il vantaggio 42-34 a Siena a fine secondo quarto.

Mani fredde in avvio di terzo periodo: tanti tentativi da tre punti a vuoto per le squadre, che trovano canestri soltanto in penetrazione, Cassino con Sorrentino e Siena con Marino e Ranuzzi. Hall con il suo classico movimento di girata sul fondo e tiro in allontanamento segna il canestro del -6, ma Marino sembra essere finalmente entrato in partita e mette le cose a posto per Siena con la rubata ed il canestro in contropiede ed il fallo antisportivo subito ancora dopo una palla rubata, grazie al quale la On Sharing si porta sul 49-40. Il punteggio si blocca, con Siena che non riesce a trovare la forza di allungare il parziale, così Cassino rientra e torna in vantaggio, grazie ad un ispirato Mike Hall che segna in ogni modo. Nell’ultima azione della frazione Siena ritrova il vantaggio con Pradin che segna dalla linea di fondo, segnando i punti 8 e 9 dei biancoverdi nel quarto per 51-50.

Pepper apre il quarto con la tripla ed il jumper del +4 Cassino. Siena si affida a Lupusor che segna da tre punti, ma Hall ha ancora la mano calda e punisce ancora la difesa senese dai 6.75. Le difese si fanno più aggressive e le due aree diventano quasi impenetrabili, così le squadre si affidano al tiro da fuori, ma dopo i primi tiri andati a segno le mani si raffreddano. A metà quarto il tabellone dice 60-60, quando viene fischiato un fallo tecnico per simulazione a Marino, dal quale però Cassino guadagna un solo punto. E’ proprio il capitano senese a segnare il canestro del controsorpasso in penetrazione e a servire l’assist per la tripla dall’angolo di Radonjic che dà il +4 alla On Sharing e costringe coach Vettese al timeout. Negli ultimi due minuti qualche fischio dubbio degli arbitri rende l’atmosfera caldissima al PalaEstra, atmosfera che si trasferisce anche in campo con qualche battibecco tra Pacher e Sorrentino che sfocia nel quinto fallo della guardia italiana. A 1 minuto dalla fine Pepper segna il reverse del 65-63. Sanguinetti sbaglia la tripla dall’angolo, e Guaccio trova il momento migliore per segnare in contropiede i primi due punti della sua partita e dare la parità ai suoi. Nell’ultimo possesso offensivo di Siena Marino sbaglia la tripla, ma Pacher cattura il rimbalzo offensivo e subisce fallo: dalla lunetta l’americano è freddissimo e fa 2/2, dando 2 punti di vantaggio ai biancoverdi a 6 secondi dalla fine. Cassino chiama timeout e organizza l’ultimo possesso, Pepper esce dai blocchi e tira da tre, ma il pallone si infrange sul ferro; Pacher cattura il rimbalzo e la partita, che termina 67-65.

MVP di Basketinside: AJ Pacher

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy