JJ Frazier segna sulla sirena e Scafati espugna il Palabianchini!

JJ Frazier segna sulla sirena e Scafati espugna il Palabianchini!

Una voglia di rivalsa per Latina e una vittoria contro la capolista per Scafati. Queste le motivazioni più forti che hanno condotto le due squadre sul parquet del Palabianchini in questa ultima giornata del girone di andata. Una partita iniziata con il piede di guerra e Latina che conduce per i primi tre parziali di tempo. Poi la nebbia e Scafati, con Rossato e Frazier, che strappa la vittoria dalle mani divenute impacciate di Raucci e compagni.

di Alessandra Ortenzi, @AlessAndrApple

La cronaca della gara tra Latina e Scafati

 

Scafati prende in mano la partita con la verticalità di Stephens e la determinazione di Lupusor utili per Frazier che capitalizza così i primi 4 punti in successione. Latina non fatica a recuperare e con Ancelotti, Musso e Raucci si porta in vantaggio a tre minuti di gioco per 7 a 4. Scafati è insidiosa e non vuole lasciare nulla al caso. Ma un’azione recuperata da Cassese proprio da un suo errore, serve a Raucci la palla per l’assist per Ancelotti con una precisione certosina. Poi Musso fa il bis e Pepper il tris! A metà del tempo e sul timeout Scafati, Latina conduce 14 a 6. Scafati rientra con la voglia di recuperare immediatamente. Latina mette subito un blocco e il gap diventa +11 (22 a 11) grazie a due belle finalizzazioni di Dalton Pepper quando mancano 3 minuti al termine del tempo. Il gioco scorre veloce con ritmi molto serrati. Dopo la bomba di Pepper del 25 a 11 (per lui 10 punti personali solo in questo quarto ma anche due inutili falli) Scafati prende un po’ di respiro. Il tempo termina 27 a 14.

Una doppia realizzazione di Musso e la bomba di Frazier sono gli accenti di questa ripresa. Latina tira con delle percentuali altissime soprattutto dall’area (78%) ma Scafati ha Frazier che cerca di pareggiare i conti di Pepper. La difesa degli avversari, in compenso, cerca di togliere il fiato ai padroni di casa e dopo la rocambolesca evoluzione di Rossato è Gramenzi a chiamare il timeout sul 34 a 23 a 6 e 55 dall’intervallo lungo. Latina commette un paio di errori di ingenuità e consegna nelle mani dei campani punti che poteva evitare. Ma non si perde d’animo e cerca di mantenere le distanze con Cassese che segna il canestro del 38 a 26 a metà del tempo. Due contropiedi sprecati e una bomba di Crow rallentano Latina che deve “mandar giù” il +10 (42 a 32) e il recupero repentino di Ammannato e compagni. I nerazzurri sono veloci, aggressivi ma poco precisi e le percentuali di Latina crollano vertiginosamente. Negli ultimi 60 secondi Stephens approfitta del calo dei padroni di casa e recupera due giochi da 2+1 (45 a 38), I due liberi di Raucci su fallo di Ammannato chiudono il tempo 47 a 38.

Il gioco riprende veloce. Due punti di Ammannato, una stoppata di Stephens e il recupero di McGaughey raccontano di una gara senza respiro. Poi il fallo in attacco di Ancelotti, quello intenzionale di Di Pizzo e la bomba di Rossato consegnano i mini break di 6 a 0 in favore di Scafati (47 a 44) in soli 2 minuti di gioco. I 4 punti di Pepper non fermano Tommasini ma McGaughey recupera, Tommasini strappa via il possesso Scafati due volte, il pubblico si infiamma e a metà del tempo Latina è sempre in vantaggio 53 a 46. Latina prende in mano la partita e frena l’avanzata dei campani. A 2 e 37 dal termine il gap è +9: 57 a 48. La partita ha un po’ di grip che le impedisce di scorrere fluida. Si susseguono le incursioni dalla lunetta che fanno avanzare tutte e due le formazioni e a 90 secondi dal termine del parziale il punteggio è 58 a 53 che rimarrà come punteggio finale del tempo.

Rossato si prende i compagni sulle spalle e in un minuto impatta 58 con la sua bomba. Gramenzi è costretto a chiamare il timeout. Prima Ancelotti poi Frazier ma il fallo di Dalton Pepper su Crow lascia un piccolo spazio agli ospiti. Scafati riesce a tenere il punto (60 a 62) per tre lunghissimi minuti durante i quali però Latina induce al fallo gli avversari più volte. Il fallo discutibile di Musso manda Frazier in lunetta (60 a 64) ma sul ribaltamento è Bolpin a mettere a segno dai 6 e 75 e a metà del tempo, su timeout Scafati, il punteggio è 63 a 64. Si avanza lentamente, la partita è diventata un macigno rispetto alla velocità iniziale e alla fluidità del gioco. Ne approfittano Lupusor su rimbalzo offensivo su Tomassini e McGaughey dall’area (65 a 66). Latina reagisce. Non ci sta a subire il ribaltamento di questa partita. Il fallo di Tomassini spedisce Riccardo Bolpin in lunetta che realizza 2 su 2 e riporta in vantaggio Latina 67 a 66 quando mancano 3 minuti. E’ Ancelotti che sigla il +3 e consegna il timeout a coach Perdichizzi. Tomassini accorcia la distanza ma Ancelotti segna di tabella. Ci riprova Frazier e questa volta non c’è una risposta nerazzurra. Scafati recupera un altro possesso poi lo perde, poi recupera ancora e torna in vantaggio 71 a 72 con Rossato a 60 secondi dal termine. Tomassini commette fallo su Musso e l’argentino realizza due su due ma Frazier riporta Scafati in vantaggio (73 a 74) a 40 secondi dal termine. Un punto di Musso e si va a parità 74. L’ultimo tocco è di Dalton Pepper a 4 secondi dal termine. Ma non è finita. A Frazier bastano esattamente 4 secondi per segnare il canestro della vittoria e Scafati conquista il Palabianchini per 76 a 77!

 

La Givova si è insinuata lentamente, ha scavato il solco che l’ha condotta alla vittoria, indebolendo l’avversario e approfittando delle disattenzioni di Latina. Il prossimo appuntamento per Latina al Palabianchini è fissato per il 29 dicembre contro Napoli.

 

Latina Basket vs Givova Scafati 76 a 77

 

Latina Basket: Musso 12, Cassese 4, Di Pizzo 2, Romeo 6, Pepper 16, Bolpin 10, Raucci 6, McGaughey 4, Ancelotti 16, Di Prospero ne. Coach Franco Gramenzi, assistant coach Giuseppe Di Manno

Givova Scafati: Markovic, Tommasini 8, Crow 8, Spera ne, Lupusor 4, Ammannato 7, Rossato 14, Fall, Stephens 14, Frazier 22. Coach Giovanni Perdichizzi, assistant Sergio Luise

 

(Foto di copertina di Sonia Simoneschi per Latina Basket)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy