La Latina di Andrea Pastore spazza via la Virtus Roma all’overtime

La Latina di Andrea Pastore spazza via la Virtus Roma all’overtime

Una bellissima cornice di pubblico al PalaBianchini, gremito per accogliere questo derby laziale con Latina, in evidente difficoltà all’inizio, ma che prende in mano il suo destino e ne fa vittoria. Una partita impossibile, vinta contro ogni pronostico.

di Alessandra Ortenzi, @AlessAndrApple

Con tre minuti di digiuno inizia la gara tra Latina e la Virtus. Inaugurano il tempo i tre punti di Uglietti ed un inizio molto veloce e concitato che permette ai capitolini di prendere le misure. Sandri prima, e 4 punti di Brown in successione, riportano la situazione in equilibrio tanto che, in altri tre minuti, il vantaggio Roma si porta sulle 3 misure (5 ad 8) per opera di Raffa. Sul timeout Latina il punteggio è di 7 a 12 con Latina in evidente difficoltà. Roma è una squadra che ha letto l’indecisione dei nerazzurri e ne sta capitalizzando i frutti. Gli errori si pagano. Poletti tiene a galla i compagni: quando ha la palla in mano realizza sempre e la sua presenza è granitica anche in difesa. Ma non basta a frenare l’ardore di Roma che chiude il tempo 12 a 23 con la partita psicologicamente tra le mani.

Il piccolo segnale di ripresa ad opera dei padroni di casa, che riescono nell’intento di impartire un mini-parziale di 7 a 0 in tre minuti, viene bruscamente interrotto da due esibizioni di Brown ed una bomba di Sandri. A 4 minuti di gioco il punteggio è sul 19 a 30. I Pontini giocano in rincorsa contro il sapiente lavoro del gruppo di Corbani, condito dalle finalizzazioni di Raffa e Sandri. Il gioco è a tratti confuso. Roma gioca con il coltello tra i denti e Latina sta aspettando il momento per riprendere il gioco in mano. Intanto il tempo trascorre. La gara si inchioda sul finire del secondo tempo. Si vede che le squadre hanno la necessità di recuperare concentrazione. Un’ultima azione di Brown chiude il tempo 25 a 39.

Il gioco riprende con grande vigore! Poletti e DeShields portano avanti Latina di 7 lunghezze a 2 nei primi due minuti di gioco recuperando possessi e intercettando ogni possibile incertezza dei romani. Il 32 a 41 sul timeout Roma racconta di una gara che non sta scivolando verso la sconfitta di Latina, ma di una squadra che riprende forza da se stessa e cerca di commettere meno errori possibili. Il pubblico partecipa facendo tremare il Palazzetto di Via dei Mille. Il parziale è nelle mani dei padroni di casa 36 a 46 a metà del tempo (11 a 7 per Latina) La cavalcata nerazzurra continua con recuperi (tanti) una bel lavoro in difesa e Poletti sempre sul pezzo. Pastore con la sua tripla allo scadere del tempo infiamma il pubblico del Palabianchini che esplode sul canestro del sorpasso (53 a 52) a 10 secondi dal termine. Un fallo di Uglietti su Baldasso lo manda in lunetta e realizza i due punti utili a chiudere il tempo 53 a 54.

Tornano in campo, ruggenti, Sandri e compagni, accompagnati dai cori dei tifosi giallorossi. Non ci stanno a regalare questi due punti di un derby che ha tutte le connotazioni di una gara che sarà difficile definire prima dello scadere dell’ultimo secondo. Il gioco si fa sicuramente molto più fisico e, nonostante le squadre siano abbastanza in linea l’una con l’altra, la troppa esuberanza della Virtus mina la stabilità dei nerazzurri durante le azioni di gioco. Ma, dalla lunga distanza, Pastore e Poletti non perdonano. Il punteggio a metà del tempo è di 67 a 69 con ancora tanti minuti da giocare! La gara non procede in maniera fluida e la magia di quei 15 minuti giocati con il vento a favore, cessa. Il gioco si fa complesso. Timeout Latina sul 73 a 78 con 66 secondi da giocare. Il miracolo è lento, punto dopo punto, tiro libero dopo tiro libero arriva la tripla di Andrea Pastore (la sesta di questa serata) che riporta in parità le squadre. 80 ad 80 e si va in overtime!

Come pensate che sia stato questo tempo supplementare? assordante e incredibilmente in bilico! Pastore raggiunge i 20 punti e Brown si esibisce in una delle sue schiacciate poi Roma entra in confusione. DeShields è l’elemento determinante che si è infilato nell’unico cunicolo disponibile per trovare la luce in questa serata difficile e con il cuore sempre in gola. Una squadra che ha dato tutto. Una squadra. Un Pastore immenso ma tanto lavoro fatto anche da chi sembra essere stato nell’ombra. i 16 rimbalzi di Arledge, il grande lavoro a 360° fatto da Poletti, una certezza per Latina e Passera che ha contribuito continuando a fare da collante e difendendo i compagni anche al cospetto della terna arbitrale.La gara termina 93 a 91 con tanta voglia di dimostrare che Latina c’è.

Latina Basket vs Virtus Roma 93 a 91

Latina Basket : Arledge 13, Passera 2, Mathlouthi, Poletti 25, Ambrosin, DeShields 22, Uglietti 7, Allodi 4, Pastore 20, Di Ianni, Di Prospero. Coach Franco Gramenzi. Assistente Giuseppe Di Manno.
Virtus Roma: Brown 25, Raffa 18, Piccolo, Lentini, Maresca 2, Sandri 25, Baldasso 13, Landi 8, Vedovato, Di Simone. Coach Corbani. Assistente Esposito

Fotogallery a cura di Fabrizio Di Falco

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy