Latina difende il Palabianchini e Cassino resta in coda a digiuno

Latina difende il Palabianchini e Cassino resta in coda a digiuno

Può sembrare banale ma giocare contro l’ultima in classifica è stata sempre una prova complicata per la squadra nerazzurra, almeno dal punto di vista mentale. Gare di questo tipo necessitano maggiore attenzione da parte del gruppo. Cassino è stata “la bestia nera del sabato sera” per i pontini. Lo spartiacque: il tecnico alla panchina rossoblù dell’ultimo quarto che ha consegnato nelle mani di coach Gramenzi la seconda vittoria consecutiva dopo quella su Agrigento della scorsa settimana. Cassino torna a casa a mani vuote e con il peso del digiuno dell’ultimo posto in classifica.

di Alessandra Ortenzi, @AlessAndrApple

La cronaca della gara tra Latina Basket e Virtus Cassino

L’inizio gara è caratterizzato da due minuti e mezzo durante i quali Latina impedisce all’avversario rossoblu di andare a canestro e capitalizza 6 punti grazie alle bombe di Lawrence e Carlson. Cassino tenta di dire la sua  ma qualsiasi discorso è messo a tacere dai padroni di casa. Fabi e Allodi contribuiscono a scavare il gap e solo Castelluccio, nelle fila degli ospiti, riesce ad andare a segno e portare la squadra sul 10 a 6 a metà del primo quarto. Il massimo vantaggio arriva a 3 minuti e 20 dalla fine quando Andrew Lawrence (l’atleta convocato dalla Nazionale della Gran Bretagna per partecipare alla fase di prequalificazione di Eurobasket 2021) mette la bomba del 17 a 6. La disattenzione gioca brutti scherzi e in un minuto Cassino recupera avvicinandosi pericolosamente ai padroni di casa, impartendo un mini-parziale di 7 a 0 (17 a 13). L’ultimo minuto è in accelerazione e Latina recupera terreno chiudendo il tempo 23 a 16.

Il secondo parziale si apre in difficoltà per Latina. Sull’antisportivo elevato a Lawrence per essere intervenuto sul contropiede di Raucci, il punteggio è 25 a 23 quando sono trascorsi 3 minuti dall’inizio del tempo. Il pareggio dei rossoblù arriva sul canestro di Simone Bagnoli che recupera il rimbalzo di Masciarelli e segna. Capitan Bagnoli (ex Scauri e Rieti nelle ultime stagioni) ripete lo stesso copione nell’azione successiva aprendo la strada poi a Paolin per segnare la bomba del sorpasso: 27 a 30 a 4 e 19 dal termine. Lawrence (l’unico in doppia cifra) esce dal coro e segna i tre punti preziosissimi del pareggio e Riccardo Tavernelli completa il lavoro del compagno. Mancano 100 secondi all’intervallo lungo e il punteggio si ferma sul 37 a 34. Il gioco fisico di Simone Bagnoli e la resistenza degli uomini di Vettese impediscono a Latina di prendere le dovute distanze. Preziosissimi i due punti sulla sirena del britannico Lawrence che chiudono la prima parte di gara sul 41 a 36.

Il terzo quarto: il momento di terrore. Due minuti, 17 punti, parziale di 7 a 10 per Cassino. I primi 120 secondi di gioco vengono gestiti in velocità per i rossoblù che recuperano il gap e si portano poi sul pareggio 48 e di seguito in vantaggio 48 a 52 grazie ai 4 punti a ripetizione di Pepper a 3 minuti e mezzo di gioco. Sul timeout di Gramenzi la situazione è un parziale di 16 a 7 per la Virtus Cassino e Latina è stordita dalla performance dell’avversario. Carlson si prende la responsabilità del recupero e conduce i compagni verso un percorso che, punto dopo punto, cerca di colmare il gap scavato dagli ospiti. Sarà sempre l’americano a servire a Lawrence la palla del sorpasso grazie ad un gioco di 2+1 guadagnato con il fallo di Jackson. Cassino prosegue con la sua offensiva ma Latina tiene il punto 62 a 59.

La Virtus Cassino torna in campo determinata a mantenere alto il gioco e non lasciare nulla al caso. Latina costruisce un recupero che la conduce al + 6 a 3 minuti di gioco (70 a 64). Il fallo tecnico di Pepper manda Latina in lunetta e nell’azione seguente Allodi realizza e, grazie al fallo di Raucci, recupera anche un libero. La situazione sfugge di mano a Cassino quando viene gravata del fallo tecnico di squadra. A 6 minuti dal termine Latina conduce 76 a 66 ribaltando, di fatto, l’approccio alla gara e guadagnando un parziale di 17 a 7. Latina oramai è in fiducia. Sul terzo timeout di Cassino a 2 minuti dal termine della partita il punteggio è 88 a 73 con Carlson e Lawrence a 19 punti a referto. Latina è una squadra che continua a costruire il vantaggio nonostante gli ultimi colpi di coda di Ingrosso e compagni. Gli ultimi due liberi di Tavernelli chiudono 92 ad 83 la gara.

 

Latina Basket vs Virtus Cassino 92 a 83

Latina Basket: Lawrence 19, Carlson 19, Hajrovic NE, Tavernelli 12, Cassese 11, Fabi 17, Baldassarre 4, Allodi 9,  Nulli NE, Jovovic, Di Prospero NE, Di Bonaventura 1. Coach Franco Gramenzi, Assistant Coach Giuseppe di Manno.

Virtus Cassino: Masciarelli 2, Ingrosso 19, Jackson 17, Montagner NE, Castelluccia 8, Paolin 5, De Ninno NE, Bagnoli 6, Bianchi NE, Raucci 10, Pepper 16, Rossi. Coach Vettese Luca.

 

(Foto a cura di Fabrizio Di Falco)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy