Latina travolge Legnano con una grande prova di squadra

Latina travolge Legnano con una grande prova di squadra

Latina infligge una dura sconfitta interna a Legnano, con una prova corale in cui sei giocatori vanno in doppia cifra. Playoff più vicini per i laziali, playout ormai inevitabili per Legnano.

di Giovanni Colombo

Per la ventiquattresima giornata del campionato di A2 girone ovest la Axpo Legnano ospita al Palaborsani la Benacquista Assicurazioni Latina. Coach Mazzetti schiera i Knights padroni di casa con Laganà, Raffa, Bortolani, Bianchi e Thomas. Il leggero infortunio di Bozzetto costringe Legnano a un quintetto molto basso. Coach Gramenzi risponde schierando Latina con l’ex Legnano Tavernelli, Lawrence, Jovovic, Carlson e l’altro ex Allodi. Palaborsani non esattamente sold out ma comunque si gioca in una buona atmosfera.

I Knights partono bene e con due canestri dal mid range di Thomas sono subito sul 4-0, che diventa 7-2 dopo il canestri da sottomisura di Allodi e la tripla di Laganà. Latina assesta un parziale di 0-7 (con Lawrence, i tiri liberi di Allodi e la tripla di Jovovich), e si porta avanti per la prima volta, sul 7-9. Si procede in equilibrio fino al 13-13, poi Legnano torna a +5 sul 18-13 con il bel coast to coast di Raffa e la tripla di Bortolani. Latina resta a contatto anche grazie alle triple di Baldassarre dalla panchina e si riporta avanti sul 22-24. Al primo riposo si va sul 25-25 dopo la tripla di Serpilli e l’1/2 dalla lunetta per la Benacquista.

Il secondo quarto inizia con 1/3 dalla lunetta per la squadra ospite, che però colpisce dall’arco di nuovo con Baldassarre e si porta sul 25-29. Legnano resta in scia fino al 29-31, poi Latina assesta un parziale di 0-10, con tra l’altro la tripla dell’ex più importante di giornata, ovvero Martini. Nel parziale va a segno anche lo scatenato Baldassarre, vero fattore in uscita dalla panchina. Sul 29-39 Mazzetti chiama timeout, ma non serve perché il vantaggio ospite aumenta fino a +13 sul 31-44. I Knights riescono a rientrare in parte nel punteggio con il canestro di Thomas e la tripla di Serpilli (38-44), ma la squadra laziale non molla la presa, e riesce a chiudere il secondo quarto proprio a +6 sul 43-49, guidata dall’ottimo Lawrence e sfruttando anche gli errori e il nervosismo di Legnano (tante proteste e tecnico comminato a Thomas).

Il primo tempo è stato godibile. Legnano ha un Thomas da 19 punti, ma ha 8 nella casella turnover. Latina trova punti da Baldassarre e qualità da Lawrence.

Il terzo quarto inizia con una palla persa di Bortolani e il canestro facile di Martini. Ma Legnano assesta un parziale di 8-0 (due canestri di Bianchi da sottomisura, più i canestri di Thomas e Bortolani) e impatta sul 51-51. Fino al 55-55 si resta in equilibrio, con Thomas protagonista, ma poi sale in cattedra Carlson (zero punti nel primo tempo), che segna a ripetizione dalla media distanza e aiuta Latina ad assestare il controparziale di 1-9 e riportarsi fino a +9 sul 56-65. Il canestro di Laganà ferma l’emorragia legnanese ma serve a poco, perché gli ospiti, dopo una breve fase di equilibrio arrivano in un amen a +14 sul 63-77, trascinati da due triple e un canestro ad alta percentuale di un maestoso Carlson. È con questo punteggio che si va all’ultimo riposo, con Legnano di nuovo nervosa (tecnico e quarto fallo per Laganà e troppe proteste per qualunque decisione arbitrale).

L’ultimo quarto si apre con il canestro di Tavernelli per il +16 Latina (63-79). Legnano risponde con il 2/2 di Bortolani dalla lunetta, e risponde colpo su colpo fino al 71-85, quando lo scatenato Thomas segna il -12 e induce Gramenzi a chiamare timeout. Latina è ampiamente in controllo del match, e dilaga sommergendo i Knights, in totale blackout, sotto una grandinata di canestri. Vanno a segno praticamente tutti i giocatori ospiti sul parquet, trascinati da uno spettacolare Carlson.

Dopo il timeout Latina impazza con un 7-20 di parziale, che fissa il punteggio sull’80-105 con cui finisce il match. Batosta per Legnano, apparsa più volte poco convinta di poter vincere e difensivamente autrice di una prova terribile. Il solo Thomas (34 punti e 13/17 da due) non può bastare. Ormai i playout sono inevitabili, manca solo la certezza matematica e i Knights devono mantenere il terzultimo posto. Per Latina invece ottima prestazione di squadra, 46% da tre, 62% da due e playoff al momento raggiunti, e un bel piazzamento nella griglia è possibilissimo.

Legnano-Latina 80-105 (25-25, 43-49, 63-77)

Legnano

Raffa 12, Thomas 34, Laganà 11, Bianchi 4, Bortolani 11, Corti 2, Serpilli 6

Latina

Lawrence 19, Carlson 18, Tavernelli 10, Baldassarre 14, Cassese 7, Martini 12, Allodi 8, Jovovic 5, Cucci 12

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy