L’Orlandina esce dalla crisi, Bergamo dura un tempo

L’Orlandina esce dalla crisi, Bergamo dura un tempo

Ritorna alla vittoria la squadra siciliana che riesce a battere Bergamo per 67-54

di Giuseppe Crivillaro

Ritrova finalmente la vittoria Capo d’Orlando, che nella 12° di campionato riesce a battere Bergamo in una gara controllata quasi interamente dai siciliani. La squadra di coach Sodini dopo un primo quarto giocato ad armi pari con gli ospiti trova il primo stappo nel secondo periodo grazie ad un imperioso Marco Laganà . Nel terzo periodo i ragazzi di coach Sodini continuano a martellare una Bergamo inerme, che nell’ultimo periodo prova la reazione d’orgoglio ma i siciliani hanno ormai preso il largo. Ottima prova per il neo acquisto orlandino Laganà, che ha chiuso in doppia doppia (20 punti,10 rimbalzi).

1°Quarto:
Buona partenza del duo americano di Capo d’Orlando, che immediatamente con tre realizzazioni porta i padroni di casa sul 6-2; Bergamo però si affida a Carrol e Zugno che ritrovano l’esatta parità a quota 10 al 6′. Gioco frammentato da entrambe le parti, con le due squadre che sono poco precise e non trovano agevolmente la via del canestro. Zugno, con 5 punti in fila mette il sigillo sul primo periodo portando gli ospiti in vantaggio, 15-17 al 10′.
2°Quarto: Parravicini in avvio prova ancora ad allungare, ma Kinsey e Marco Laganà trovano nuovamente l’esatta parità a quota 19. L’Orlandina prova a prendere il largo grazie a Mobio e ancora a Marco Laganà trovando  il +8 (27-19 al 16′). Zugno per un attimo riduce con una tripla, ma i padroni di casa sembrano essere entrati in fiducia e sfruttano il fattore Laganà, che nel secondo periodo è una vera e propria spina nel fianco per la difesa bergamasca, ritornano negli spogliatoi sul 33-25.
3° Quarto: Al ritorno sul parquet Bozzetto e Carrol provano a ridurre le distanze, ma il neo acquisto siciliano si carica ancora una volta la squadra sulle spalle e mantiene il +8 (36-28 al 22′). Lautier e Carol provano a riportare gli ospiti in scia, ma prima Mobio e  poi Bellan e Lucarelli restituiscono il largo vantaggio a Capo d’Orlando, 42-33 al 27. Gli ultimi 3 minuti sono un assolo Orlandina, con la squadra di coach Calvani incapace di reagire e Kinsey che confeziona la tripla del 52-36 di fine quarto.
4°Quarto: Capo d’Orlanado deve tirare un po’ il fiato in avvio di ultimo periodo, con Bergamo che prova ad imbastire la rimonta ma il tempo è tiranno per i lombardi con i due americani ed il solito Laganà che sono bravi a mettere una pezza nei momenti giusti e a riportare entusiasmo nell’ambiente orlandino.

Mvp Basketinside: Marco Laganà (20 punti,10 rimbalzi, 6 assist, 29 di valutazione)

Orlandina Basket Capo d’Orlando – Bergamo 67-54 (15-17, 18-8, 19-11, 15-18)

Orlandina Basket Capo d’Orlando: Marco Lagana 20 (5/9, 1/8), Yantchoue joseph Mobio 13 (2/6, 2/3), Tarence Kinsey 12 (4/5, 1/2), Brice Johnson 10 (5/9, 0/0), Andrea Donda 5 (2/4, 0/0), Simone Bellan 4 (1/5, 0/3), Jacopo Lucarelli 2 (1/2, 0/2), Lorenzo Querci 1 (0/1, 0/1), Giancarlo Galipó 0 (0/0, 0/0), Alberto Triassi 0 (0/0, 0/0), Lorenzo Neri 0 (0/0, 0/0), Uchenna Ani 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 15 / 25 – Rimbalzi: 39 9 + 30 (Marco Lagana 10) – Assist: 14 (Marco Lagana 6)
Bergamo: Ruben Zugno 16 (3/7, 3/10), Jeffrey Carroll 15 (2/2, 2/3), Giovanni Allodi 13 (5/7, 0/3), Matteo Parravicini 4 (0/1, 0/1), Davide Bozzetto 3 (1/4, 0/1), Dwayne Lautier-ogunleye 3 (1/5, 0/4), Alessandro Marra 0 (0/5, 0/0), Cosimo Costi 0 (0/2, 0/0), Omar Dieng 0 (0/0, 0/1), Enrico Crimeni 0 (0/0, 0/0), Matteo Aristolao 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 15 / 26 – Rimbalzi: 34 9 + 25 (Dwayne Lautier-ogunleye 7) – Assist: 11 (Ruben Zugno, Davide Bozzetto 3)
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy