Piacenza interrompe la striscia negativa vincendo contro l’Alma Trieste

Piacenza interrompe la striscia negativa vincendo contro l’Alma Trieste

Decisivi Hasbrouck e Raspino, rispettivamente con 30 e 18 punti

di Paolo Bossi

Hasbrouck

Piacenza si rimette in  carreggiata dopo le  sei débacle consecutive affrontando a viso aperto l’Alma Trieste e distaccandosi ampiamente disputando un gran terzo quarto da 27-14. Hasbrouck e Raspino in uno stato di forma invidiabile mettono a referto rispettivamente 30 e 18 punti. Per Trieste, incisive l’esplosività atletica di Green e la regia di Da Ros.

 

1° Quarto: La partita si apre con una scossa iniziale di Bobby Jones, ci sono le sue mani in tutti i 7 punti iniziali, prima con una conclusione personale poi innescando Raspino ed Hasbrouck. Trieste tiene testa magistralmente all’assalto sporcando in più occasioni i passaggi avversari. Con una fiammata di Green l’Alma si porta avanti di 1, ma Hasbrouck approfitta di una indecisione di De Ros per andare a recuperare e servire Raspino in alto-basso. Segue un periodo in cui i rimbalzi offensivi fanno da padrone alla gara e permettono a entrambe le squadre di tenersi a contatto nonostante gli errori dal campo, in particolare a Bossi che proprio su rimbalzo offensivo dona il vantaggio ai triestini. Il primo quarto termina 20-22.

2°Quarto: nella prima parte del secondo periodo Trieste potrebbe allungare ulteriormente, ma ciò non avviene per colpa di spaziature e di movimenti che non permettono alla palla di circolare. La difesa triestina viene poi spossata dall’attacco biancorosso che punta sulla fisicità, facendo spendere 3 falli in due minuti a Trieste e innescando un miniparziale di 7-1. Dopo il timeout d’obbligo Trieste si rifà sotto. Green dimostra le sue doti di giocatore versatilissimo segnando da 3, innescato da De Ros, imponendosi in post su Infante e stoppando Formenti, ma è l’unico giocatore che al momento sembra produrre, sia in attacco che in difesa. Formenti resta attaccatissimo a De Ros, De Nicolao a Baldasso e seppur siano troppo zelanti nel pressing in due occasioni, riescono a bloccare subito le loro intenzioni, un Bobby Jones intraprendente e un Raspino in ottima forma convertono le palle perse in punti. A penalizzare Piacenza c’è però il bonus falli che viene speso troppo presto e una copertura non perfetta in contropiede sul finale. Con un quarto da 21-16, Piacenza conduce all’intervallo 41-38.

3°Quarto: La ripresa inizia con un parziale di 10-2 firmato Hasbrouck e Raspino, innescati da un De Nicolao precisissimo. Pecile, sfruttando un ottimo blocco a ricciolo di Green, riesce a tenere Trieste in contatto, seguito da un comodo jumper dalla media di Cittadini. Hasbrouck e Raspino sono però troppo ispirati quest’oggi per il momento e portano la loro squadra ad undici di distacco, servendo anche Luca Infante in post basso. Piacenza allunga ulteriormente quando l’onnipresente Raspino serve il suo lungo due volte nell’angolo, portando il distacco tra le due squadre a sedici punti sul fine quarto, che termina 68-52.

4° Quarto: Trieste tenta di riprendersi dalla leziosità dei passaggi che aveva contraddistinto il suo terzo quarto. La palla gira bene, cambiando spesso lato e trovando buoni tiri, che però sono influenzati dalle polveri bagnate, che a parte un piazzato di Simeoni, non trovano il bersaglio. La difesa trova però la sua reattività originaria. Ne sono prova l’ottimo contropiede innescato da una rubata di Baldasso, che culmina con la bimane di Green o l’ottima stoppata di Da Ros suL tiro di Formenti. La ritrovata potenza difensiva riaccende l’orgoglio triestino che con un parziale di 13-5 si riporta a otto lunghezze di svantaggio (segnano Da Ros, Prandin e Green). A riportare la tranquillità ai ci pensa un rapacissimo Raspino che ristabilisce il vantaggio di dieci a due minuti dalla fine. La difesa piacentina riesce a tenere, nonostante una tripla di Baldasso. Hasbrouck segna i liberi che mettono in ghiaccio la partita e consegnano la vittoria all’Assigeco per 78-70.

Assigeco Piacenza – Alma Trieste 78-70 (20-22, 21-16, 27-14, 10-18)
Assigeco Piacenza: Kenny Hasbrouck 30 (6/11, 5/11), Tommaso Raspino 18 (2/4, 3/4), Bobby Jones 15 (6/12, 0/2), Luca Infante 9 (3/5, 1/2), Matteo Formenti 4 (2/4, 0/3), Stefano Borsato 2 (1/2, 0/0), Francesco De nicolao 0 (0/3, 0/0), Edoardo Persico 0 (0/2, 0/0), Valerio Costa 0 (0/0, 0/0), Nemanja Dincic 0 (0/0, 0/0), Davide Zucchi 0 (0/0, 0/0), Umberto Livelli 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 11 / 13 – Rimbalzi: 29 7 + 22 (Bobby Jones 10) – Assist: 14 (Kenny Hasbrouck, Tommaso Raspino, Francesco De nicolao 3)
Alma Trieste: Matteo Da ros 18 (6/9, 2/6), Javonte damar Green 16 (6/9, 1/5), Alessandro Cittadini 8 (4/8, 0/2), Lorenzo Baldasso 7 (0/0, 1/4), Roberto Prandin 7 (2/4, 1/2), Stefano Bossi 7 (2/3, 1/3), Andrea Pecile 5 (1/1, 1/1), Alessandro Simioni 2 (1/1, 0/0), Enrico Gobbato 0 (0/1, 0/1), Massimiliano Ferraro 0 (0/0, 0/0), Iacopo Demarchi 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 5 / 7 – Rimbalzi: 33 8 + 25 (Javonte damar Green 9) – Assist: 13 (Matteo Da ros 4)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy