Roma ci prova fino alla fine, ma cede a Biella e ai tiri di Mike Hall

Roma ci prova fino alla fine, ma cede a Biella e ai tiri di Mike Hall

Una tripla di Mike Hall chiude la partita a 20 secondi dalla fine, dando a Biella la vittoria di una partita combattuta fino all’ultimo secondo

di Martina De Angelis

Vince Biella una sfida combattuta fino all’ultimo, ma non si può di certo dire che Roma non ci abbia provato: Brown e Raffa, con 20 punti a testa e ben 15 rimbalzi del primo, sono i protagonisti di una Virtus tutta di carattere, che non molla anche quando le difficoltà al tiro la spingono indietro, dimostrando una crescita caratteriale notevole. Dopo aver perso Chessa, uscito zoppicando dopo un’ottima prestazione da 11 punti, la Virtus sembrava finita, e invece ha tirato fuori una grinta spenta solo da una bomba pesantissima di Mike Hall, che a 20 secondi dalla fine ha chiuso i giochi e si è portato a casa i due punti in classifica. Oltre i suoi 16 punti ci sono i 20 di Ferguson, tutti arrivati nei momenti chiave della gara, e l’ottimo supporto di De Vico, Udom e Tessitori. Non è mai piacevole perdere, ma la Virtus deve essere contenta del suo modo di reagire, e di una sconfitta di misura che contro la prima in classifica non è così impensabile: ora bisogna subito pensare alla seconda cara casalinga che l’aspetta (Domenica con Tortona alle 17,00), facendo la conta degli infortuni e sperando di recuperare Massimo Chessa il prima possibile.

LA CRONACA

Inizio freddo per Roma e Biella, che faticano a trovare i primi punti: è Chessa che sblocca il tabellone con due liberi, mentre gli ospiti non riescono a segnare fino al quarto minuto. Cinque punti di fila di Daniele Sandri aprono un break positivo per la Virtus, alimentato dalle triple di Baldasso e Chessa e dall’atletismo di Brown; Ferguson e compagni però restano lì attaccati alla gara (19-15 al 10′). L’inizio del secondo quarto è di Antony Raffa, ma Roma cala il ritmo caricandosi di troppi falli e Biella coglie l’occasione per rimettersi in gara con una tripla di Pollone. Chessa e Brown sono i migliori in campo per i romani, soprattutto il numero 0 che sotto canestro è incontenibile: grazie ai suoi 10 rimbalzi e ai suoi appoggi i padroni di casa vanno a riposarsi avanti 41-35. Ha un’altra faccia l’Angelico nel ritorno in campo, e in un attimo con due canestri di Tessitori e una tripla di De Vico ritrova il vantaggio con un parziale di 11-0, interrotto al 24′ da Brown e Landi. Si procede con equilibrio fino alla fine del quarto, quando Biella prova a staccarsi di nuovo e chiude con una bomba da centro campo di Pollone (60-68 al 30′). Roma perde Chessa che esce zoppicando, mentre Biella fugge a più otto al 36′ con due triple pesanti di Hall e Ferguson. E’ ancora una volta nei momenti di difficoltà che Roma mostra di che pasta è fatta, mettendo in difficoltà gli ospiti fino alla fine: è una bomba di Hall a 20 secondi dalla fine a decretare la vittoria biellese 86-90.

Virtus Roma: Brown 21, Raffa 21, Chessa 11, Sandri 10, Baldasso 12, Landi 11

Pallacanestro Biella: Ferguson 20, Hall 16, Venuto 2, Pollone 8, De Vico 16, Udom 12, Wheatle 5, Tessitori 11

SALA STAMPA

Coach Carrea: “La soddisfazione è tanta, vincere qui è una cosa che merita di essere sottolineata: i ragazzi hanno fatto un’ottima partita, gestita benissimo dal punto di vista tecnico ed emotivo. Nel primo tempo abbiamo subito molto ma i ragazzi sono stati molto bravi a gestire questa cosa e a trovare la chiave giusta per ribaltare la situazione nel terzo quarto.”

Coach Corbani: “Ovviamente non sono contento di avere perso perchè volevamo vincere, ma allo stesso tempo devo dire che sono molto orgoglioso di loro, del loro atteggiamento e di come stanno in campo. Nell’ultimo periodo avevamo due obiettivi: tre su tre alla fine dell’andata per raggiungere le Final Eight, e dopo abbiamo deciso di alzare l’asticella e di vincere. Ma vincere non durante la gara, ma in palestra, giorno dopo giorno: nel nostro obiettivo stiamo andando avanti con grande determinazione e sicurezza, e con ovviamente qualche difficoltà. Sulle difficoltà però lo sapete, noi andiamo avanti e pensiamo subito alla prossima.”

Daniele Sandri: “Virtus Roma, durante questa stagione si è creata un’identità che vuole andare avanti, guardare se stessi con umiltà e non nascondersi dietro nessuna scusa. Noi abbiamo questa testa e questa terremo. Se la partita è andata così è chiaro che qualcosa ci manca, ed è su quel qualcosa che manca che dobbiamo lavorare: noi ci impegneremo su questo, e non andremo dietro a niente che ci distolga da questa volontà ferrea che abbiamo, di crescere insieme e di andare sempre avanti.”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy