Roma torna a casa e vince: sconfitta la Virtus Cassino

Roma torna a casa e vince: sconfitta la Virtus Cassino

Serata da sogno per la Virtus Roma: torna al Palalottomatica ed esordisce con una vittoria. Spettacolare prova di Henry Sims, 24 punti e 15 rimbalzi

di Martina De Angelis

Non poteva chiedere un esordio migliore la Virtus Roma, che per il suo ritorno della casa storica del Palalottomatica porta a casa la sua prima vittoria e soprattutto convince e diverte gli spettatori accorsi per questa prima partita, che sotto tutti gli aspetti sa di nuovo inizio. Si mette subito in luce il talento di Henry Sims, che fin dalle sue prime azioni dimostra che può far davvero divertire il pubblico romano: non solo è top scorer con 24 punti, ma raccoglie soprattutto 15 pesantissimi rimbalzi. Ottima impressione anche quella di Nic Moore, con 17 punti a segno di cui 5 consecutivi e pesantissimi nell’ultimo periodo di gioco, arrivati al momento giusto per fermare una Cassino in ripresa. Molto bene anche Landi, che diventa anno dopo anno sempre più una certezza, e i nuovi italiani, soprattutto Santiangeli e Saccaggi. Nonostante la sconfitta anche Cassino ha giocato una buona prova, in particolare grazie a Ingrosso, autore di 17 punti, al talentuoso Antino Jackson e gli ex romani Raucci, Bagnoli e Pepper. Quello che è mancato a Roma è stata soprattutto una buona continuità sui quaranta minuti, ma ci sarà tempo di migliorare e limare tutti i difetti: quello che stasera ha colpito è una squadra intelligente, che si diverte a giocare e che promette una stagione interessante.

LA CRONACA
Si inizia con il ritmo altissimo sul parquet del Palalottomatica, dove è Sims a segnare i primi punti per la Virtus nel suo storico campo da gioco e fa vedere da subito quante carte ha da giocare. Si mette in luce anche Moore, ma Cassino sa farsi valere nella sua prima partita di A2, mantenendo il primi dieci minuti di gioco sul filo dell’equilibrio, fin quando Roma non si scalda e con Landi, Chessa e Santiangeli si distacca di dieci lunghezze (27-17 al 10′). Cala il ritmo nel secondo periodo di gioco: Roma rallenta molto ma si aggrappa alla classe e al talento di Sims, che le permette di mantenere il vantaggio nonostante una Cassino precisa e attenta, guidata dal talentuoso Jackson e da un ottimo Ingrosso (51-33 al 20′). Dopo essere stata abbondantemente sotto di oltre venti punti, Cassino riesce a raggiungere le quattordici lunghezze di distanza, complice una Virtus troppo ammorbidita e richiamata subito all’ordine da un attento coach Bucchi. Sono una schiacciata clamorosa di Sims e una consecutiva tripla di Santiangeli a riaccendere gli animi, della squadra e del pubblico (73-55 al 30′). Roma pecca di concentrazione, e Cassino sa approfittarne: continuando a lavorare e affidandosi a Ingrosso, e Cassino è di nuovo in partita con dodici lunghezze di svantaggio e cinque minuti rimasti da giocare. Sono cinque punti consecutivi di Nick Moore a chiudere definitivamente la gara: Roma porta a casa la sua prima vittoria con un punteggio finale di 86-71.

Virtus Roma: Spizzichino NE, Alibegovic 4, Lucarelli ne, Chessa 2, Moore 17, Sandri 2, Baldasso 5, Saccaggi 8, Landi 16, Sims 24, Matic NE, Santiangeli 8

Virtus Cassino: Masciarelli NE, Ingrosso 17, Jackson 12, Castelluccia 0, Gambelli NE, Fontana NE , Paolin NE, De Ninno 3, Bagnoli 15, Bianchi NE, Raucci 11, Pepper 13, Rosssi 0, Montagner NE, Pacitto NE

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy