Tortona batte Scafati ed inaugura la nuova era targata Ramondino

Tortona batte Scafati ed inaugura la nuova era targata Ramondino

Prova maestosa della Bertram Tortona che stende la Givova Scafati con un perentorio 85 -64 dando così il benvenuto al nuovo coach Ramondino.

di Matteo Armana

Nel turno infrasettimanale di serie A2 girone ovest inizia il cammino della Bertram Tortona targata Marco Ramondino. Il coach campano, fresco del contratto con i piemontesi, ha sostituito Lorenzo Pansa alla guida dei leoni dopo lo sfotunato inizio di stagione del coach casalese. Sotto la guida di Ramondino la Bertram è alla ricerca della prima vittoria stagionale per poter, finalmente, iniziare la propria rincorsa al desiderato vertice della classifica. Ramondino ritrova a Tortona uno dei suoi “pretoriani” di Casale, Brett Blizzard, anche se nella gara odierna dovrà fare a meno di due pilastri del team come Ganeto, ancora dolorante al ginocchio, e Claudio Ndoja ancora alle prese con l’infortunio che lo tiene fermo ai box dalla preseason. Ospiti della serata al Pala Oltrepò gli arcigni ragazzi do coach Calvani della Giviva Scafati, squadra tosta che ha quattro punti i classifica. Alla voce “ex” di turno oggi Tortona incontra un ex leone, Marco Ammannato.

Inizia la gara, Ramondino schiera Gergati, Tuoyo, Knolwles, Alibegovic e Spizzichini, mentre per coach Calvani lo starting five prevede Thomas, TommasiniGoodwin, Italiano e Rossato. Entrambe le squadre partono un pò contratte ed il primo minuto di gioco passa a retine inviolate, per vedere il primo canestro bisogna aspettare il jumper di Tuoyo che sbocca il risultato quando sono trascorsi due minuto dalla palla a due. Dopo quattro minuti di gioco la Bertram conduce per 6 a 4, in una gara che fino ad ora, ha un ritmo molto basso ed ha visto prevalere la fisicità difensiva ed gli errori in fase di conclusione, tanto che la maggior parte dei punti segnati sono venuti da tiri liberi. Sul 7 a 6 per Tortona entra Blizzard e coach Ramondino si gioca la carta dei quattro piccolied un solo lungo. Quando mancano 3.04 da giocare la Givova Scafati opera il primo sorpasso della gara sul 11 a 12 con una soluzione di Thomas. Ma Tortona è difensivamente molto attiva e mette bene pressione all’attacco dei campani. Il primo break di Tortona porta la firma di un “rinato” Blizzard che infila cinque punti in striscia e porta la Bertram sul 18 a 14. Nelle battute finali di quarto Tortona si sveglia, Blizzard suona la carica ed Alibegovic segna, portando i padroni di casa sul 23 a 16.

Secondo Quarto: Il ritmo si alza notevolmente rispetto al primo periodo ma la retina per il rpimo minuto di gioco non si muove, finchè Ammannato sigla i suoi primi due punti della gara dopo 1.30 di gioco. Esce Garri e rientra in campo Tuoyo e Ramondino fa esordire anche il giovane e talentuoso Buffo. Dopo una serie  di errori in fase di realizzazione, finalmete si iscrive al libro dei marcatori anche Gergati con una giocata di grande esperienza che gli regala il canestro buono più fallo che valgono il 28 a 21 per la Bertram. qando mancano 6.03 alla pausa lunga la Tortona conduce 28 a 23. Ora le squadre si sfidano a viso aperto, il ritmo si alza ed anche le conclusioni iniziano a portare punti sia da una parte che dall’altra e la gara prosegue in un sostanziale equilibrio. Quando mancano 3,21 alla sirena la Betram conduce per 33 a 29. E’ la bomba di Knowles a regalare il +7 ai padroni di casama, dall’altro lato del campo, Ammannato di mestiere si guadagna due liberi che riportano Scafati vicina sul risultato di 36 a 31. Ma Bertram risponde subito con Alibegovic, ispiratissimo, che permette ai suoi di riallungare sugli ospiti. Negli ultimi 120 secondi di gioco Tortona commette alcune ingenuità e Scafati la punisce riportandosi sul meno 1 quando manca pochi secondi al termine. Scafati gioca l’ultimo possesso del primo tempo ma non concretizza e Tortona va al riposo lungo mantenendo il vantaggio di una lunghezza sugli ospiti (38 a 37);

Terzo periodo: le squadre ripartono con i quintetti iniziali ed il primo possesso è per la Givova Scafati che attacca male e Tortona è pronta a ripartire in attacco ma senza fortuna alla conclusione. Come già nel primo quarto è Tuoyo a segnare, questa volta da tre punti e porta Tortona sul + 4. Ma dall’altra parte è Goodwin a rispondere e quando manca 7.38 il punteggio è sul 41  a 39 per la Bertram. Dopo una serie di difese forti e di errori da entrambe le parti è Scafati ad agguantare il pareggio a quota 41 con una palla rubata di Tommasini. Ma la scossa ai suoi la da Blizzard, a fil di sirena dei 24 secondi, che permette alla Bertram di rimettere il naso avanti (43 a 41).  E’ Blizzard, totalemente un altro giocatore rispetto alle prime tre giornate, l’uomo della svolta, segna una bomba fondamentale e regala alla Bertram il + 6 (48 – 42);  Alibegovic, dalla lunetta, sigla il massimo vantaggio per Tortona sul 50 a 42, quando manca 3.14 alla fine del terzo periodo. La Bertram alza la guardia difensiva, Scafati fatica a trovare la via del canestro mentre la Betram sembra prendere ritmo offensivo ed allunga sul 56 a 42 quando mancano 1.40 da giocare. la Givova perde le staffe, il nervosismo in campo si fa palpabile e coach Calvani è costretto a chiamare time out per calmare i suoi quando il punteggio è sul + 16 per la Bertram (58 a 42); Il terzo periodo si chiude con la Betram che, con un parziale di 22 a 7, si porta sul 60 a 44.

Quarto periodo: Tortona scende in campo con la piena inerzia della gara e Scafati sembra non avere più energia per contrastare i bianconeri. Tortona dopo le tre sconfitte consecutive sembra rinata, i giocatori mettono in campo una intensità difensiva ed una attenzione che fino a quattro giorni fa, a Latina, sembrava un miraggio. Tortona questa sera gioca per il riscatto e mette in campo tutta quella intensità ed attenzione che serve ad una squadra per vincere un campionato. Intanto i minuti scorrono, manca 6.30 da giocare e la Bertram rimane serenamente a quota + 15 sul 67 a 52. La Bertram ora non si ferma più, Scafati cede centimetro dopo centimetro ai colpi della Bertram che quando manca 3.20 da giocare guida saldamente 73 a 54, mettendo in bella mostra la grande voglia di riscatto che avevano i leoni bianconeri. Ma la vera chiave di lettura di questa vittoria è da trovarsi nella difesa. mai quest’anno i giocatori bianconeri avevano messo in campo così tanta energia ed intensità difensiva. Questa sera tutti, nessuno escluso, hanno lottato su ogni palla vagante, su ogni rimbalzo, su ogni possesso della Givova., lasciando gli ospiti annichiliti ed incapaci di arrivare agevolamente al canestro.

Il Nostro MVP: Preston Knowles, sempre presente sui due lati del campo, intenso difensivamente come un guerriero e mortifero nelle scelte;

Bertram Tortona: Knoles 20, Tuoyo 14, Alibegovic 16, Cremaschi, Blizzard 15, Buffo, Ndoja, Ugolini, Garri 2, Lusvraghi, Gergati 12, Spizzichini 6; All. Ramondino

Givova Scafati: Tommasini 5, Goodwin 11, Zaccaro, Romeo 7, Contento 4, Ammannato 11, Rossato 10, Thomas 10, Italiano 6, Sgobba; All. Calvani.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy