Treviglio sconfigge Agrigento nel recupero del PalaFacchetti

Treviglio sconfigge Agrigento nel recupero del PalaFacchetti

Una vittoria molto importante per la BCC Treviglio che muove la propria classifica conquistando il match di recupero contro Agrigento per 84-75.

di Adriano Zucchetti

Una vittoria molto importante per la BCC Treviglio che muove la propria classifica conquistando il match di recupero contro Agrigento per 84-75. Un successo sofferto per i ragazzi allenati da Adriano Vertemati che ritornano alla vittoria casalinga dopo 40′ di gioco che li ha visti condurre le danze in estrema scioltezza nella prima metà del match ma soffrire la pressione dei siciliani nei restanti 20′, ospiti bravi a rientrare in lotta per la vittoria ma senza mai avere veramente l’occasione di piazzare il sorpasso fino all’ultimo quarto in cui la BCC non riesce a segnare dal campo per quasi 8′ ma mantiene un solido vantaggio grazie all’efficacia ai liberi.

Coach Vertemati schiera il quintetto standard formato da Caroti in regia, Palumbo e Ivanov sugli esterni, Pacher e Borra sotto canestro; dall’altra parte coach Cagnardi manda in campo per la palla a due De Nicolao in regia, Ambrosin e James sugli esterni, Chiarastella e l’ex Easley sotto canestro.

I primi minuti sorridono a Treviglio che rompe il ghiaccio con l’appoggio al tabellone di Borra e il 2/2 ai liberi di Pacher, dall’altra parte gli ospiti sembrano essere rimasti negli spogliatoi e trovano il primo canestro dall’area solo dopo più di 3′ con Ambrosin, situazione che la BCC sfrutta per ampliare il divario nel punteggio grazie alle realizzazioni di Ivanov e Borra (8-2). Fase centrale del quarto caratterizzata da una grande fisicità in entrambe le aree con diversi contatti al limite del regolamento, gli ospiti cercano di accorciare le distanze trascinati da Tony Easley mentre la BluBasket, nonostante qualche errore di troppo, mantiene i due possessi di vantaggio grazie ai 4 punti di Pacher e alla tripla frontale di Caroti (15-8). Ultimi minuti favorevoli ai siciliani che si riportano pericolosamente vicini ai padroni di casa con 4 punti del capitano Chiarastella e la tripla di Pepe, dall’altra parte la BCC non riesce a bucare la difesa ospite e muove il suo punteggio con il solo canestro dall’area di Taddeo (19-17).

I 4 punti di Pacher inaugurano il secondo periodo che inizia con una BCC molto pimpante ad allungare il divario con gli avversari grazie a un altro canestro di Pacher e al gioco da quattro punti di Taddeo, da parte sua Agrigento infila un canestro con fallo con il neo entrato Moretti ma nulla può davanti a una squadra che viaggia ad almeno due marce in più e che raggiunge la doppia cifra di vantaggio con la realizzazione dall’area di D’Almeida e la schiacciata di Borra (33-20), costringendo un infuriato coach Cagnardi al time out. La strigliata dell’allenatore ospite non sembra dare gli effetti sperati visto che i siciliani continuano a sommare errori al tiro per altri 2′ fino ai canestri dall’area di Moretti e De Nicolao, dall’altra parte Treviglio mantiene un buon margine di sicurezza con il 2/2 dalla lunetta di Pacher e al piazzato di Borra ma lascia anche qualche spazio di troppo in difesa che Agrigento sfrutta per infilare una tripla con De Nicolao e un 2/2 ai liberi con Easley (39-29). Chiusura di secondo quarto equilibrato in cui la BCC colpisce con 6 punti di un ispirato Ivanov e la tripla dall’angolo di Reati mentre i siciliani si affidano prevalentemente ai tiri dalla lunetta per muovere il proprio punteggio e infilano la stoccata sulla sirena con la bomba di Pepe che le permette di andare negli spogliatoi sotto di 10 lunghezze (48-38).

Si torna sul parquet con il freno a mano tirato, il primo canestro arriva dopo 1’30” di gioco con una penetrazione di De Nicolao per una formazione siciliana che un minuto più tardi dimezza lo svantaggio dell’intervallo (48-42) con il piazzato di Ambrosin davanti a una BCC rimasta negli spogliatoi e che Adriano Vertemati prova a scuotere chiamando time out. Con 6’16” sul cronometro si sblocca finalmente Treviglio grazie alla tripla di Palumbo, fondamentale che caratterizza questa fase di gioco in cui si registrano le realizzazioni di Ambrosin e Pepe per gli ospiti e le due di Ivanov, canestri cui però Agrigento ha l’abilità di aggiungere i due canestri dall’area di Easley e Pepe che le permettono di mantenersi a -5 (57-52). Nel finale di quarto la BCC prova a uscire da questo momento di appannamento con il 2/2 ai liberi di Pacher e Reati, dall’altra parte gli ospiti colpiscono con Pepe ed Easley ma l’ultima stoccata è dei trevigliesi con la tripla sulla sirena di Pacher che chiude il parziale sul 64-56 a favore della formazione di casa.

L’ultimo quarto si apre con quasi 2′ di errori al tiro interrotti dall’1/2 ai liberi di James per i siciliani e il 2/2 di Reati per i bianco-blu che aggiungono anche un 1/2 con D’Almeida, ma niente canestri dal campo per altri 2′ fino al piazzato di De Nicolao in una prima parte di periodo brutta dal punto di vista del gioco con diversi palloni buttati via da entrambe le parti. Agrigento ci crede e va a segno con il duo James-Easley, per Treviglio invece continuano i problemi nel trovare il modo di colpire la difesa siciliana dal campo ma ha il merito di raccogliere il minimo sindacale sfruttando il bonus raggiunto dagli avversari per colpire con i liberi di Reati e Palumbo (70-63 a 4’10” dal termine). La tripla frontale di Ambrosin riduce pericolosamente il divario tra le due contendenti, Treviglio soffre sui due lati del campo ma ha la fortuna di avere un giocatore determinato a vincere come Pacher, abile a guadagnare e sfruttare i tiri liberi che gli vengono concessi e a infilare il primo canestro dal campo dei suoi con 2’34” sul cronometro con un appoggio al tabellone che fissa il +9 BCC (76-67) e spinge coach Cagnardi a chiamare time out; il minuto di sospensione non porta i frutti sperati ai siciliani che sbagliano due tiri in serie e subiscono la tirpla di Ivanov che a poco più di 1′ dal termine infila la tripla della vittoria con Ivanov. Nel finale sono da registrare le conclusioni dalla lunga distanza mandate a segno da Reati, Ambrosin e James (cui lo statunitense aggiunge un libero supplementare), il 2/2 ai liberi di Palumbo e il canestro da sotto di Chiarastella che fissano il punteggio finale sul 84-75 a favore della BCC.

Decisivo per la vittoria trevigliese l’apporto di A.J. Pacher (25 punti, 6 rimbalzi, 3 assist, 1/2 dalla lunga distanza e, soprattutto, 10/10 dalla lunetta) e Pavlin Ivanov (finalmente incisivo anche tra le mura amiche, chiude con 21 punti, 4 assist e 3/5 dalla lunga distanza), in doppia cifra Reati (10 punti) e Borra (10 punti e 8 rimbalzi).

Per Agrigento non basta la doppia cifra di Easley (doppia doppia da 14 punti e 10 rimbalzi, cui aggiunge anche 5 assist), Pepe (13 punti, 5 rimbalzi, 3/5 da 3 punti), James (13 punti e 8 rimbalzi), Ambrosin (13 punti) e De Nicolao (10 punti).

BCC Treviglio 84–75 MRinnovabili Agrigento (parziali: 19-17, 48-38, 64-56)

BCC Treviglio: Pacher 25, Cagliani n.e., Amboni n.e., Reati 10, Caroti 3, Nani, Palumbo 6, D’Almeida 3, Manenti n.e., Ivanov 21, Taddeo 6, Borra 10. All. Vertemati

MRinnovabili Agrigento: Rotondo, Cuffaro, De Nicolao 10, Fontana, Chiarastella 6, Ambrosin 13, James 13, Moretti 6, Pepe 13, Easley 14. All. Cagnardi

StatisticheTreviglio: 17/34 da 2, 9/19 da 3, 26/53 totale, 23/25 ai liberi; Agrigento: 20/50 da 2, 7/22 da 3, 27/72 totale, 14/18 ai liberi.

Arbitri dell’incontro: Antonio Bartolomeo di Cellino San Marco (BR), Stefano Wessermann di Trieste (TS), Luca Bonfante di Lonigo (VI)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy