Tripudio rossoblu: la Junior abbatte Legnano e accarezza il playoff!

Tripudio rossoblu: la Junior abbatte Legnano e accarezza il playoff!

Casale stende Legnano e mette i playoff nel mirino.

di Nicolò Foto

CASALE MONFERRATO- Dopo la vittoria in extremis ottenuta sul parquet di Latina, Casale è chiamata alla grande prova per fermare l’avanzata della terribile Legnano e continuare a sognare un piazzamento playoff.

Ritmi alti e tanti errori- La partita è bella fin da subito, seppur colma di errori in fase di impostazione: freddissimo, immediatamente, Raivio (che chiuderà come top scorer di giornata) che manda avanti i cavalieri lombardi, marcati a stretti dai punti siglati dal duo Tolbert-Denegri. Buone le medie dalla lunga distanza, con Maiocco e Martinoni che ribattono colpo su colpo: 8-7. Tomassini, l’MVP dello scorso turno, attanagliato questa volta da problemi alla caviglia, prova a salire in cattedra grazie al tiro in sospensione, ma Battilana pareggia subito. Sono Tolbert e capitan Martinoni a spedire avanti i rossoblu, costringendo coach Ferrari al primo time della contesa. La Junior gioca bene, costruisce ed approfitta degli errori ospiti, recuperando la rimessa errata con Blizzard e sparando dal bersaglio lungo. Non sarà la prima né l’ultima pecca in sede di costruzione per i lombardi. Tolbert, intanto, continua a seminare il panico nel pitturato: è una strepitosa prova corale che porta Casale ad aggiudicarsi il primo round per 21-12.

Il muro juniorino- È sempre Raivio l’uomo del tiro dell’avvio che, insieme a Sacchettini, impreciso in lunetta ma bravo nel tiro in sospensione, provano a rosicchiare punti ai rossoblù. Casale è squadra ostica e di combattenti: uno su tutti Fabio Di Bella, recuperato in extremis anch’esso per una grana alla caviglia, ma che non lo limita nel tiro dalla distanza: 24-17. L’arma piemontese sta nella difesa: Severini sembra il Maldini della pallacanestro con il vizio del punto. Scendono però le percentuali juniorine, così Legnano prova ad approfittarne grazie a Palermo che, prima dalla linea della carità, poi dal perimetro riapre le danze, casomai fossero state chiuse: 26-22. Casale ha bisogno di un caffè, perché Castoldi imbuca in sospensione, Martini appoggia da sotto canestro e si prende il fallo, riportando i cavalieri in vantaggio per 26-27. Ramondino, in versione “Paulista”, lo capisce e chiama il time per dare la sveglia. A Ihedioha e Raivio rispondono Denegri e Tomassini, poi Blizzard in comodo appoggio restituisce il vantaggio a Casale: Ferrari richiama i suoi in panchina ad un minuto e mezzo dall’intervallo lungo, con la Novipiù avanti per 33-31. La partita è ufficialmente nel vivo con Tomassini potenziale MVP: è 37-33.

Gioventù ed esperienza- Tanto per cambiare ci pensa Raivio, chi se non lui, a marcare i primi punti, due minuti più tardi dal ritorno dagli spogliatoi. La risposta però è immediata e targata Denegri. Casale gioca bene e difende meglio, azzerando i 24 secondi avversari. Ciò nonostante, concretizza poco se non con le bombe dalla distanza: è Martinoni a spegnere i fremiti avversari, con la tripla del 42-35. Sotto i fischi del “PalaFerraris”, Baiocco concretizza un gioco da 3 che annulla la bomba precedente. Assurdo, però, convalidare il primo tiro legnanese. Ma Casale ha un giocatore in stato di grazia che risponde al nome di Jordan Tolbert, dominatore sotto canestro ed autore di sei punti consecutivi che valgono il 48-40. Punteggio che diventerà 54-42 grazie alla due bombe in buca sparate in extremis dal “Dibo” nazionale e che spediscono la Novipiù all’ultimo quarto con l’umore di chi sa che può farcela.

Tutti in piedi per questa Junior- Sono Ihedioha e Martini gli ultimi a crederci, provando ad avvicinare nel parziale i cavalieri lombardi. Dall’altra parte, Martinoni fa uno su due in lunetta, tenendo a distanza i suoi: 57-50. Sempre dalla linea della carità, è ancora Martini a mettere altri due mattoncini importanti, contrastati dalla coralità esaltata dal giovanissimo Denegri in stato di grazia. La contesa, dunque, si sposta sul perimetro: Palermo e Tomassini si rispondono per le rime, portando il punteggio sul 62-54 con cinque minuti ancora da giocare. Ramondino però non è domo, dunque chiama il time out per gestire le emozioni del finale. Severini spara dalla distanza, Maiocco risponde ma, prima con Tolbert in schiacciata, poi grazie a Blizzard dalla linea da tre punti, Casale ipoteca la vittoria. Alla fine sarà 73-61: ora la Junior ha un piede e mezzo ai playoff e quaranta minuti in terra ferentinate per completare il capolavoro.

Novipiù Casale 73-TWS Legnano 61

Novipiù Casale: Tolbert 12, Denegri 9, Tomassini 11, Natali 0, Blizzard 9, Di Bella 9, Martinoni 13, Severini 10, De Ros NG, Valentini 0, Bellan 0, Ielmini 0. Allenatore: Marco Ramondino.

TWS Legnano: Roveda 0, Maiocco 10, Secco NG, Palermo 9, Martini 8, Ihedi0ha 6, Sacchettini 9, Gastoldi NG, Raivio 16, Berra 0, Mosley NG, Battilana 3. Allenatore: Mattia Ferrari.

Arbitri: Giovanetti, Scrima, Catani.

Fotogallery a cura di Stefania Monsini

Junior Casale

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy