Virtus Roma corsara al Palabianchini conquista la vittoria sul finale

Virtus Roma corsara al Palabianchini conquista la vittoria sul finale

Roma e Latina sono due realtà che si presentano al Palabianchini con la stessa grinta, la stessa voglia e la medesima situazione di euforia data dalla vittoria contro l’Eurobasket per la prima, e da quella contro Siena al PalaEstra per i nerazzurri. Quasi uno scontro diretto, senza esclusione di colpi, che termina con un affondo finale della Virtus Roma di Piero Bucchi che conquista la vittoria negli ultimi secondi dell’incontro.

di Alessandra Ortenzi, @AlessAndrApple

La cronaca della gara tra Latina Basket e Virtus Roma

Un gioco controtempo quello dei primi tre minuti di questo primo parziale di gara tra Latina e la Virtus Roma. Come un pezzo rock senza pause, le formazioni si alternano tra regie efficaci, recuperi in velocità e realizzazioni improvvise. Carlson accorda subito la sua melodia e Tavernelli guida recuperi e regie. La Virtus non si fa trovare impreparata e tiene testa ai padroni di casa. A metà del quarto il punteggio è di 11 a 12 per la Virtus dopo i due punti di Alibegovic (5 personali parziali di tempo). Si lotta sotto canestro. Le difese sono molto fisiche e il gioco è equilibrato e veloce. Sul timeout della panchina giallorossa a 3 e 16 dal termine il punteggio è pressoché invariato con Latina in testa 13 a 12 dopo i due punti di Fabi su Assist di Tavernelli. Latina commette qualche errore di troppo e consente a Roma di aumentare la distanza. Un passaggio a vuoto di Tavernelli e un fallo in attacco di Allodi, consentono ad Alibegovic e Sandri di scavare un solco che decreta il 15 a 23. Sul timeout di Latina a 1 e 11 dal termine il punteggio è sensibilmente cambiato. Sono bastati due minuti perchè Roma riesca ad infliggere un parziale di 11 a 2 ai pontini. Si scivola verso la fine. Il tempo si chiude 18 a 25 con la tripla sulla sirena di Fabi.

 

I due punti di Cassese e di Allodi e i due falli di Alibegovic, di cui uno in attacco, che mandano in lunetta Lawrence, consentono ai padroni di casa di ridurre il vantaggio giallorosso a +1 (24 a 25) in soli due minuti. Il sorpasso Latina (27 a 25) avviene con la tripla di Carlson (8 punti personali parziali) e Allodi, sempre pronto a ricevere suggerimenti, aiuta a contrastare la reazione di Roma con i due punti di Saccaggi. Latina prende forza dagli errori dei ragazzi di Bucchi e a metà del quarto conduce la gara 37 a 29 con un parziale di 10 a 4 in soli 3 minuti di gioco. Latina serra la difesa sotto canestro e Roma non è sempre pronta ad approfittare dalla lunetta. In ogni caso la romana si avvicina pericolosamente e sul timeout Latina a 2 e 21 dal termine della metà della gara, il punteggio è 40 a 36. Latina gioca un minuto di furbizia tecnica che le consentono di mettere a dimora ben 7 punti di vantaggio. Ma Roma non si ferma. Il tempo termina 47 a 43.

 

Sims e Carlson, Baldasso e Lawrence e poi tanta bella difesa nerazzurra ma Sandri, a 2 e 35 dall’inizio del tempo, avvicina i suoi pericolosamente 50 a 49 con un recupero velocissimo. Baldasso, con un bel lavoro in difesa, consente ai suoi di prendere fiducia. Il resto lo porta a termine Sandri che conquista il vantaggio 51 a 50. Risponde capitan Tavernelli con i due punti su assist di Baldassarre. Sul ribaltamento l’errore di Sims consegna la palla in mano ai padroni di casa. La panchina di Roma si ribella con troppa veemenza e il tecnico è inevitabile. A metà del tempo il punteggio è in favore di Latina 53 a 51 con il pubblico giallorosso in fiamme. Il nervosismo è il padrone del campo e Latina non riesce a capitalizzare i possessi. Roma è sempre lì incollata e Sandri lotta per recuperare ogni errore dei nerazzurri nell’area: intercetta un passaggio di Fabi e serve un assist a Santiangeli che segna il sorpasso 53 a 54 che precede il timeout Latina. Non sono i due provvidenziali punti dalla lunetta di Carlson ma il bellissimo lavoro di Di Bonaventura che lascia interdetti i giallorossi. Il 55 nerazzurro recupera anche un fallo da Saccaggi e realizza 2 su 2 portando Latina a +3 (57 a 54) quando mancano due minuti alla fine del tempo. Roma reagisce ma Latina riesce a tenere il punto della situazione. Baldassarre fa spazio a Lawrence che realizza i due punti del 62 a 58 a pochi secondi dal termine e poi manda Sandri in lunetta sul ribaltamento. E’ sempre Andrew Lawrence a chiudere il tempo 64 a 62 con un tiro sulla sirena.

 

Di Bonaventura e Baldassarre consegnano nelle mani dei giallorossi 3 utilissimi punti in pochi secondi. Latina sente la pressione degli avversari e perde la concentrazione al pari del controllo sul possesso di palla. Sims ne approfitta e porta di nuovo in vantaggio i suoi a 2 inti di gioco (64 a 65). Se eravamo rimasti sbalorditi dalla pressione del gioco di Tortona in terza giornata, non avevamo ancora vissuto il confronto con la Virtus. I ritmi sono serrati e il gioco è molto verticale e a tratti sospeso con passaggi e logiche velocissime. L’alternanza dei possessi e la compensazione dei punti impedisce alle squadre di decollare verso una soluzione definitiva. Fabi si rende protagonista di questo tempo come Sims è l’autore delle risposte all’offensiva nerazzurra. Sul timeout chiamato da Roma a metà del tempo, il punteggio è fermo 68 a 69 con tutto ancora da definire. Sims si fa pericoloso in attacco e in difesa. Saccaggi e Allodi costretti a lasciare il campo per aver raggiunto il massimo delle penalità, lasciano spazio ad un gioco differente che innervosisce probabilmente Sims che recupera un doppio fallo e un tecnico escludendolo dalla gara. Questo sembra spostare  gli equilibri. Mancano poco più di 2 minuti e Latina è in vantaggio 76 a 74 con la rimessa a favore. Sandri si fa prendere la mano e manda Baldassarre in lunetta. Il campo e gli spalti sono infuocati. Sono i 100 secondi di Sandri e della tripla di Baldasso, dei liberi di Fabi e dei due punti ancora di Baldasso a 5 secondi dal termine che regala a Roma la vittoria per 82 a 84.

 

Latina Basket vs Virtus Roma 82 a 84

(18-25, 47-43, 64-60).

Benacquista Assicurazioni Latina Basket: Lawrence 14, Carlson 16, Hajrovic, Tavernelli 7, Cassese 4, Fabi 19, Baldassarre 8, Allodi 6, Jovovic n.e., Ambrosin n.e., Di Prospero n.e., Di Bonaventura 8. Coach Gramenzi. Vice Di Manno.

Virtus Roma: Spizzichino n.e., Alibegovic 13, Lucarelli, Chessa 3, Moore 5, Sandri 19, Baldasso 11, Saccaggi 3,  Landi n.e., Sims 26, Matic, Santiangeli 4. Coach Bucchi. Vice Michelutti.

Statistiche: Latina tiri da 2 59% (17/29) tiri da 3 29% (8/28) tiri liberi 83% (24/29); Roma tiri da 2 59% (24/41) tiri da 3 33% (7/21) tiri liberi 65% (15/23).

Arbitri dell’incontro: Costa Alessandro di Livorno, Ferretti Fabio di Nereto (TE), Pecorella Pasquale di Trani (BT).

 

(foto di Fabrizio Di Falco)

 

L’album completo delle foto dell’incontro

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy