Serie A, Basket in Carrozzina – Cantù inarrestabile, la Briantea ipoteca la vetta

Serie A, Basket in Carrozzina – Cantù inarrestabile, la Briantea ipoteca la vetta

Ai brianzoli anche lo scontro diretto con S. Stefano. Vincono Giulianova, Porto Torres e Santa Lucia.

di La Redazione

Non conosce sosta la marcia trionfale della UnipolSai Briantea84 Cantù in questa stagione regolare del massimo campionato di basket in carrozzina: nove vittorie su nove incontri disputati, ultimo quello in casa della rivale più accreditata e vicina in classifica, il S. Stefano Avis, sconfitto 64 a 56 al termine di 40 minuti di altissimo livello tecnico ed agonistico. I campioni d’Italia in carica della Briantea mettono così una serissima ipoteca sulla testa di serie numero uno, in vista dei playoff Scudetto: a cinque giornate dal termine, i punti di vantaggio sulla seconda sono infatti 4, con tutti gli scontri diretti a favore. Alle spalle della coppia di testa, vincono tutte le inseguitrici: Deco Group Amicacci Giulianova e Key Estate Porto Torres, rispettivamente terza e quarta, e Santa Lucia Roma, che non perde la scia rispetto alla zona playoff.

Ma i riflettori della seconda giornata del girone di ritorno di sabato 26 gennaio erano tutti puntati sul Pala Principi di Porto Potenza Picena, per lo scontro diretto tra due delle squadre più accreditate per giocarsi lo Scudetto, la UnipolSai Briantea 84 Cantù e i padroni di casa del S. Stefano Avis. Il match sostanzialmente viene deciso da un parziale che ad inizio terzo quarto spezza un equilibrio rimasto fino a quel momento quasi intatto: dopo i primi 20 minuti di grande intensità, durante i quali il S. Stefano Avis sembrava aver imbrigliato l’attacco della Briantea84 grazie ad un efficace pressing a tutto campo, i lombardi trovano la chiave per risolvere il rebus tattico di coach Ceriscioli e piazzano un 8 a 1 di break per scavare quel margine che i rivali non riusciranno più a ricucire fino alla sirena finale. Letale l’arma del contropiede canturino, con Adolfo Berdun vera spina nel fianco per la difesa marchigiana: l’argentino è mortifero nel trasformare ogni canestro sbagliato dagli avversari in un rapidissimo ribaltamento di fronte e con i suoi 24 punti indirizza definitivamente l’inerzia del confronto. Il S. Stefano, perse le misure difensive nel terzo quarto, va in confusione anche in attacco, non trovando più quelle combinazioni che avevano messo in crisi la difesa dei campioni d’Italia, punita soprattutto da un Andrea Giaretti da 20 punti nei primi 20 minuti (saranno poi 24 al termine).

La bella vittoria della UnipolSai Briantea84 Cantù non può che essere il miglior viatico per approcciarsi ai preliminari di Champions League del prossimo weekend, quando a Seveso gli avversari saranno Galatasaray, Bilbao, Amburgo e Bkis, con in palio l’accesso ai quarti di finale della coppa continentale più prestigiosa.

Approfittano della sconfitta del S. Stefano Avis le due inseguitrici Deco Group Amicacci e Key Estate Porto Torres, per accorciare la classifica in zona playoff. Gli abruzzesi battono in casa senza troppi patemi la Dinamo Lab Banco di Sardegna 71 a 56: partenza forte di Giulianova, che a metà primo quarto è già avanti 14 a 2. I sardi provano a ricucire uno svantaggio che arriva a sfiorare anche i 20 punti, ma i tentativi di rimonta del secondo e terzo quarto non vanno mai in porto, nonostante i 25 punti di Gomez e la bella prestazione offensiva di Claudio Spanu (13 punti con 6/13 dal campo): l’Amicacci Giulianova controlla ritmo e punteggio della partita per mettere al sicuro la terza vittoria consecutiva: ancora degna di nota la prestazione di Roberto Mena Perez (19 punti), in doppia cifra anche Galliano Marchionni (13 punti e 8 assist) e Andrzej Macek (16 punti con 8/8 da due). Anche per Giulianova il prossimo impegno sarà sul campo europeo, con una qualificazione in Champions da contendere a Ilan Ramat, Besiktas, Meaux e Gran Canaria.

Meno semplice la vittoria casalinga del Key Estate Porto Torres, nonostante i pronostici della vigilia quasi a senso unico contro l’SBS Montello: i sardi invece soffrono molto, probabilmente ancora memori della brutta ed inaspettata sconfitta di sabato scorso in casa di Varese. L’SBS Montello gioca bene, la coppia Gabas (23 punti) e Gabranovs (16 punti) funziona in attacco e in difesa l’intensità abbassa le percentuali degli avversari. I lombardi iniziano avanti nel punteggio il quarto quarto (37-39 a 9’44” dal termine), ma poi sale in cattedra il fuoriclasse polacco Mateusz Filipski, che sfiora l’ennesima tripla doppia della propria annata (25 punti, 14 rimbalzi e 9 assist) trascinando Porto Torres alla sofferta vittoria 61 a 55. I sardi sono la terza squadra italiana che nel prossimo fine settimana si giocherà l’accesso ai quarti di finale di Champions League: avversarie Lahn-Dill, Albacete, Owls e Le Cannet.

Vince infine anche il Santa Lucia Roma, che si scuote dopo un periodo nero battendo tra le mura amiche l’HS Varese con un netto 73 a 40, che permette ai romani di salire a quota 8 punti in classifica e di non perdere contatto con il prezioso quarto posto, distante 2 punti e valevole la qualificazione ai playoff. Match mai in discussione contro una Varese rimaneggiata per le assenze di Roncari e Binda: il Santa Lucia chiude subito la pratica dopo un primo quarto dominato 26 a 12. Ottima prova offensiva di Marco Stupenengo, top scorer con 26 punti conditi da 7 assist, mentre torna a far registrare una doppia doppia Matteo Cavagnini, che firma 15 punti e 12 rimbalzi in 30 minuti.

Il campionato osserverà ora un turno di riposo per dare spazio ai preliminari di Champions League. Si tornerà in campo sabato 9 febbraio per la decima giornata di stagione regolare.

9^ GIORNATA – I RISULTATI

S. Stefano Avis – UnipolSai Briantea84 Cantù 56 a 64

Santa Lucia Roma – HS Varese 73 a 40

Deco Group Amicacci Giulianova – Banco di Sardegna Dinamo Lab 71 a 56

Key Estate Porto Torres – SBS Montello 61 a 55

LA CLASSIFICA

18 punti: UnipolSai Briantea84 Cantù

14 punti: S. Stefano Avis

12 punti: Deco Group Amicacci Giulianova

10 punti: Key Estate Porto Torres

8 punti: Santa Lucia Roma

6 punti: Banco di Sardegna Dinamo Lab

2 punti: SBS Montello e Hs Varese

FONTE: Uff. Comunicazione FIPIC

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy