Serie A, Basket in carrozzina – S. Stefano e Giulianova in semifinale scudetto

0

Primi verdetti dopo la seconda giornata di post-season nel campionato di Serie A di pallacanestro in carrozzina: i campioni d’Italia del 2019 del S. Stefano Avis e la Deco Group Amicacci Giulianova sono le prime due squadre a staccare il pass per le semifinali Scudetto, dopo il doppio successo nei quarti di finale, rispettivamente contro Reggio Calabria Bic Farmacia Pellicanò e SBS Montello.

Il quadro dei quarti di finale si completerà entro il prossimo fine settimana, quando a Padova si giocherà la seconda metà della sfida che ha visto sorprendentemente passare in vantaggio lo Studio 3A Millennium contro i favoriti del Key Estate GSD Porto Torres, e in Sardegna si disputerà il doppio confronto tra Dinamo Lab Banco di Sardegna e UnipolSai Briantea84 Cantù (le società di sono accordate per giocare il 20 e il 21 marzo proprio in terra sarda, per ovviare alle difficoltà logistiche legate al Covid).

Sul velluto fin qui la cavalcata in campionato del S. Stefano Avis, che pure ha dovuto fare i conti nel corso di queste settimane con numerose assenze causa positività: i ragazzi di coach Ceriscioli non rallentano la propria corsa e, dopo aver vinto gara uno contro Reggio Calabria 83 a 27, hanno concesso un sonoro bis in trasferta, vincendo con un nettissimo 111 a 26. Da evidenziare, come spesso accaduto in questa stagione, il contributo offensivo di Andrea Giaretti, autore di 33 punti; bene anche Domenico Miceli (22 punti) e l’olandese De Boer (20 punti). Nessun giocatore in doppia cifra invece per Reggio Calabria.

Solida anche la prestazione della Deco Group Amicacci Giulianova, che sul parquet di casa era chiamata a difendere gli 11 punti di vantaggio accumulati nel match di andata vinto a Bergamo 59 a 48 contro l’SBS Montello; gli abruzzesi gestiscono bene l’andamento del match, senza mai andare in particolare sofferenza, nonostante i due lunghi avversari Edwards e Gabas abbiano alla fine combinato per 45 punti complessivi (24 per l’inglese, 21 per l’argentino). Fa la differenza ancora il lettone Beginskis, tra i più continui nella Serie A di quest’anno, che mette a referto 24 punti e 7 assist pesantissimi nell’economia del 64 a 61 finale.

Sorprende ancora lo Studio 3A Millennium Basket, che ribalta il pronostico della vigilia in gara uno dei quarti contro il Key Estate GSD Porto Torres: in Sardegna, la squadra giovane squadra veneta allenata da Fabio Castellucci, priva di Amine Gamri, tra i migliori nell’ultima uscita stagionale, sfodera forse la migliore prestazione dell’anno, vincendo in casa di una delle squadre più accreditate per arrivare fino in fondo a questa post-season. E il margine di vantaggio sarebbe potuto essere anche più ampio rispetto al 69 a 64 finale, considerato che Padova ha anche sfiorato il ventello di margine nel corso del match. Bene il veterano Bargo (16 punti per l’italo-marocchino), ma sono altri tre i marcatori in doppia cifra per Padova (Casagrande 20, Raourahi 13, Scandolaro 11), a testimonianza della coralità del gioco e della chiarezza delle idee messe in campo dagli ospiti. IL GSD Porto Torres si aggrappa alla reazione finale (favorita da un paio di ingenuità difensive dei veneti proprio nelle azioni conclusive) e al contributo del nuovo arrivato Rossetti (28 punti all’esordio), per cercare di ribaltare il confronto e conquistare la semifinale.

FONTE: Uff. Stampa FIPIC

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here