Basket in carrozzina – UnipolSai Briantea Campione d’Italia, ottavo scudetto per Cantù

0

Otto volte Campioni d’Italia nella storia del club, la UnipolSai Briantea84 Cantù ha conquistato lo Scudetto 2021 Fipic (Federazione Italiana Pallacanestro in Carrozzina) e lo ha riportato a casa. Festa grande al PalaMeda nonostante l’assenza dei tifosi che anche a distanza si sono fatti sentire, trionfo per i biancoblù che hanno messo la ciliegina sulla torta in una stagione particolare e unica per via della pandemia di Covid-19. Al PalaMeda è finita 73-56 per la UnipolSai contro S. Stefano.

Gara tre è iniziata in favore di S. Stefano che si è portata subito sul 6-0, ma la UnipolSai ha risposto con un break che di fatto ha indirizzo la partita (15-0). Nel secondo quarto c’è stato l’allungo biancoblù. Dopo la pausa S. Stefano ha provato a recuperare il distacco con un tempo a favore (17-7), ma il finale è ancora tutto UnipolSai. Top scorer Adolfo Damian Berdun con 19 punti che ha conquistato anche il trofeo MvP della serie Scudetto (62 punti in tre gare).

Coach Riva opta per un quintetto iniziale composto da Francesco Santorelli, Driss Saaid, Adolfo Damian Berdun, Filippo Carossino e Simone De Maggi. Partenza tutta di S. Stefano che fa subito 6-0 con Enrico Ghione (4) e Domenico Miceli (2). La UnipolSai risponde e ribalta la situazione con De Maggi, Berdun e Saaid prima e poi con Carossino che ne fa 5 consecutivi. Punteggio di 11-6 per i biancoblù quando mancano meno di 4’ alla fine del primo quarto. De Maggi e Santorelli allungano sul +9, Sabri Bedzeti a spezzare il break canturino che in totale dice 15-0. Dentro Giulio Maria Papi, Alberto Esteche e Luka Buksa, fuori De Maggi, Santorelli e Saaid. Ghione preciso dalla lunetta (due su due), risponde Buksa. Dopo 10 minuti di gioco il punteggio è di 21-10 per la UnipolSai.

La UnipolSai rientra in campo con l’ultimo quintetto. Subito Berdun, Patrick De Boer va a referto per S. Stefano. Ancora Berdun per il 25-12 dopo poco più di 1’ di gioco, poi non sbaglia il libero a disposizione. Buksa per il +16, grande intervento difensivo di Berdun su Veloce a sventare il pericolo. De Boer uno su due dalla lunetta, Papi fa +17 (30-13) in un inizio di tempo molto intenso. In questa fase la UnipolSai produce buon gioco corale in zona offensiva, grande dialogo tra i 5 in campo come quello che poi porta ai due punti di Carossino che poi alimenta dalla lunetta. Miceli ritorna a referto per S. Stefano. Fuori Buksa, Carossino ed Esteche, dentro capitan Jacopo Geninazzi, Santorelli e Saaid. Proprio Saaid porta i suoi al +20 (35-15) quando ormai siamo arrivati al giro di boa del secondo quarto. Assist di Saaid per Papi che non sbaglia, Stupenengo per i primi due punti. Bedzeti guadagna fallo e raccoglie solo un punto dai liberi. Miceli al rientro dal time-out prova a ridurre il gap, subito Berdun preciso dai liberi dopo aver guadagnato fallo. Papi e Saaid allungano per il 45-22 che porta le squadre a riposo.

La UnipolSai junior ritorna in campo con Santorelli, Saaid, Berdun, De Maggi e Carossino. Carossino spezza i 4 punti di Ghione in avvio di questo tempo, poi il canestro di Bedzeti. Coach Riva chiama il time-out. Sul parquet del PalaMeda errori al tiro per entrambe le formazioni, Ghione prova a riportare i suoi in scia con la precisione dai liberi. Carossino interrompe il momento S. Stefano con 4 punti. Dentro Papi, Buksa ed Esteche, fuori De Maggi, Santorelli e Saaid. Ancora Ghione che sfrutta la mano calda, Bedzeti aggiunge altri due punti. 51-34 per la UnipolSai a poco più di 2’ dalla fine. Esteche uno su due dalla lunetta, Bedzeti fotocopia poco dopo.

Ultimo quarto. Ghione porta i suoi sul -11 (52-41), Esteche pesca una tripla importantissima che scaccia i guai. Bedzeti uno su due dalla lunetta, Carossino e Berdun in risposta. Bedzeti raccoglie ancora metà dai liberi, Carossino di precisione non sbaglia sotto canestro. A pco più di 6’ al termine della gara il tabellone dice 61-43 per la UnipolSai. Berdun allunga sul +20, Esteche alimenta, poi Bedzeti (due su due dalla lunetta). Ancora Berdun, Bedzeti non molla. Papi preciso dalla lunetta, Francesco Castellani primo canestro dal libero. Santorelli per il 71-50, poi Salim Chakir che raccoglie anche il libero a disposizione. Tripla di Bedzeti, poi ancora Berdun. Nel finale è festa UnipolSai: 73-56.

Tempi: (21-10, 45-22, 52-39)

Tabellino:

UnipolSai: (Berdun 19, Carossino 18, Papi 10, Saaid 6, Esteche 6, De Maggi 4, Buksa 4, Santorelli 4, Geninazzi 2, Makram, De Prisco, Bassoli).

S. Stefano: (Bedzeti 17, Ghione 16, Miceli 8, Stupenengo 6, De Boer 3, Chakir 3, Castellani 3, Tanghe, Giaretti , Veloce, Schiera)

Arbitri: Maurizio Zamponi, Cristiano Penzo, Emanuele Palazzo.

RISULTATI E PROGRAMMA GARE:

Gara 1 – S. Stefano Avis-UnipolSai Briantea84 Cantù 61-60 (sabato 10 aprile)

Gara 2 – UnipolSai Briantea84 Cantù-S. Stefano Avis 69-53 (sabato 17 aprile)

Gara 3 – UnipolSai Briantea84 Cantù-S. Stefano Avis 73-56 (sabato 24 aprile)

UFFICIO STAMPA ASD BRIANTEA84

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here