EuroLega, 12ª giornata. Llull e Tavares lanciano il Real Madrid. Asvel k.o solo nel finale

Torna alla vittoria il Real Madrid che fatica e non poco contro l’Asvel. I blancos inseguono i francesi per 35′ per poi sferrare il colpo decisivo negli ultimi minuti grazie alla solidità del lungo e la precisione dell’esperto nr.23 (19 punti a testa). Real alla 6a vittoria nelle ultime 7 uscite.

di Alessandro Elia

Il Real Madrid torna alla vittoria in Eurolega contro l’Asvel centrando il suo 7°successo continentale (il 6°nelle ultime 7 gare giocate). Ma per piegare l’Asvel Villeurbanne, arrivato al Wizink Center con il petto gonfio dopo le affermazioni contro Barcellona e Panathinaikos, non è stato per niente facile e c’è stato bisogno di tutta la classe di due suoi leader. I francesi hanno condotto la gara per oltre tre quarti, assumendo vantaggi anche sopra la doppia cifra. Ma negli ultimi 5′, Walter Tavarese e Sergio Llull si sono messi la squadra sulle spalle e con un parziale di 11-5 negli ultimi 3′ e mezzo di partita hanno portato altri due punti nella classifica dei madrilisti.

L’Asvel è partito fortissimo, quasi come avesse ripreso il discorso interrotto nel recupero contro il Pana. Yabusele e Freeman spingono gli ospiti sul 19-26 al 10′ con il tiro da tre punti ancora arma principale. 6/7 dall’arco con media perfetta rovinata soltanto dal tiro sulla sirena di fine quarto di Cole. Il Real accusa la precisione avversaria ma rimane comunque in partita. Nel secondo quarto c’è maggiore intensità tra i locali che hanno anche una migliore distribuzione offensiva. L’Asvel tocca per la prima volta il +10 (23-33) prima che si accenda Llull. Tre triple di fila del veterano di Laso rimettono il Real in corsa (32-35 dopo 4′). L’Asvel però si assesta e riesce a replicare con maestria andando al riposo lungo con 10 punti di scarto (40-50) con Yabusele e Cole gli unici della serata in doppia cifra dopo 20′.

Gettyimages

Nella ripresa Freeman e Cole tengono alte le percentuali dei transalpini da tre punti. L’Asvel conduce ma adesso subisce l’irruzione prepotente sulla partita di Tavares. Il capoverdiano segna, stoppa e schiaccia quasi a suo piacimento nel suo momento migliore dell’intera serata. Il Real si avvicina a -4 (54-58) ma subisce ancora la replica avversaria, stavolta con Bako e Lighty. L’ex Sassari segna 4 punti di fila per il 57-68 con Laso che chiede timeout avvertendo brutti presagi. Dopo i libei di Tavares e il canestro di Cole c’è la tripla di Llull sulla sirena. 61-70 per l’Asvel ma il Real è vivo.
Cole comanda le operazioni a inizio di ultimo quarto. L’Asvel arriva sul 67-75 ma sono i suoi ultimi fuochi. L’ottimo Causeur (13 punti, tutti nel secondo tempo) firma la parità dalla lunetta a -4’33” dalla fine. L’Asvel spreca e il Real passa a conurre con la tripla da urlo di Llull. La squadra di Laso mette la freccia e saluta a tutti. Coach Parker le prova tutte per rimanere agganciato ma la spallata del Real è stata forte. L’Asvel comunque non molla ma il risultato finale premia il Real Madrid che si rilancia prepotentemente in classifica dell’Eurolega (7-5) dopo un inizio incerto.

MVP. Palma del migliore a Walter Tavares con Llull secondo solo di un incollatura. Il capoverdiano è una costanza per l’intera partita con i suoi 19 punti (gli stessi di Llull) 7/8 al tiro e 6 rimbalzi.

 

Real Madrid-LDLC Asvel Villeurbanne 91-84 (19-26, 40-50, 61-70)

Real Madrid: Causer 13, Randolph, 2 Fernandez 8, Abalde 2, Laprovittola 5, Alocen, Deck 7, Garuba 6, Tavares 19, Llull 19, Thompkins 8, Taylor 2. Coach: Laso

LDCL Asvel Villeurbanne: Freeman 11, Kahudi 2, Diot 3, Fall 6, Nova, Hayes, Bako 4, Lighty 13, Howard 3, Yabusele 21, Cole 21, Strazel. Coach: TJ Parker

Clicca qui per gli altri recap di EuroLeague.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy