EuroLega, 25ª giornata: Lo Zenit espugna Belgrado. Pangos decisivo

I russi di Pascual espugnano l’Aleksandar Nikolic Hall di Belgrado comandando nel primo tempo e subendo i serbi nel secondo. Finale punto a punto risolto da una tripla di Pangos a 23″ dalla fine. Loyd fallisce il tiro della vittoria in entrata.

di Alessandro Elia

Lo Zenit San Pietroburgo riassapora il gusto della vittoria in Eurolega e riprende la sua corsa verso i playoff. Dopo 3 k.o di fila, e in attesa del recupero contro Milano, la squadra di Pascual passa sul campo della Stella Rossa che rimedia così la 4a sconfitta in Europa, una serie solo mitigata dal successo degli uomini di Radonjc in Coppa di Serbia.
Primo tempo comandato dallo Zenit che è avanti 16-22 al suono della prima sirena e allunga prima dell’intervallo andando al riposo sul +12 (36-48) dando l’impressione di essere più in palla e superiore dell’avversario. Nella Stella Rossa si esalta Loyd, già a quota 17 punti dopo 20′ e sicuramente il più in palla dei padroni di casa.
Nella ripresa i serbi escono fuori. Loyd e Simonovic portano la Stella sul 47-54 a metà del terzo quarto con lo Zenit che trema. Nella seconda metà del periodo si segna molto da tre punti. Complessivamente c’è un parziale di 9-5 per i locali che all’ultima pausa hanno soltanto 5 punti da recuperare. E’ una partita diversa rispetto a quella del primo tempo, e lo si capisce definitivamente quando la Stella Rossa piazza il break di 6-0 che la porta avanti (62-61) dopo 2 minuti e mezzo del quarto periodo. Dobric continua a segnare da fuori e il sorpasso è firmato da Davidovac dopo una rubata e un conseguente contropiede. Lo Zenit accusa il colpo ma reagisce e torna avanti con Pangos che prende per mano la squadra. Botta e risposta e si arriva all’ultima curva con la Stella Rossa avanti 75-73 a 36″ dalla fine. A decidere tutto è proprio Pangos che mette la tripla del nuovo vantaggio russo a 23″ dallo stop. La Stella Rossa organizza l’attacco ma Kuzmic blocca irregolarmente e gli viene sanzionato un fallo in attacco. Lo Zenit avrebbe l’opportunità di chiudere il match ma c’è l’infrazione di 5″ sulla rimessa. I serbi hanno dunque una nuova possibilità per ribaltare le sorti dell’incontro. Stavolta la palla arriva a Loyd che accelera ed entra in area arrivando fino al ferro ma il suo appoggio con la mano sinistra è un errore. Lo Zenit tira un sospiro di sollievo. C’è il fallo su Rivers che fa 0/2 ai liberi ma quando la Stella Rossa ha la palla in mano mancano solo 2″ e c’è solo la preghiera di Dobric che finisce lontanissima dal ferro. Finale 75-76 per lo Zenit esaltato dalla prova di Kevin Pangos. 25 punti (10 nel primo tempo) con 5/8 da due e 5/6 da tre punti. Semplicemente il migliore in campo.

Crvena Zvezda-Zenit St.Petersburg 75-76 (16-22, 36-48, 56-61)
Crvena Zvezda: Loyd 21, Uskovic 5, Saranovic, Vujicic, Davidovac 8, Lazic 6, Radanov 6, Dobric 13, Simonovic 3, Jagodic-Kuridza 7, Kuzmic 6. Coach: Radonjc
Zenit St.Petersburg: Rivers 9, Zakharov 3, Pangos 25, Fridzon 1, Hollins 6, Thomas  6, Baron 7, Pushkov, Zubkov 6, Poythress 2, Ponitka 2, Gudaitis 9. Coach: Pascual

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy