Israele, playoff Winner League: Prima sconfitta per il Maccabi Tel Aviv

Israele, playoff Winner League: Prima sconfitta per il Maccabi Tel Aviv

Il Maccabi Rishon infligge alla squadra di Sfairopoulos il primo stop dopo la ripresa. Gara decisa da un ottimo Harrison. Wilbelkin fallisce la tripla della vittoria per Tel Aviv. Nell’altro girone il Gilboa vince lo scontro contro l’Hapoel Eliat e rimane l’unica imbattuta nei playoff.

di Alessandro Elia

Completato il terzo turno dei playoff della Winner League e si registra il primo stop del Maccabi Tel Aviv, il 3° nell’intera stagione israeliana. A fare il colpo è stato il Maccabi Rishon, terza forza del campionato dietro i campioni in carica e l’Hapoel Jerusalem. Nell’altro incontro del Girone Top Teams vince proprio l’Hapoel contro Holon. La squadra di Oded Katash è sempre alle spalle del Maccabi distanziata di 2 vittorie.

Top Teams League Group
HAPOEL HOLON-HAPOEL JERUSALEM 81-93 (16-30, 38-50, 67-71)
MACCABI RISHON-MACCABI TEL AVIV 92-90 (27-24, 57-45, 77-69)

Il Maccabi Tel Aviv rallenta la sua corsa nei playoff. Dopo aver faticato contro l’Hapoel Jerusalem i detentori del titolo cadono davanti al Maccabi Rishon di D’Angelo Harrison. 23 punti e 11 rimbalzi per l’americano classe ’93 che trascina la sua squadra (priva di Alex Hamilton) in ottimo primo tempo chiuso in vantaggio di 12 lunghezze. Nella ripresa il Rishon è sempre davanti gestendo il divario. Nell’ultimo minuto la gara si infiamma. Il Maccabi Tel Aviv segna 8 punti di fila riportando tutti in parità a quota 88 a 40″ dalla fine. Rishon riesce a replicare con i liberi di Harrison che lo riportano avanti di 2 lunghezze. Nell’ultimo possesso Wilbelkin (serata in ombra con un 1/7 da tre) fallisce la tripla della vittoria. Per il Maccabi Rishon ci sono anche 16  punti di Oz Blayzer e 15 di Darryl Monroe. Per Tel Aviv il migliore è stato Caloiaro (20 punti, 6/8 da due e 2/3 da tre). 15 per Avdija, 5 punti in 16′ per Amar’e Stoudemire.
Nell’altro match del girone l’Hapoel Jerusalem ha vinto contro l’Hapoel Holon. La squadra di Oded Katash ha messo le mani sulla partita già nel primo tempo e poi resistito con ordine al tentativo di rimonta degli uomini di Sherf. Per Jerusalem 15 punti a testa di Levi e Braimoh. All’Holon non bastano i 31 punti (5/6 da 3 e 10/17) di Jermaine Love.

Bottom Teams League Group
HAPOEL ELIAT-GILBOA GALIL 83-95 (17-29, 43-51, 59-74)
NES ZIONA – HAPOEL TEL AVIV 75-105 (21-24, 38-61, 54-79)
HAPOEL BEER SHEVA -MACCABI ASHDOD 85-80 (26-21, 42-44, 63-58)
MACCABI HAIFA-IRONI NAHARIYA  66-82 (18-21, 30-36, 40-60)

Il Gilboa Galil vince lo scontro tra le due imbattute del girone. 95-83 in casa dell’Hapoel Eliat grazie ai 22 punti e 11 rimbalzi di Akil Mitchell e i 22 punti di Michael Young. Nel Gilboa doppia-doppia per Jordan Caroline (28-12). L’Hapoel Tel Aviv non ha difficoltà a superare il Nes Ziona con i 23 punt di Jordan Davis. Vince fuori casa anche l’Ironi Nahariya contro il Maccabi Haifa, mentre l’Hapoel Beer Sheva regola sul proprio campo il fanalino di coda Maccabi Ashdod.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy