EuroLega, 13ª giornata: Fener non pervenuto, Alba Berlino a valanga

Vittoria schiacciante per la squadra di Garcia Reneses che domina la gara per 40 minuti e affonda un Fenerbahce assolutamente assente dal match. Cinque giocatori in doppia cifra per l’Alba, nei padroni di casa si salva Biberovic.

di Gaetano Cantarero

Partita importante a Berlino per il prosieguo dell’EuroLega di Alba e Fenerbahce. I padroni di casa hanno collezionato quattro vittorie in stagione, ma vengono da un buon momento con 3 vittorie nelle ultime cinque gare giocate. Una situazione diametralmente opposta per la squadra turca che è in grande sofferenza in questa fase della stagione e ha vinto solo l’ultima gara europea contro lo Zenit dopo quattro sconfitte consecutive.

Quintetto Alba Berlino: Granger, Siva, Giffey, Sikma, Nikic

Quintetto Fenerbahce: Westermann, Ulanovas, Biberovic, Barthel, Vesely

ALBA BERLINO 89 – 63 FENERBAHCE (23-16; 44-27; 70-41)

Inizio equilibrato a Berlino con Sikma che apre le marcature e Biberovic che piazza la prima tripla della gara. I padroni di casa mantengono sempre un minimo vantaggio, al 4′ Siva piazza un break da 5-0 che consente ai suoi di dare il primo strappo, Barthel realizza i liberi del -4 ma il gioco da tre punti di Granger vale il 18-9 al 6′. Il Fener riesce a segnare solo dalla lunetta e così i tedeschi riescono a gestire il vantaggio fino al termine del quarto che si chiude sul 23-16.

L’apertura del secondo quarto è un monologo firmato Nikic che realizza tre canestri consecutivi per i suoi e allunga il vantaggio dell’Alba fino al +11 al 13′. Si iscrive al tabellino del match De Colo ma il Fener è troppo leggero difensivamente e i canestri di Giffey e Granger permettono ai padroni di casa di portarsi sul 38-23 al 15′. Nei due minuti successivi tante palle perse ed errori al tiro, ma quando si torna a segnare è Lo a trovare la via del canestro con un Fener in bambola. Barthel cerca di sbloccare gli ospiti al 19′, ma è ancora l’Alba che con Siva allo scadere del tempo realizza la marcatura che vale il 44-27 dopo venti minuti di gioco.

Al rientro dalla pausa lunga il Fener è chiamato a fare qualcosa in più per cercare di rimontare la gara, il duo Barthel-Pierre segnano ma nei primi tre minuti succede poco altro e il distacco è troppo ampio per i turchi che sono assolutamente in balia degli avversari. L’Alba controlla il match, mantiene una buona costanza offensiva grazie ad Olinde e Schneider e riesce a tenere più di venti punti di vantaggio per gran parte del terzo periodo, 58-39 al 27′. Il finale di quarto è l’ennesimo monologo dei padroni di casa con un parziale da 12-2 che affonda le residue speranze del Fener.

Getty Images

L’ultimo periodo serve soltanto per le statistiche, con il Fener che non è mai entrato in partita e rischia soltanto di peggiorare il parziale. I due allenatori decidono di dare minuti alle riserve e le percentuali si sporcano e gli ospiti riescono a far venir fuori Biberovic, autore di gran parte dei punti realizzati dai turchi nell’ultimo quarto. Nei padroni di casa c’è gloria per tutti, con cinque giocatori a segno e almeno un canestro realizzato per ogni componente della squadra. Un trionfo per Garcia Reneses che rilancia le ambizioni dell’Alba Berlino, superando in classifica proprio il Fener. Il punteggio finale è 89-63 per i tedeschi, 13 punti e 8 rimbalzi per Giffey.

Tabellino

Alba Berlino: Lo 10, Siva 11, Giffey 13, Delow 2, Mattiseck 8, Schneider3, Nikic 10, Olinde 7, Thiemann 10, Granger 8, Sikma 7

Fenerbahce: Hamilton 2, Brown 4, Westermann 6, Mahmutoglu, Biberovic 13, De Colo 2, Pierre 4, Barthel 9, Vesely 6, Eddie 8, Muhammed 3, Ulanovas 6

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy