ABA League 2020/21: la rinuncia del KK Primorska è ufficiale

ABA League 2020/21: la rinuncia del KK Primorska è ufficiale

In dubbio la sopravvivenza del club sloveno per via del dissesto finanziario, che in ABA League sarà quasi sicuramente rimpiazzato dai macedoni del MZT. Dopo alcuni anni di importanti successi i tifosi capodistriani chiedono trasparenza e chiarezza riguardo ad eventuali responsabilità amministrative e finanziarie. 

di Mitja Stefancic

Tra le sorprese dell’ultima ora della Lega Adriatica c’è la notizia, praticamente ufficiale, in merito alla rinuncia al campionato 2020/21 da parte della società slovena Košarkarski klub Koper Primorska, che nella precedente stagione si è fatta molto apprezzare, rivelandosi la sorpresa stagionale sotto la guida di Jurica Golemac prima e sotto quella di Andrej Žakelj dopo. A sostituire la squadra slovena in ABA League sarà quasi certamente l’MZT Skopje (si attende solamente l’annuncio ufficiale sul sito ABA).

Dai colloqui che si sono svolti la settimana scorsa attraverso le videochiamate si è potuto apprendere che i dirigenti della società con sede a Capodistria hanno esposto i gravi problemi societari, argomentando per questa ragione l’impossibilità di partecipare al campionato 2020/21 assieme alle altre compagini dell’ex Jugoslavia. La notizia è giunta tra l’altro nei giorni in cui i quotidiani sloveni hanno dato la notizia che la società slovena sarebbe nuovamente sull’orlo del fallimento. Già, perché dopo un inizio del 2020 alquanto complesso, sembrava che in qualche modo la società fosse stata in grado di trovare la liquidità per appianare i debiti e continuare il percorso iniziato solo pochi anni fa grazie alla cooperazione tra le società “Lastovka” Domžale e il “Koš” di Capodistria.

Sembra che la crescita della neocostituita società di Capodistria sia stata troppo rapida ed abbia mandato in tilt la sostenibilità economico-finanziaria della stessa società. Secondo alcune indiscrezioni per mettere delle radici reali a questo progetto sportivo è mancato soprattutto il contributo degli imprenditori locali del Litorale sloveno. Si è creato un buco finanziario stimato di 700 mila euro o più, forse anche per via dei costi di partecipazione ai diversi campionati e degli ingaggi dei giocatori più alti rispetto a quelli inizialmente stimati. Purtroppo nessun investitore (si parlava nel corso degli ultimi mesi di un interessamento persino di investitori cinesi) ha deciso di scommettere sulla favola sportiva capodistriana, accollandosi i debiti maturati nel corso degli anni. Ad un primo esodo dei giocatori che hanno lasciato il club sloveno tra dicembre 2019 e febbraio 2020 (Čakarun, Harris, Jagodić-Kuridža, Marinković, Šiško) ne è seguito un secondo tra fine primavera e l’estate di quest’anno (Lazić al Mornar, Hodžić e Dimec al Cedevita Olimpija, Barić e Kosi al Krka). A chi è rimasto sino alla fine la settimana scorsa è arrivato il “nihil obstat” a cercare fortuna cestistica con altre società professionistiche.

Vista la poca chiarezza sugli accadimenti, il susseguirsi di notizie spesso contraddittorie nel corso degli ultimi mesi, nonché la mancanza di informazioni certe, si sono fatti recentemente sentire i tifosi locali di Capodistria, che in un comunicato stampa hanno chiesto alla società chiarezza sulla situazione reale e sulle prospettive future, ringraziando ad ogni modo chi in questi anni ha guidato la squadra sul parquet di gioco, tutti i giocatori che hanno vestito la maglia del Primorska, soprattutto coloro che hanno deciso di vivere sino alla fine quest’esperienza nonostante le molte incertezze, e tra lo staff tecnico-dirigenziale coloro che hanno sempre messo la faccia e hanno cercato una soluzione congrua per prevenire il fallimento.

Il KK Primorska potrebbe nei prossimi giorni a malincuore rinunciare persino all’iscrizione alla massima serie slovena. La preoccupazione maggiore riguarda comunque la continuazione dei settori giovanili, che negli ultimi anni hanno operato con profitto, dedizione e serietà. A conclusione, va ricordato che Il KK Primorska ha vinto il campionato sloveno nel 2019, tre Coppe slovene (2018, 2019, 2020) e due Supercoppe slovene (2018 e 2019). Inoltre, durante le partite amichevoli di precampionato disputate con le squadre italiane nel corso delle ultime stagioni ha saputo piegare la Pallacanestro Trieste ed i campioni d’Italia della Reyer Venezia nell’amichevole disputata a Gorizia esattamente un anno fa.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy