ACB Liga Endesa – 10ª giornata: il Barça cade a sorpresa, Valencia capitola a Madrid e Tenerife continua a sognare

0

Alla conclusione della 10a giornata inizia ad allungarsi la classifica ACB. Sola al comando la sorpresa Tenerife, seguita a ruota da un solido Real. Lo stop a sorpresa patito dal Barça a Santiago costa agli azulgrana un terzo posto condiviso con Gran Canaria, Baskonia ed una ritrovata Malaga. Tra le big di Eurolega è in ritardo il solo Valencia Basket, condizionato dagli infortuni con l’incalzante doppio impegno, in dodicesima posizione e con il record di 4-6. La vittoria nel derby Andaluso del Betis a Granada compatta il fondo della lista con ben quattro formazioni a 2-8; oltre ai già citati biancoverdi vi si trovano Saragozza, Manresa e la Girona di Marc Gasol.

BAXI MARNESA 68 – 90 JOVENTUT BADALONA (37-48)

Altro tonfo al Nou Congost per Manresa che viene surclassata in ogni aspetto del gioco dai conterranei de La Penya. I neroverdi controllano l’andamento del match fin dall’avvio grazie alla superiorità nel pitturato (31-42 ai rimbalzi) e alla buona vena dall’arco (10/25) derivante da una fluida costruzione di gioco. A brillare sono Feliz e Parra con rispettivamente 16 punti e 3 assist e 13+7 rimbalzi.

SURNE BILBAO 76 – 72 GRAN CANARIA (35-29)

Secondo stop settimanale degli amarillo che capitolano a Bilbao dopo aver dato strada in Eurocup a Trento. Dopo un avvio contratto (35-29 all’intervallo) gli ospiti tentano la rimonta sulle ali di di Bassas (13) e di un solidissimo Diop (10+11). A rintuzzare però il tentativo ci pensa la colossale prova dell’MVP di serata Hakanson, autore di 27 punti (4/5 da due, 5/11 da tre, 4/4 in lunetta, 3 rimbalzi e 2 assist) ma soprattutto della tripla della staffa nel finale.

UNICAJA MALAGA 104 – 78 CASADEMONT SARAGOZZA (49-34)

Malaga prosegue nella sua più che positiva stagione annichilendo Saragozza tra le mura amiche del Carpena e volando a 7 vittorie nelle prime 10 gare. Gli uomini di Navarro si dimostrano ancora una volta attenti in difesa – aiutati anche dalla confusione degli aragonesi – forzando 23 perse ospiti e chirurgici nel punire gli avversari con 19/34 da due e 19/38 da tre (50%). 24 punti per Carter e 21 per Kalinoski (7/9 3pt) mentre per gli ospiti 21 dell’ex Tortona Wright alla prima vera partita con Saragozza.

MONBUS OBRADOIRO 76 – 74 FC BARCELLONA (40-43)

Vittoria a sorpresa dei galiziani che superano gli azulgrana a 15 anni di distanza dall’ultima volta. Decisiva per i compostelani la grandissima intensità in entrambe le metà campo e una serata sottotono del Barça. Partono meglio gli ospiti, guidati dal solito duo Laprovittola-Mirotic (15+4 assist il primo e 14 il secondo a fine gara). Obradoiro però non si scompone e prosegue nel piano partita sigillando l’area e “scommettendo” sul tiro da 3 degli esterni ospiti – scommessa vinta visto il 5/28 dei catalani. Nell’altra metà campo sono i soliti fratelli Scrubb a vergare il referto (13 e 7 rimbalzi per l’ex Varese e 15 + 5 assist per Phil), coadiuvati dalla solidità di Balzevic (13). Nel finale punto a punto è un 2+1 di Phil Scrubb a sancire il successo di Obradoiro.

BASQUET GIRONA 66 – 73 RIO BREOGAN LUGO  (34-36)

In un match a corrente alternata Lugo approfitta di un quarto periodo all’arrembaggio (11-21) per imporsi su una Girona ancora alla ricerca di certezze nel proprio gioco. A ritmo basso i catalani sfruttano appieno la classe di Marc Gasol (17+5 e 2 assist) ma faticano a star dietro ai galiziani quando il numero di possessi sale. Nonostante la brutta serata al tiro (8/25 da tre) e le tante perse (20) è proprio l’intensità a garantire il successo a Bamforth (17) e compagni.

LENOVO TENRIFE 97 – 72 CARPLUS FUENALBRADA (47-34)

Tenerife non fa sconti e si tiene stretta il comando solitario della classifica (record 9-1). Regolato con autorità anche il Fuenla vincendo tutti i quarti e scappando sul +13 già a metà gara. Solito gioco degli aurinegro, abilissimi nel tramutare in oro tutto quanto prodotto dalla sorgente inesauribile del pick&roll Huertas-Shermadini. O’metronomo non sbaglia una lettura (17, 8 assist e solo 2 perse) selezionando in base alle scelte della difesa madrilena se concludere in proprio, servire sherminator (8+4) o se punire gli aiuti difensivi servendo i tiratori (oggi letale Salin con 21 punti frutto di 6/10 da oltre l’arco). Quando il brasiliano è a riposo non fa mancare intensità e qualità l’ex Capo d’orlando Fitipaldo (13 in 17’). Per gli ospiti loosing effort da 23 punti di Ristic.

CAZOO BASKONIA 102 – 73 UCAM MURCIA (49-30)

Continua il buon momento del Baskonia che trova il terzo successo in una settimana (tra Liga ed Eurolega, dove ha avuto ragione dell’Olimpia) surclassando agevolmente una spenta Murcia. Gli uomini di Sito Alonso incappano nel terzo passo falso consecutivo con una media di 94 punti incassati, in netta controtendenza rispetto alla solidità difensiva marchio di fabbrica del tecnico. Grande serata realizzativa per l’intera compagine basca, capace di tirare con quasi il 50% da tre (13/27) grazie all’ottima costruzione (28 assist). MVP Giedraitis con 25 punti (5/5 da tre) e 5 rimbalzi. Bene anche Costello con 20, 8 rimbalzi e 2 assist.

REAL MADRID 79 – 62 VALENCIA BASKET (32-27)

Terzo KO consecutivo per i taronja, mai in partita al WiZink Center contro un Real Madrid in stato di grazia. Partenza ad handicap per gli uomini di Mumbrù, molto contratti e in grado di mettere a referto solo 7 punti nei primi 10’. La timida reazione tentata nel 2° quarto (13-20) da Webb (il migliore tra gli ospiti con 14) è però subito spenta al rientro sul parquet da un Musa scatenato (22) e letale al tiro (6/6 da tre). A completare l’opera il solito tavares da 9 e 3 stoppate ed il contributo “silente” di Williams-Goss, protagonista dei parziali spacca-partita con solo un canestro ma +32 di plusminus.

COVIRAN GRANADA 66 – 76 REAL BETIS SIVIGLIA d.t.s. (20-27)

Sconfitta di misura all’overtime per Granada, che si fa sorprendere tra le mura amiche dal (non più) fanalino di coda solitario Betis Siviglia. Gli uomini di Pablo Pin scivolano così momentaneamente fuori dalla zona Copa del Rey, perdendo contatto dalla coppia Bilbao-Joventut a 6-4. Ad affiancare per i biancoverdi il solito Evans, costante faro offensivo dei suoi con 18, 9 falli subiti e 6 assist, c’è stata la prova sopra le righe dell’ex Olimpia Bertans da 18 con 5/13 nelle conclusioni pesanti. In una partita tesa e caratterizzata dalle difese ha invece trovato con continuità la via del canestro per i padroni di casa il solo Ali (17 con 5/8 sia dal campo che ai liberi).

CLICCA QUI PER LA CLASSIFICA AGGIORNATA IN TEMPO REALE

PROSSIMO TURNO

Sabato 10 Dicembre 2022

  • Ore 18:00
    • Carplus Fuenlabrada – Unicaja Malaga
    • UCAM Murcia – Real Betis Siviglia
  • Ore 20:45
    • Joventut Badalona – Lenovo Tenerife
    • Casademont Saragozza – Coviran Granada

Domenica 11 Dicembre 2022

  • Ore 12:30
    • Real Madrid – BAXI Manresa
    • Valencia Basket – Basquet Girona
  • Ore 17:00
    • Rio Breogan Lugo – FC Barcellona
  • Ore 18:30
    • Gran Canaria – Cazoo Baskonia
  • Ore 20:00
    • Surne Bilbao – Monbus Obradoiro