ACB Liga Endesa – 12ᵃ giornata: il Barça scivola col Baskonia, primato solitario del Real

0

URBAS FUENLABRADA 88 – 87 VALENCIA BASKET

Con un sontuoso primo tempo e nervi saldi nel finale di gara, Fuenlabrada trova un prestigioso successo casalingo ai danni del Valencia Basket e lascia Siviglia sola in fondo alla classifica. Le scorribande nel pitturato di Emegano (23 con 10/13 da due) segnano il brillante avvio dei padroni di casa che trovano spunti importanti anche da Alexander (15+6), Meindl (13) e Milosavljievic (12). I taronja pagano una settimana senza allenamenti, con quasi tutto il roster impegnato con le nazionali, e un pessimo 15/22 ai liberi. Dubljevic (14) il migliore, ma buoni spunti anche dai giovani Pradilla, Puerto e Lopez-Arostegui.

MORABANC ANDORRA 86 – 73 MONBUS OBRADOIRO

Un volitivo ma troppo “leggero” Obradoiro parte bene ma alla lunga è costretto a cedere, tornando dal Principato a mani vuote. Le notevoli prove individuali di Birutis (18+7 con solo due errori dal campo) e Robertson (20) non bastano per sopperire alla minor stazza dei galiziani, andati nettamente sotto a rimbalzo (38/29). Grande prova corale di Andorra che realizza 20 assist di squadra e distribuisce uniformemente le responsabilità offensive (4 uomini in doppia cifra, 10 a segno e solo 2,8 di deviazione standard nei bottini personali).

CASADEMONT SARAGOZZA 65 –86 REAL MADRID

I blancos non fanno sconti e dopo un primo tempo interlocutorio serrano le maglie in difesa conquistando un agevole successo a Saragozza. Gli aragonesi partono bene sospinti dalle folate di Okoye (15) e Mobley (13+6) ma cedono alla distanza ad un Madrid strepitoso da oltre l’arco (16/32). I migliori Llull con 17 (5/9 da tre ed Heurtel (13 e 5 assist). Graditissimo ritorno sul parquet quello di Randolph, autore di 7 punti in 12’, dopo un anno quasi esatto dalla rottura completa del tendine di Achille.

BAXI MANRESA 95 –93 LENOVO TENERIFE

Sono serviti i supplementari per decretare il vincitore nell’incontro pirotecnico andato in scena a Manresa. I padroni di casa sono riusciti a ritrovare concentrazione e fiducia  dopo aver subito la rimonta dei canarii (-7 al 30°), mettendo a segno il 14-12 che ne ha sancito il successo. Nel finale dei tempi regolamentari Salin ha fallito, con 5 decimi ancora da giocare, il tiro libero che sarebbe significato vittoria Tenerife (2/3). Nell’overtime è un buzzer-beater in palleggio arresto e tiro di Perez (16) a far esplodere la gioia dei catalani. Tra i padroni di casa 22 per Moneke e 19 di Thomasson, mentre tra gli aurinegro brillano Guerra (20+6 e 3 assist) e Fitipaldo (16 e 7 assist); grande “assente” un impalpabile Shermadini da 2 punti e -16 di plusminus in 16’.

BETIS SIVIGLIA 73 – 79 UNICAJA MALAGA

Un solido Unicaja si aggiudica il derby andaluso lasciando i conterranei da soli a fondo classifica. Decisivi i quarti centrali (33-43) in cui la grande percentuale da oltre l’arco di Cole (20, 3 assist e 3/3 da tre) e compagni (40% di squadra) ha scavato il gap tra le due formazioni. Per i padroni di casa 13+8 di Agbelese e 18 e 4 assist di Evans.

GRAN CANARIA 82 – 89 HEREDA SAN PABLO BURGOS

Secondo stop consecutivo per gli amarillo che dopo la delusione del derby canario cedono anche alla furiosa rimonta di Burgos. Gli ospiti capitalizzano al meglio la grande serata di Kravic; il centro bosniaco sfiora la doppia- doppia con 23 punti e 9 rimbalzi e trascina i suoi nel 15-29 dell’ultimo periodo che mantiene inalterato il modulo ma cambia il segno del differenziale tra le due formazioni. Bene anche Benite (13 con 3/5 da tre) e Salash (12 e 3 assist). Ai padroni di casa non basta il 22 di valutazione ottenuto da Kramer (14+7 e 4 assist) in un finale di gara difensivamente disastroso.

JOVENTUT BADALONA 83 – 77 UCAM MURCIA

Scontro diretto in ottica quarto posto che sorride alla penya che può ora puntare ad agganciare Tenerife al terzo con il recupero del 30 Dicembre sul campo di Lugo. MVP indiscusso l’”eterno” Tomic, leader tecnico ed emotivo dei catalani ed autore di 25 punti e 5 rimbalzi. A sostegno del centro croato sono arrivate le doppie cifre di Bassas, Willis e Parras e la regia dell’altro veterano Ribas (4 assist). Agli ospiti non sono bastati un ottimo 10/24 da tre e le ottime prove di Taylor (179, Davis (15) e Webb (14).

FC BARCELLONA 78 – 91 BITCI BASKONIA

Nel big match della 12a gioranta il Baskonia è corsaro al Palau Blaugrana. I baschi partono forte e grazie a ritrovati fiducia, fluidità offensiva e fisicità in entrambe le metà campo mette all’angolo un Barça dalle mani troppo fredde (7/29 da tre e meno del 70% ai liberi). Non basta il solito Mirotic da 20+8 a cavare d’impaccio Jasikevicius, “tradito” da Davies (7 e 0 rimbalzi con -12 di plusminus) e Laprovittola (2 e -15 con lui in campo) e senza il supporto del suo “faro” Calathes. Tra i padroni di casa spiccano le prestazioni sopra le righe di Enoch (23+6 per 27 di valutazione) e Costello (19+7 e 2 assist). Per Fontecchio 2 punti e altrettanti rimbalzi in 17’. Il Barça perde così il primato condiviso e guarda dal basso gli eterni rivali del Real.

CLASSIFICA

11-1 REAL MADRID

10-2 BARCELLONA

8-4 TENERIFE

7-4 BADALONA*

7-5 MURCIA, VALENCIA, MANRESA, GRAN CANARIA

6-6 UNICAJA, BASKONIA

5-5 LUGO**

5-7 ANDORRA

4-8 BURGOS, SARAGOZZA, OBRADOIRO

3-8 BILBAO*

3-9 FUENLABRADA

2-10 BETIS SIVIGLIA

*una partita in meno

**due partite in meno

PROSSIMO TURNO

Sabato 11 Dicembre

  • Ore 18:00
    • Gran Canaria – BAXI Manresa
    • Joventut Badalona – Coosur Real Betis Siviglia
  • Ore 20:45
    • Hereda San Pablo Burgos – UCAM Murcia
    • Bitci Baskonia – Surne Bilbao Basket

Domenica 12 Dicembre

  • Ore 12:30
    • Casademont Saragozza – Urbas Fuenlabrada
    • Rio Breogan Lugo – MoraBanc Andorra
  • Ore 17:00
    • Real Madrid – Unicaja Malaga
  • Ore 18:30
    • Lenovo Tenerife – FC Barcellona
  • Ore 20:00
    • Valencia Basket – Monbus Obradoiro

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here