ACB Liga Endesa – 16ᵃ giornata: Malaga schianta anche il Barça! Prende forma il tabellone della Copa del Rey, con gli ultimi due posti da assegnare nella prossima giornata.

0

La giornata XVI di ACB Liga Endesa, penultima del girone di andata, certifica la qualificazione di 6 formazioni alla Copa del Rey 2024 di Malaga; Madrid ed Unicaja hanno la certezza di essere già teste di serie, mentre i restanti due posti d’onore se li giocano Barça, Murcia, Valencia e Gran Canaria. Gli ultimi due slot disponibili sono invece contesi tra Manresa, Baskonia, (padrone del proprio destino)Tenerife e Badalona (che giocheranno una contro l’altra nella prossima giornata e dovranno sperare in un passo falso delle formazione che le precedono). In coda alla classifica Palencia regala un sorriso ai propri tifosi con il secondo successo in Liga, ottenuto ai danni di Bilbao.

UNICAJA MALAGA 91 – 72 FC BARCELLONA (48-37)

Il Barça chiude con una sonora sconfitta un Dicembre decisamente negativo: 5 vittorie e 7 sconfitte totali (2-3 in Liga e 3-4 in EuroLega) con gioco ed gestione da parte di Grimau da migliorare. Festeggia l’Unicaja che trova la 12a  vittoria consecutiva, consolida il secondo posto solitario e si presenta alla Copa del Rey (che si disputerà tra le “mura amiche” del Carpena) da testa di serie. Gli azulgrana partono meglio (19-26 al 10°) trascinati dall’energia di Parra (11 nel primo quarto) e dalle giocate di Laprovittola (7 dei 10 finali). Dopo la prima pausa però gli andalusi salgono d’intensità in difesa inceppando l’attacco catalano che inizia a perdere palla a ripetizione (21) e nei quarti “pari” realizza solo 22 punti equamente suddivisi. Sul fronte Malaga “gira” invece tutto al meglio: 52% da tre (12/23) e tutti i giocatori in grande ritmo, come testimoniano i 52 punti della panchina – solo 26 invece quelli prodotti dalle “riserve” catalane. MVP Will Thomas con 16 punti (7/8 dal campo), 4 rimbalzi, 2 assist ed un incredibile +30 di plusminus.

COVIRAN GRANADA 68 – 80 LENOVO TENERIFE (30-38)

La Lenovo vince a Granada e tiene aperto il discorso qualificazione alla Copa del Rey. Dopo un primo quarto combattuto (18-17 e vari cambi al comando) gli aurinegro prendono ritmo e gestiscono il secondo tempo sempre attorno alla doppia cifra di vantaggio (massimo +15). Huertas si conferma ancora una volta primum movens dei canarii e chiude con 20 punti ed 8 assist per 26 di valutazione.

CASADEMONT SARAGOZZA 72 – 76 MORABANC ANDORRA (25-31)

Saragozza si spegne sul più bello e Andorra può festeggiare una vittoria punto-a-punto frutto di una grande rimonta finale. Agli aragonesi non basta la prova monstre da 26 con 11/12 dal campo di Bell-Hayes per trovare il quinto successo consecutivo, viste anche le 17 perse. L’eroe di serata tra i pirenaici è Montero che mette a referto 22 punti, di cui 9 nel concitato finale, e 5 assist.

MONBUS OBRADOIRO 79 – 87 UCAM MURCIA (40-39)

Dopo 3 sconfitte nelle ultime 4 gare l’UCAM Murcia torna a vincere e trova la matematica qualificazione alla Copa 2024. Il 16-27 degli ultimi 10’ è fatale ai galiziani padroni di casa, che vanificano un grande primo tempo e le prove maiuscole di Howard (19) e Scrubb (15) e la doppia-doppia da 15+16 di Pustovyi. Murcia fà del collettivo la propria forza con 5 uomini in doppia cifra (Caupain – 15 – il migliore) e 21 assist di squadra.

BAXI MANRESA 102 – 89 JOVENTUT BADALONA

Manresa fa en plein nei derby catalani – tutti giocati nelle ultime 3 settimane – vincendo una vera e propria battaglia con Badalona. Grande nervosismo tra le fila de la penya, con   Ribas e Feliz espulsi per somma di tecnici. Manresa gestisce egregiamente il pallone, sommando solo 8 perse e ben 22 assist nel corso della gara. Al contrario Badalona perde 16 palloni che si tramutano in punti facili (19) che esaltano il Nou Congost. I 26 punti di Robinson (MVP) ed i 20 di Badio spingono i padroni di casa fino al +18, mentre gli ultimi ad arrendersi tra i verdeynegro sono Andrews e Tomic (19 a testa).

ZUNDER PALENCIA 78 – 72 SURNE BILBAO (42-31)

Palencia sfrutta il turno natalizio per regalare ai propri tifosi il secondo successo stagionale. A farne le spese è Bilbao che paga il 6/30 da tre e la prestazione opaca del quintetto: solo 22 punti dello starting five sui 72 totali. Per i padroni di casa i migliori sono Benite (20 con 6/10 da tre) e Pasecniks (19 e 7 rimbalzi con 11/16 a gioco fermo grazie ai 10 falli subiti).

BASQUET GIRONA 85 – 93 KOSNER BASKONIA (40-48)

Per i catalani fallisce il tentativo di rimonta del quarto periodo (26-18), così come la rincorsa alla Copa del Rey. Il Baskonia, ora ottavo, ha buone chances ma dovrà attendere l’ultima giornata di andata per essere certa di centrare il primo obiettivo stagionale. Gli ospiti conducono per quasi tutto il match (37’) toccando anche quota +19 nel terzo quarto grazie al dominio a rimbalzo (34-43) e alle grandi prove dei suoi uomini di talento, con 5 giocatori in doppia cifra su cui si erge la prova da 23 e 7 rimbalzi dell’MVP Moneke. Girona gestisce oculatamente i possessi (solo 9 perse) ma fatica a capitalizzare.

DREAMLAND GRAN CANARIA 86 – 60 RIO BREOGAN LUGO (50-35)

Gran Canaria seppellisce un sempre più spento Rio Breogan (penultimo con 4-12 d record) e si garantisce un posto per la Copa del Rey di Malaga. Gli amarillo volano fino al +34 grazie anche ad un più che notevole 13/26 dalla lunga distanza. I galiziani, all’opposto, faticano sia a costruire gioco (10 assist e 20 perse) che al tiro da tre, dove totalizzano un misero 5/23. Happ è l’MVP della partita con una doppia-doppia da 14 punti ed 11 rimbalzi.

REAL MADRID 83 – 74 VALENCIA BASKET (41-34)

Il Madrid chiude al meglio un 2023 ricco di soddisfazioni: 74 vittorie nell’anno solare, la conquista di EuroLega e Supercopa con l’unico neo di una finale di Liga persa 3-0 nel Clàsico col Barça. Da Agosto i blancos stanno tenendo un ruolino di marcia irreale da 33 successi in 35 gare. Al WiZink Valencia disputa una partita di sostanza ed è costretta alla resa solo dall’impareggiabile talento del roster di Mateo. Campazzo conclude (17) ed ispira i compagni (7 assist), gestendo al meglio le “bocche da fuoco” madrilene ed il classe ‘04 Ndiaye trova il suo career-high con la camiseta blanca (12 con 3/3 da due e 2/4 da tre). L’MVP della gara è però Tavares che domina il pitturato con una doppia-doppia da 13+10 a cui aggiunge 3 assist ed altrettante stoppate (una da poster sul tentativo di schiacciata di Ojeleye) e 6 falli subiti per 29 di valutazione. Mumbrù si consola guardando alla solidità della prova dei taronja e lavora a come inserire al meglio gli innesti Anderson (già in campo ed utile alla causa con la propria energia) e Pangos (firma annunciata con un divertente video ieri sera).

Clicca <QUI> per la classifica aggiornata in tempo reale.

PROSSIMO TURNO (giornata XVII)

Sabato 6 Gennaio 2024

  • Ore 18:00
    • Casademont Saragozza – Basquet Girona
    • MoraBanc Andorra – UCAM Murcia
  • Ore 20:45
    • Zunder Palencia – Unicaja Málaga
    • Lenovo Tenerife – Joventut Badalona

Domenica 7 Gennaio 2024

  • Ore 12:30
    • Surne Bilbao – BAXI Manresa
    • Rio Breogan Lugo – Coviran Granada
  • Ore 17:00
    • Valencia Basket – Dreamland Gran Canaria
    • FC Barcellona – Monbus Obradoiro
  • Ore 18:30
    • Kosner Baskonia – Real Madrid