ACB Liga Endesa – 17ᵃ giornata: decise le partecipanti alla Copa del Rey. Pangos debutta in maglia Valencia

0
G17 Pangos

Con la giornata XVII si conclude il girone di andata di ACB Liga Endesa. Le prime 8 squadre sono qualificate alla Copa del Rey che si terrà in Febbraio a Malaga. Il tabellone sarà frutto di un sorteggiosi terrà Lunedì 15 Gennaio – in cui per i quarti verranno accoppiate una delle teste di serie (Madrid, Unicaja, Barça e Gran Canaria) con una delle formazioni che occupano dalla quinta all’ottava posizione (Murcia, Valencia, Tenerife e Manresa). 

Il bilancio della prima parte di stagione vede certamente soddisfatte Real ed Unicaja:  i blancos hanno letteralmente dominato non solo in patria ma anche in Eurolega, mentre gli andalusi hanno continuato il processo di crescita già avviato lo scorso anno e sono stati la vera sorpresa di questi primi 4 mesi. Qualche stop di troppo per Barça e Valencia, che però hanno fatto molto meglio di un Baskonia troppo discontinuo e frenato anche dai cambi in panchina e che rimane escluso dalla Copa. Anche Jaka Lakovic può essere soddisfatto del lavoro svolto a Gran Canaria, ora quarta e testa di serie per il sorteggio della Copa del Rey, nel corso della stagione: gli amarillo hanno faticato molto nelle prime settimane, tanto che alla sesta giornata erano quattordicesimi con 2 vittorie 4 disfatte.

In difficoltà anche La Penya, mentre Saragozza ha terminato in crescendo, con 5 vittorie nelle ultime 6 gare. A fine classifica la matricola chiude sola con 2-15, mentre la lotta per la “fuga” dal penultimo posto vede impegnate Rio Breogan, Granada, Andorra ed Obradoiro.

CASADEMONT SARAGOZZA 81 – 74 BASQUET GIRONA (38-29)

Il nuovo anno non porta il cambio di passo sperato in casa Girona: i catalani, alla quinta sconfitta consecutiva, cedono nettamente – quasi tutta la partita passata oltre la doppia cifra di svantaggio, toccando anche il -15 – a Saragozza e vengono superati in classifica proprio dai lanciatissimi aragonesi che dopo il difficile avvio hanno salito a due a due i gradini della classifica grazie al 5-1 maturato da inizio Dicembre. In una partita ad alto ritmo (80 possessi a squadra) e con tanti errori al tiro, a fare la differenza è la maggior continuità nel pitturato dei padroni di casa (40-24). McFadden (18) e Yusta (15) i migliori.

MORABANC ANDORRA 98 – 73 UCAM MURCIA (53-41)

L’UCAM capitola sorprendentemente ad Andorra e dice addio al vantaggio di essere testa di serie nella Copa del Rey. Gli uomini di Sito Alonso rimangono a contatto e mettono sporadicamente la testa avanti (massimo +4) nel primo tempo, ma dopo l’intervallo tracollano toccando addirittura il -25. Dos Anjos (15) e Maric (13) fanno la voce grossa sotto le plance – dove i pirenaici fanno la differenza con un netto 42-22 – e Harding si guadagna il titolo di MVP con 20 punti e 3 assist.

ZUNDER PALENCIA 72 – 86 UNICAJA MÁLAGA (31-41)

L’Unicaja infila il 13° successo consecutivo e confermandosi rivelazione del girone d’andata con un solidissimo secondo posto alle spalle del Madrid. Gli andalusi saranno la mina vagante dell’edizione 2024 della Copa del Rey che si terrà proprio al Carpena. Dopo un avvio equilibrato (21 pari al 10°) gli uomini di Ibon Navarro fanno salire di giri il motore – 28-50 nei quarti centrali – e mettono una cospicua distanza di sicurezza tra sé e gli avversari. MVP Alberto Diaz con 17 punti con 5/6 da tre e 2/2 ai liberi per 27 di valutazione.

LENOVO TENERIFE 90 – 70 JOVENTUT BADALONA (45-27)

Un secondo quarto da incubo (21-9) compromette la partita di Badalona al Santiago Martìn di Tenerife; i catalani chiudono il girone di andata con un deludente record di 8-8 che non basta per qualificarsi alla Copa del Rey. Lenovo che invece passa una notte di attesa in vista delle sfide Bilabo-Manresa e Baskonia-Real: in caso di parità con record 9-8 non conteranno gli scontri diretti (visto che si è disputata solo l’andata) ma la differenza punti totale. La colonna portante degli aurinegro è ancora una volta l’intramontabile asse Huertas-Shermadini: ennesima doppia-doppia da 22 punti e 12 assist per il brasiliano e 21 punti conditi da 8 rimbalzi del centro georgiano.

SURNE BILBAO 74 – 54 BAXI MANRESA (46-34)

La BAXI tracolla a sorpresa a Bilbao e rischia di gettare al vento la qualificazione alla Copa del Rey. I catalani tirano malissimo dal campo (21/67 totale di cui 8/36 da tre, 22%) e nel secondo tempo realizzano solo 20 punti e patiscono le grandi prove di Smith (18 e 5 assist) e De Ridder (doppia-doppia da 17 e 13 rimbalzi). Ora Manresa deve sperare in una sconfitta del Baskonia (di più di un punto o realizzando meno di 71 punti) per poter essere tra le prime 8 al termine del girone di andata.

RIO BREOGAN LUGO 85 – 79 COVIRAN GRANADA (52-40)

Movimento anche nelle retrovie: Lugo fa valere le “mura amiche” e vince con Granada un importante scontro diretto in chiave salvezza. I galiziani partono benissimo (25-13 al 10°) trascinati dalle giocate di Morimov e McLemore e mantengono il vantaggio per tutto il primo tempo. Granada rientra in campo dopo la pausa con un’altra faccia (14-24 nel terzo periodo) e riesce anche a mettere la testa avanti nel quarto periodo. Un ispirato Garcia – 8 punti negli ultimi 5’ di gara ed MVP della gara con 22 e 5 assist – però guida il decisivo 15-4 che fa esplodere la gioia dei tifosi di casa.

VALENCIA BASKET 79 – 86 DREAMLAND GRAN CANARIA (40-37)

I taronja perdono con Gran Canaria lo scontro diretto per il terzo posto e scivolano addirittura al quinto dietro al Barça vincente, dopo un supplementare, con obradoiro. Gli amarillo saranno così testa di serie a Malaga. A La Fonteta va in scena un match vibrante, con grande equilibrio e giocate di classe. Nel finale i guizzi di Albicy ed uno Slaughter inarrestabile (28 punti con 4/4 da due e 6/10 da tre)  fanno pendere leggermente la bilancia dal lato ospite (+4 a 50” dal termine) e poi un paio di fischi dubbi e contestati, tra antisportivi e tecnici, dilatano il divario tra le formazioni. Debutto in maglia Valencia per l’ex Olimpia Kevin Pangos, che in 13’43” sul parquet totalizza 5 punti (2/7 dal campo) 1 rimbalzo, 1 persa e 3 assist.

FC BARCELLONA 92 – 90 MONBUS OBRADOIRO d.t.s. (34-39; 81-81)

Gli azulgrana soffrono, scivolando fino al -13 nel quarto periodo, ma con orgoglio agguantano il supplementare contro Obradoiro e vincono grazie ad un tap-in di Parra sulla sirena. I catalani, ora terzi, saranno quindi testa di serie per il sorteggio copero. MVP Hernangomez con una doppia-doppia da  23 punti e 13 rimbalzi per 30 di valutazione. Loosing effort da 20 punti con 4/8 da tre per Howard.

KOSNER BASKONIA 85 – 99 REAL MADRID (43-51)Il Real Madrid chiude il girone di andata con una vittoria sempre prestigiosa alla Buesa Arena di Vitoria. Solo una sconfitta (93-99 il 19 Novembre contro l’Unicaja) per gli uomini di Mateo in questa prima parte di stagione, dominata anche a livello europeo. Baskonia che invece rimane addirittura escluso dalla Copa del Rey visto il nono posto in classifica – record di 9-8 come Manresa e Tenerife ma peggior differenza punti globale. Non bastano i 16 punti a testa di Howard e Miller-McIntyre ed i 15 di Moneke a controbilanciare la sterilità da oltre l’arco (12/39), soprattutto contro un Madrid in gran ritmo (17/31, 54%, da tre) con le sue stelle: 20 punti e 5 assist per Campazzo, 20 e 6 rimbalzi per Musa e 26 con 6/8 da tre per un Yabusele in version all-around.

Clicca <QUI> per la classifica aggiornata in tempo reale

PROSSIMO TURNO (Giornata XVII – I ritorno)

Sabato 13 Gennaio 2024

  • Ore 18:00
    • Unicaja Malaga – Dreamland Gran Canaria 
    • Basquet Girona – Zunder Palencia
  • Ore 20:45
    • Joventut Badalona – Casademont Saragozza
    • MoraBanc Andorra – Surne Bilbao

Domenica 14 Gennaio 2024

  • Ore 12:30
    • Coviran Granada – Monbus Obradoiro
    • UCAM Murcia – Real Madrid
  • Ore 17:00
    • Valencia Basket – Rio Breogan Lugo
    • BAXI Manresa – Kosner Baskonia
  • Ore 18:00
    • Lenovo Tenerife – FC Barcellona