ACB Liga Endesa, 17ª giornata: continua la marcia trionfale del Real Madrid. Battuta anche Baskonia

Nel secondo anticipo del 17esimo turno i blancos superano il Baskonia di un buon Polonara

di Marta Bollini

REAL MADRID-TD SYSTEM BASKONIA 92-83

Quintetto Real Madrid: Laprovittola, Abalde, Deck, Garuba, Tavares

Quintetto TD System Baskonia: Henry, Sedekerskis, Giedraitis, Polonara, Fall

Parziali: 25-19, 15-24, 28-15, 24-25

Dodicesima vittoria in altrettante partite per un Real Madrid ancora imbattuto e saldamente al comando della Liga Endesa. I blancos superano il Baskonia grazie ad un ottimo terzo quarto guidato da Causeur e confermano la tradizione positiva contro i baschi nell’era Laso (con questa 14 vittorie in 19 incontri, 9/10 a Madrid).

Assenti Carroll, risparmiato dopo una leggera slogatura rimediata a Mosca, e Vildoza per lombalgia.

Dopo i primi 8’ di perfetto equilibrio, i blancos infilano un parziale da 7-0 per chiudere il quarto sul 25-19. Gli uomini di Laso fanno girare bene la palla in attacco con 7 assist tirando con ottime percentuali (4/5 da due e 5/8 da tre) contro una meno precisa Baskonia. Per gli ospiti già 9 punti di Henry mentre per il Madrid dominio del duo Garuba-Taveres (21 di valutazione in due).

Furiosa reazione dei baschi che si riprendono la testa del match grazie ad un 2-12 trascinati da un ispirato Dragic (7 punti con 3/3 dal campo), costringendo coach Laso al time out. E’ Randolph da tre a smuovere la retina del Madrid dopo 3’ di digiuno. I blancos perdono fluidità in attacco (solo 1 assist nel quarto) e si appigliano al talento di Llull e Thompikins per restare a contatto. Gli uomini di Ivanovic dominano sotto le plance sfruttando tiri da seconda opportunità. 40-43 all’intervallo.

Cambia volto il Madrid che, in uscita dagli spogliatoi con un parziale da 15-0, è di nuovo padrone del match sul 55-43. Impressionante il cambio di inerzia della partita dopo l’inserimento di Causeur. Bisogna aspettare 5’ e mezzo per il primo canestro degli ospiti che sbloccano il punteggio con Dragic dopo 7 tentativi andati a vuoto. Prova a reagire il Baskonia che riaccorcia portando il divario sotto la doppia cifra dopo un 2+1 di Polonara.  10’dal termine punteggio fisso sul 68-58 per gli uomini di Laso dopo una magistrale prova offensiva dei suoi tra cui spiccano i 12 punti di Causeur.

I baschi non si danno per vinti e riaccorciano fino al meno 6 nei primi 4’. Abalde con un 2+1 inverte l’inerzia della partita facendo respirare i suoi. Nel finale i madrileni gestiscono abilmente il vantaggio e chiudono definitivamente il match con Llull. 92-83 il finale.

MVP Causeur con 21 punti (4/5 da due e 3/da tre), 5 rimbalzi e 27 di valutazione.

Buona prova per Polonara con 13 punti e 8 rimbalzi.

REAL MADRID: Causeur 21, Randolph 3, Rudy Fernandez, Abalde 9, Laprovittola 3, Alocen, Deck 15, Garuba 6, Tavares 8, Llull 12, Thompkins 15, Taylor. Allenatore: Laso

TD SYSTEM BASKONIA: Raieste ne, Vildoza ne, Jekiri 2, Henry 21, Sedekerskis 4, Diop, Fall 2, Peters 13, Dragic 14, Polonara 13, Giedraitis 9, Kurucs 5. Allenatore: Ivanovic

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy