ACB Liga Endesa – 20ᵃ giornata: disfatte di Real e Valencia con Gran Canaria ed Unicaja! Barça a fatica contro l’ultima in classifica

0
G20 Gran Canaria

Giornata XX di ACB Liga Endesa che vede un Madrid in sofferenza per le assenze – quella di Tavares su tutte – cadere per la terza volta nelle ultime cinque gare. Gran Canaria ne approfitta firmando una grande vittoria casalinga che consolida il quarto posto grazie alla concomitante sconfitta di uno stanco Valencia – in apprensione per un trauma in iperestensione del ginocchio sinistro sofferto da Davies nel quarto periodo – contro l’Unicaja (che accorcia sulla capolista). Successi invece per le restanti formazioni di EUroLega: il Barça riscatta a Palencia, non senza difficoltà, la sconfitta europea di Milano ed il Baskonia ha vita facile con Obradoiro. Tenerife, Manresa e Badalona proseguono nel buon momento trovando vittorie importanti per la corsa playoff. Girona torna a sorridere dopo un mese e mezzo, mentre a fondo classifica non si registrano movimenti.

LENOVO TENERIFE 75 – 73 UCAM MURCIA (36-29)

Altra bel successo della Lenovo che ha vinto 4 delle ultime 5 gare. A pagare le conseguenze del buon momento aurinegro è Murcia, alla seconda sconfitta consecutiva dopo aver superato a sorpresa il Real Madrid. I padroni di casa conducono per ampi tratti, superando in due occasioni la doppia cifra di vantaggio, ma gli uomini di Sito Alonso sono duri a morire e ricuciono sempre, chiudendo addirittura in testa (52-53) il terzo quarto. Huertas (MVP con 21 punti e 7 assist) e Shermadini (doppia-doppia da 13+10) sono però in gran serata ed i canarii conducono per 71-56 a metà quarto periodo. L’UCAM tenta una disperata rimonta (parziale da 4-17) che però si arrende di fronte al cronometro.

SURNE BILBAO 86 – 83 CASADEMONT SARAGOZZA (45-32)

Bilbao supera Saragozza agganciandola in classifica (record 8-12) ma rimane dietro nella differenza punti avendo perso di 14 all’andata in Aragona. L’avvio sorride ai baschi che trovano agevolmente la via del canestro con Killeya-Jones (MVP con 19+8) e De Ridder (11) volando sul +13 all’intervallo. La reazione ospite arriva grazie alla notevole percentuale da oltre l’arco (11/21 – 52%) – McFadden (14 con 4/8 da tre) in evidenza – ma manca la necessaria solidità difensiva per portare a casa l’incontro.

MORABANC ANDORRA 79 – 86 JOVENTUT BADALONA (37-35)

La Penya inanella la terza vittoria consecutiva sbancando l’ostico parquet di Andorra e prosegue nella risalita in classifica (al momento nel gruppone a 11-9 che va dal settimo al decimo posto). I catalani controllano il match per oltre 25’, ma l’andamento a strappi della gara non lascia mai tranquillo coach Duran. MVP uno Shannon Evans scatenato da oltre l’arco (6/9) ed autore di 22 punti e 4 assist. Decisivo l’impatto di Feliz nel quarto periodo con 11 punti dei 13 totali realizzati.

BAXI MANRESA 83 – 68 RIO BREOGAN LUGO (40-28)

Agevole vittoria per Manresa che rimane agganciata al treno delle prime 8. Il Rio Breogan rimane in partita  solo 10’ (15-12 a fine primo quarto) ed in seguito pga un serata da dimenticare al tiro: 24/62 dal campo per i galiziani che tirano con 6/25 da tre. I padroni di casa ne approfittano per volare fino al +21 grazie alle folate di Badio (18), Robinson e Steinbeck’s (13 a testa).

BASQUET GIRONA 80 – 61 COVIRAN GRANADA (36-32)

Girona interrompe un digiuno che durava da oltre 8 settimane (ultimo risultato utile il 2 Dicembre) contro Granada; gli andalusi si fermano a quota 61 punti realizzati per la seconda partita consecutiva, totalizzando un passivo di 52 punti in 80’ di gioco. Il break decisivo in favore dei padroni di casa è arrivato nel terzo quarto con un imperioso 26-9. In evidenza Pons con 15 punti e 5 rimbalzi e Colom con 13 e 6 assist.

DREAMLAND GRAN CANARIA 100 – 77 REAL MADRID (57-36)

Altro “scalpo” prestigioso collezionato da Gran Canaria! Prosegue il momento più che positivo degli amarillo che consolidano il quarto posto anche grazie alla sconfitta di Valencia con l’Unicaja. Prime difficoltà stagionali invece del Madrid, alle prese con tante assenze – pesa su tutte quella di Tavares –  ed al terzo stop nelle ultime 5 partite tra ACB ed EuroLega. Partenza shock in favore dei padroni di casa che alla prima pausa sono già in vantaggio di 16 lunghezze (25-9) grazie all’impatto di Happ e Brussino, nonché ai tanti errori dei blancos (4/21 dal campo e 5 perse). Il margine canario si amplia poi fino a toccare anche quota +30 grazie ad una serata di grazie al tiro: 15/27 da tre (55%) e 23/37 da due (62%). Nessun vero e proprio MVP tra le fila di Jaka Lakovic ma 5 uomini in doppia cifra (Happ 17, Slaughter 16, Shurna 15) e 17 assist a fronte di sole 8 perse a sottolineare la grande prova corale.

FC BARCELLONA 102 – 94 ZUNDER PALENCIA (52-43)

Vittoria sofferta per il Barça contro il fanalino di coda Palencia. Gli ospiti vanno sotto in avvio, toccando quota -17 nel secondo quarto, ma non smettono di lottare ed impensieriscono Grimau fino alla sirena finale. Agli azulgrana, sorpresi da un parziale da 18-25 nel terzo quarto, serve un quarto periodo da 32 punti segnati per assicurarsi la vittoria. Prova solida di Parker (18, 5 rimbalzi e 3 assist) e Satoransky (11 e 4 assist) tra i vincitori, mentre per Palencia si mette in luce Pasecniks con 26 punti (12/18 dal campo tutti nel pitturato).

KOSNER BASKONIA 89 – 79 MONBUS OBRADOIRO (44-38)

Terza vittoria consecutiva (quinta nelle ultime sei di ACB) per Baskonia, che dopo l’esclusione dalla Copa del Rey ha decisamente cambiato passo. Trend opposto in casa Obradoiro, dove il sorriso manca dal 23 Dicembre e la classifica langue con il penultimo posto condiviso con Granada e Rio Breogan a 6 vinte e 14 perse. I padroni di casa comandano per oltre 36’ senza mai dilagare; Obradoiro ha il merito di non sprofondare ma non dà neanche l’impressione di poter tentare il rientro. Brillano Costello con 16 punti e 7 rimbalzi ed il duo Marinkovic – Howard con 15 a testa.

VALENCIA BASKET 63 – 83 UNICAJA MALAGA (25-41)

Avvio complicato per il Valencia che fatica a trovare ritmo offensivo e soffre l’aggressività degli andalusi nel pitturato (12-26 nella restricted area all’intervallo). I taronja provano a scuotersi e in apertura di secondo tempo con un parziale da 12-4 (da 25-44 a 37-48) ma tre perse consecutive ridonando l’inerzia agli ospiti. Un antisportivo di Osetkowski infiamma la Fonteta ed il Valencia torna sotto la doppia cifra di svantaggio, ma l’Unicaja fa girare palla divinamente costruendo e realizzando tiri aperti che gettano acqua sul fuoco valenciano. Piove sul bagnato per Mumbrù che vede Davies uscire dal campo zoppicando dopo un brutto infortunio (trauma in iperestensione del ginocchio sinistro). Nel finale il divario si amplia ulteriormente punendo la formazione di Mumbrù, punita dai fischi dei tifosi per la troppa incostanza e gli errori di superficialità.

Clicca [QUI] per la classifica aggiornata in tempo reale.

PROSSIMO TURNO (giornata XXI)

Sabato 3 Febbraio 2024

  • Ore 18:00
    • Casademont Saragozza – Rio Breogan Lugo
    • Joventut Badalona – Zunder Palencia
  • Ore 20:45
    • Unicaja Malaga – MoraBanc Andorra
    • UCAM Murcia – Surne Bilbao

Domenica 4 febbraio 2024

  • Ore 12:30
    • Real Madrid – Basquet Girona
  • Ore 13:00
    • Lenovo Tenerife – Kosner Baskonia
  • Ore 17:00
    • Monbus Obradoiro – Dreamland Gran Canaria
  • Ore 18:30
    • Coviran Granada – BAXI Manresa
    • FC Barcellona – Valencia Basket