ACB Liga Endesa – 25ᵃ  giornata: il Madrid consolida la vetta, tonfi Barça, Valencia e GranCa, Howard da record nella vittoria del Baskonia

0
Howard G25

La giornata XXV di ACB Liga Endesa si caratterizza per spettacolo e sorprese. Nel big-match del posticipo il Madrid sancisce il proprio dominio della classifica fermando la corsa dell’Unicaja (1-1 negli scontri diretti e parità anche nella differenza punti). Risultati inattesi per Valencia e Barça: i catalani vengono superati al Palau da Lugo, mentre i taronja concludono una settimana da dimenticare perdendo a Girona. Tonfo tra le prime anche per Gran Canaria che viene piegata alla distanza da una Manresa in missione playoff. Ad aprire le danze ci aveva pensato invece il Baskonia con un Howard da record in stato di grazia da 37 punti con 10/14 da tre.

KOSNER BASKONIA 104 – 88 COVIRAN GRANADA (52-44)

Altro successo per un lanciatissimo Baskonia che sembra aver trovato l’equilibrio vincente. Howard (37 in 27’) prosegue nel suo stato di grazia ed illumina la Buesa Arena con 10 triple (su 14 tentativi) che rappresentano un record personale (video sotto). A dargli manforte ci pensa Moneke con 20 punti.

UCAM MURCIA 94 – 81 MONBUS OBRADOIRO (47-30)

L’UCAM non sbaglia contro Obradoiro e, grazie alle concomitanti sconfitte di Barça e Gran Canaria, si prende il quarto posto. Gli uomini di Sito Alonso dominano nel pitturato (70% da due e 48-32 in area) e conducono per tutta la gara, toccando anche il +22 nel terzo periodo. 6 in doppia cifra, tra i quali si distingue Caupain con 10 punti e 7 assist.

BAXI MANRESA 78 – 71 DREAMLAND GRAN CANARIA (41-32)

Secondo scalpo illustre collezionato da Pedro Martinez: dopo il successo nel derby con Badalona, i catalani fermano al Nou Congost la corsa di gran Canaria. Gli amarillo pagano la carestia da oltre l’arco (4/26, 16%) e soffrono a rimbalzo (47-33), inseguendo per quasi tutta la gara. Ottima prova da 20 punti, 6 rimbalzi e 3 assist per Badio.

MORABANC ANDORRA 66 – 79 LENOVO TENERIFE (27-40)

Torna a correre la Lenovo stop a Madrid la scorsa settimana – che nel 2024 ha perso solo con Barça e Real (record 8-2 dal 28 Dicembre ad oggi). Troppo sterile l’attacco andorrano per impensierire gli aurinegro, guidati come sempre dalla coppia Huertas-Shermadini. 14 e 7 assist di “o’ metronomo” e doppia-doppia da 23 + 10 rimbalzi del centro georgiano. Altra buona prova di Guy (17), inseritosi perfettamente nei meccanismi di Vidorreta.

FC BARCELLONA 85 – 88 RIO BREOGAN LUGO (47-46)

Sconfitta a sorpresa per il Barça che ha tenuto a riposo Laprovittola e Kalinic. Fatali agli azulgrana due parziali sanguinosi: il primo a fine primo quarto, dove grazie ad un 2-14 Lugo ha trovato il primo vantaggio e la sensazione della possibilità dell’impresa; il secondo e decisivo nel quarto periodo, dominato dagli ospiti per 13-21. Non bastano i 20 di Hernangomez, mentre tra i galiziani Garcia brilla con 23 punti e 5 assist.

SURNE BILBAO 92 – 71 JOVENTUT BADALONA (44-40)

Serata da incubo per la Penya che esce con le ossa rotte da Bilbao. La formazione guidata da Duran fatica dalla palla a due ma riesce a tenere il passo dei baschi nel primo tempo. Dopo l’intervallo però l’attacco si inceppa e le troppe perse (17 in totale di cui 6 negli ultimi 10’) permettono ai padroni di casa di trovare punti facili in contropiede. Un ultimo quarto da 26-13 sancisce il -21 finale. MVP l’ex Valencia Hilnason con 14 punti (5/6 dal campo e 4/5 in lunetta) ai quali ha aggiunto 8 rimbalzi e 4 assist per 26 di valutazione.

CASADEMONT SARAGOZZA 103 – 96 ZUNDER PALENCIA (46-42)

Saragozza interrompe un digiuno che perdurava da tre gare vincendo una partita ad altissimo punteggio. Ne fa le spese Palencia che non dà seguito alla vittoria della scorsa settimana con Andorra. Primo tempo a corrente alternata, con il 30-17 del 10° riequilibrato dal 16-25 del secondo quarto. Decisiva la grande efficacia al tiro dei padroni di casa (73% da due, 60% totale) che hanno trovato in Bell-Haynes (16+7 assist) e Santi Yusta (18 con 4/4 da due e 7/7 a gioco fermo) i principali terminali offensivi.

BASQUET GIRONA 92 – 88 VALENCIA BASKET (48-49)

Girona si dimostra tallone d’Achille dei taronja che vanno 0-2 in stagione con l’ex Quino Colom. Inglis (18 ed 11 rimbalzi) fa le veci anche degli assenti Tourè e Davies ma alla lunga le rotazioni ridotte puniscono Mumbrù soprattutto dietro, dove troppe libertà sono concesse all’MVP Iroegbu (28).

UNICAJA MÁLAGA 81 – 87 REAL MADRID (40-48)

Il big-match di giornata non delude le attese: al Carpena Unicaja e Madrid mettono in scena un duello vibrante ed equilibrato in cui mostrano perché comandano la graduatoria con distacco sulle inseguitrici. Chiave del successo blanco è, come spesso accade, la fisicità impressionante del roster a disposizione di Mateo, soprattutto nel frontcourt: 36-44 nel pitturato, 27-42 a rimbalzo (12 offensivi, 40% dei disponibili) e 21-12 nei falli. Doppia cifra sia per Poirier che per Tavares, ma il mattatore dell’incontro è Musa con 19. Tra gli andalusi partita della consacrazione ad altissimo livello per Osetkowsi che mette in difficoltà i blancos con la sua doppia dimensione – 20 punti con 6/9 da tre per il centro tedesco.

Clicca [QUI] per la classifica aggiornata in tempo reale.

PROSSIMO TURNO (giornata XXVI)

Sabato 23 Marzo 2024

  • Ore 18:00
    • Basquet Girona – BAXI Manresa
    • Coviran Granada – Unicaja Malaga
  • Ore 20:45
    • Monbus Obradoiro – Rio Breogan Lugo
    • MoraBanc Andorra – Casademont Saragozza

Domenica 24 Marzo 2024

  • Ore 12:30
    • Zunder Palencia – Real Madrid
  • Ore 13:00
    • Lenovo Tenerife – Dreamland Gran Canaria
  • Ore 17:00
    • Surne Bilbao – Kosner Baskonia
    • Valencia Basket – UCAM Murcia
  • Ore 18:30
    • Joventut Badalona – FC Barcellona