ACB Liga Endesa – 27ᵃ  giornata: Madrid beffato da Manresa al WiZink! Il Barça soffre ma consolida il terzo posto. Si scatena la bagarre per la corsa ai playoff

0
Badio G27

Giornata pasquale di ACB Liga Endesa caratterizzata da sorprese e risultati importanti sia nella lotta playoff che in quella per la salvezza. Il Real Madrid cade per la quarta volta in stagione (terza in casa) sotto i colpi di un Manresa in stato di grazia. L’Unicaja  asfalta Girona e mette pressione con solo una vittoria di ritardo ed una differenza punti globale (sono pari per negli scontri diretti) maggiore dei blancos. Gran Canaria vince un duello combattutissimo con Valencia consolidando la propria posizione nella corsa al quarto posto con Murcia e Tenerife. Si complica enormemente invece il cammino dei taronja, che ora si preparano ad ospitare il Baskonia, oggi ancora oltre “quota 100” contro Saragozza, e che se corsaro a La Fonteta piazzerebbe il sorpasso. Il Barça soffre molto contro Obradoiro ma vincendo consolida il terzo posto. nelle zone basse della graduatoria balzo salvezza di Granada che supera la Penya tra le mura amiche.

Grande attesa per la prossima giornata che verrà chiusa Domenica pomeriggio dagli scontri tra le quattro formazioni di EuroLega: Valencia-Baskonia ed il Clàsico Barcellona-Real Madrid.

ZUNDER PALENCIA 68 – 89 LENOVO TENERIFE (32-40)

Prova d’autorità degli aurinegro sul campo del fanalino di coda Palencia: la Lenovo conduce fin dalla palla a due ed in meno di 10’ il margine è già in doppia cifra. I canarii consolidano così il quarto posto alle spalle del Barça. Ennesima grande prova di Huertas che mette a segno una doppia-doppia da 10 punti ed 11 assist. In una serata da 15/30 (50%) da tre di squadra, brillano soprattutto Guy (25) e Sastre (20) con rispettivamente 5/6 e 4/5.

RIO BREOGAN LUGO 68 – 80 SURNE BILBAO (32-37)

Settima sconfitta nelle ultime 8 gara per i galiziani, che non riescono a capitalizzare l’entusiasmo della grande vittoria ottenuta al Palau nella giornata 25. Terzo successo consecutivo invece per Bilbao che con il record di 12-15 difficilmente può puntare ai playoff ma può dirsi serena per la permanenza in ACB. Dopo un avvio difficile gli uomini di Mrsic tentano la rimonta a fine primo tempo grazie alla spinta dei positivi Morimov (12) e Fernandez (12), ma le mani gelide (5/29, 17% da tre) dei padroni di casa rendono la vita facile a Hornsby (22 con 4/7 da tre) e compagni che mettono al sicuro il risultato già ad inizio quarto periodo.

UNICAJA MALAGA 111 – 80 BASQUET GIRONA (57-48)

L’Unicaja asfalta anche Girona e mette pressione al Madrid tornando a -1 vittoria dalla vetta (scontri diretti in parità, anche nella differenza punti specifica, ma andalusi in vantaggio per la differenza punti globale). Il +31 finale è lo specchio di una partita mai in discussione della quale Osetkowski (MVP con 21 punti e 5 rimbalzi) e compagni prendono le redini fin dai primi minuti allungando in progressione. Degni di nota il 50% da oltre l’arco (13/26) ed il 60% dal campo.

KOSNER BASKONIA 102 – 94 CASADEMONT SARAGOZZA (58-40)

Il Baskonia si riprende subito dalla serata storta di EuroLega (-21 in casa contro l’Efes segnando solo 76 punti) di Giovedì riprendendo la marcia in Liga dopo lo stop nel derby con Bilbao dello scorso turno. La formazione di Vitoria rimane così alla finestra dei playoff di ACB che distano 1 successo a 7 giornate dal termine. La partenza fulminante degli uomini di Ivanovic (30 e 28 punti a referto nei primi due quarti) chiude il discorso vittoria già prima dell’intervallo (+25 di massimo vantaggio); nella ripresa Moneke (22) e compagni si limitano a gestire il margine fino alla sirena.

REAL MADRID 72 – 83 BAXI MANRESA (34-41)

Il Real Madrid cade per la quarta volta – di cui tre in casa. A passare al WiZink Center è un Manresa quasi perfetto che rafforza la propria candidatura ad un piazzamento valido per la post-season. I catalani non si fanno intimidire dalla buona partenza dei blancos – +9 sull’11-2 dopo 200” con Musa e Yabusele sugli scudi – e con un parziale da 3-12 sorpassano già alla prima pausa. Il fosforo di Robinson (MVP con 16 punti, 5 rimbalzi, 2 assist ed altrettanti recuperi) e l’energia di Badio (in immagine di copertina – 20 con 8/18 dal campo) esaltano la formazione di Pedro Martinez che serra le maglie in difesa, tenendo i madrileni a soli 72 punti (contro i quasi 90 di media) con 3/25 da tre (12%) e 16 perse. La BAXI porta così a compimento l’impresa e si tiene stretta l’ottavo posto in classifica. Tra i padroni di casa Poirier si consola con 19 punti e 9 rimbalzi.

DREAMLAND GRAN CANARIA 79 – 71 VALENCIA BASKET (38-37)

La Gran Canaria Arena si conferma stregata per Valencia, che ancora una volta torna sconfitta dalla trasferta atlantica (ultimo successo risalente alla stagione 2016/17). I taronja si lasciano scappare nel finale uno scontro che sarebbe stato vitale per puntare ad un posto da “testa di serie” per i playoff; ora gli uomini di Mumbrù dovranno invece guardarsi le spalle soprattutto dal Baskonia che, nono, insegue con una vittoria di ritardo e sarà avversario nel prossimo turno (forte anche del +9 dell’andata). Gli amarillo interrompono il periodo negativo seguito alla Copa del Rey (2 sconfitte nelle ultime due gare) e riprendono la lotta al quarto posto con i “cugini” della Lenovo e Murcia. Gli ospiti sembrano averne di più e, guidati da un brillantissimo Davies (24 con 10/15 dal campo) toccano addirittura il +15 nel terzo quarto. Un periodo prolungato senza fischi a favore lancia però la rimonta canaria, propiziata da un Happ incontenibile: per l’ex “italiano” 20 punti (7/8 dal campo), 5 rubate ed altrettanti falli subiti per 31 di valutazione che valgono il titolo di MVp dell’incontro.

UCAM MURCIA 99 – 86 MORABANC ANDORRA (50-40)

Dopo lo stop della scorsa settimana a La Fonteta di Valencia, l’UCAM riprende la corsa al quarto posto. Gli uomini di Sito Alonso faticano in avvio (-1 al 10°) ma alla distanza si impongono grazie alla consueta fisicità ed alla gran serata della coppia Sleva-Hakanson: 19 e 7 rimbalzi il primo e 22 punti con 6/9 da oltre l’arco per il tiratore svedese. Per i pirenaici pesano le 16 perse ed a nulla valgono i 18 punti dell’ex Varese Okoye ed i 15+8 di Maric.

COVIRAN GRANADA 86 – 83 JOVENTUT BADALONA (47-34)

Granada gioisce due volte trovando una grande vittoria contro una formazione “storica” della ACB che vale il “+1” sulla zona retrocessione. Gli andalusi dominano la parte centrale del match, toccando anche quota +21 nel terzo quarto, ma rischiano di sprecare tutto negli ultimi 10’, quando un impetuoso parziale vale addirittura il sorpasso ospite. Nel finale punto a punto la Coviran è brava a trovare punti in lunetta con Costa e Kramer per sigillare l’incontro. L’MVP è invece Cheatham con 20 punti e 6 rimbalzi. Per la Penya si complica la corsa ai playoff, che ora distano due vittorie.

MONBUS OBRADOIRO 84 – 89 FC BARCELLONA

(44-46)Il Barça suda più del dovuto a Santiago de Compostela e si assicura la vittoria solo grazie ad un quarto periodo da 16-27. I galiziani sono bravissimi a cavalcare la mano caldissima dell’ex Varese Scrubb (24 con 11/15 dal campo) per far sudare freddo Grimau, che all’ultima pausa inseguiva con due possessi pieni di ritardo. La stazza degli azulgrana (32-44 in area, 33-36 a rimbalzo) fa però la differenza nel finale nonostante lo scarso impatto di Hernangomez (1), a cui sopperiscono largamente Vesely (18) e Da Silva (14). L’MVp è però Laprovittola che nei momenti di difficoltà prende per mano la squadra; l’argentino totalizza 21 punti con 6/10 da due e 3/5 da tre.

Clicca [QUI] per la classifica aggiornata in tempo reale.

PROSSIMO TURNO (giornata XXVIII)

Sabato 6 Aprile 2024

  • Ore 17:00
    • Surne Bilbao – Dreamland Gran Canaria
    • Casademont Saragozza – Monbus Obradoiro
  • Ore 19:30
    • Rio Breogan Lugo – Zunder Palencia
    • Joventut Badalona – UCAm Murcia

Domenica 7 Aprile 2024

  • Ore 12:30
    • BAXI manresa – Unicaja Malaga
  • Ore 13:00
    • Lenovo Tenerife – Basquet Girona
  • Ore 17:00
    • Valencia Basket – Kosner Baskonia 
    • MoraBanc Andorra – Coviran Granada
  • Ore 18:30
    • FC Barcellona – Real Madrid