ACB Liga Endesa, 34a giornata: i verdetti della regular season

0

Bilbao vede sfumare al supplementare il sogno playoff mentre le retrocesse sono Burgos ed Andorra (beffata sulla sirena dall’ex Shermadini). Shannon Evans (in foto) ancora una volta MVP di giornata.

I playoff avranno luogo a partire da Martedì 24 Maggio, con il primo turno al meglio delle tre gare, mentre semifinale e finale saranno al meglio delle 5.

RIO BREOGAN LUGO 93 – 84 UNICAJA MALAGA (55-32)

Nell’anticipo delle 18:00 nulla in palio al Pazo dos Deportes de Lugo. Sia i galiziani che gli andalusi affrontano la sfida già ceeti della salvezza e senza possibilità di qualificazione playoff. I padroni di casa trovano il successo grazie ad un primo tempo dalle mani caldissime che li ha visti condurre con un ampio margine già all’intervallo. 24 con 10 falli subiti e 9/9 in lunetta per il rientrante Musa e 21 di Brizuela tra gli ospiti.

BAXI MANRESA 80 – 94 FC BARCELLONA (40-33)

Il Barça si prepara al meglio per le Final4 con un bel successo nel sempre difficile derby catalano contro Manresa. I padroni di casa partono meglio sospinti da un volitivo Moneke (14) e dal desiderio di rifarsi dalla cocente delusione della finale di BCL persa con Tenerife. Al rientro dalla pausa lunga però gli azulgrana cambiano ritmo e, grazie ad un attacco in gran ritmo da 61 punti in 20’, si portano saldamente al comando. Decisivo l’ottimo stato di forma della coppia di registi Laprovittola (20) – Jukubaitis (11, 6 assist e 3 recuperi).

BITCI BASKONIA 81 – 89 JOVENTUT BADALONA (37-47)

La Penya si tiene stretta il quarto posto (con relativo fattore campo al primo turno di playoff) sbancando con autorevolezza la Fernando Buesa Arena di Vitoria. I catalani approfittano al meglio di un’ottima serata al tiro (10/22 dalla lunga distanza) e di un’oculata regia dei veterani Vives (9 e 5 assist) e Ribas (19 con 4/7 da tre e 5 assist). I 22 assist contro i soli 11 dei baschi mostrano la differenza di approccio tra le de squadre. 14 punti e 7 rimbalzi per Simone Fontecchio.

UCAM MURCIA 72 – 77 CASADEMONT SARAGOZZA (33-35)

Saragozza getta il cuore oltre l’ostacolo e si guadagna la permanenza in Acb. Gli uomini di Sakota (dal suo arrivo in panchina trend assolutamente positivo) disputano una gara di assoluta fisicità, superando anche una squadra come Murcia che ne fa il proprio marchio di fabbrica; 32-41 il conto dei ribalzi, con gli Aragonesi a catturare anche 15 carambole offensive. Migliori in campo un Radoncic da 14+12 e l’ex Orzinuovi, Treviso e Sassari Mekowulu con 13+8. 5 assist per un Francisco Ferrari abilissimo nel gestire i ritmi dell’attacco ospite.

MONBUS OBRADOIRO 85 – 89 VALENCIA BASKET (42-48)

Un Obradorio già salvo sfrutta la serenità dell’ambiente per impensierire un Valencia già concentrato sui playoff. I taronja mettono in campo una serata offensivamente impeccabile (25 assist, 11 perse e 33/63 dal campo) per portare a casa i “due punti” da Santiago de Compostela, rischiando molto in un finale da 25-15. 22, 7 rimbalzi e 5 assist per un Dubljevic che si avvicina alla consueta forma playoff e 16 e 8 assist dell’intramontabile Van Rossom.

GRAN CANARIA 83 – 91 REAL MADRID (39-49)

Gran Canaria perde con Madrid e ringrazia il Betis che, vincendo a Bilbao dopo un overtime, consegna l’ottavo posto agli amarillo. I canarii inseguono per tutta la gara un Madrid troppo dominante dal punto di vista fisico senza mai riuscire ad impensierire i balncos alle prove generali pre- Final4. 10+8 del miglior difensore della Liga Tavares, 13 di Yabusele e 12 di Randolph, mentre tra i padroni di casa brilla Ennis con 24+5.

SURNE BILBAO 98 – 99 BETIS SIVIGLIA d.t.s. (43-41)

Si spegne dopo un supplementare il sogno playoff di Bilbao. I baschi (desolatamente ultimi con record di 2-7 a metà novembre) cedono di fronte ad un Siviglia già salvo ma guidato per l’ennesima volta da classe, fisicità e fame di uno scatenato Shannon Evans – 29 e 6 assist per l’oggetto del desiderio delle grandi d’Europa (di nuovo MVP di giornata). Nel finale rocambolesco è proprio Evans a pareggiare con un 2/2 in lunetta, mentre Goudelock manca il tiro della vittoria. Nel supplementare Evans e Johnson suonano la carica per gli andalusi che chiudono la stagione appaiati in classifica ai conterranei dell’Unicaja. Per Bilbao 18 del mini-mamba Goudelock e 17 di Hakanson.

HEREDA SAN PABLO BURGOS 66 – 83 URBAS FUENLABRADA (31-31)

Burgos saluta al Coliseum la massima serie iberica perdendo lo scontro diretto con Fuenlabrada. I padroni di casa tengono per tutto il primo tempo grazie alla stazza di Lalanne (13+6) e alla duttilità di Eddie (14 e 8 rimbalzi con 4/8 da tre). Fatale risulta però un terzo quarto da 17-28 che mina le certezze degli uomini di Paco Olmos che faticano in difesa anche nel quarto quarto (24 punti subiti negli ultimi 10’). Per i madrileni Meindl sceglie la partita giusta per mettere a segno il career high di triple (5) in Acb e con 22 punti e 6 rimbalzi è tra i migliori. A fargli compagnia un solidissimo Ristic (18+8) ed un Novak tutto fosforo (12 assist e solo 1 persa). Il Fuenla festeggia così una meritata salvezza.

MORABANC ANDORRA 75 – 77 LENOVO TENERIFE (28-41)

Shermadini, amatissimo ex di Andorra, con un magnifico passo-e-tiro sulla sirena condanna il MoraBanc alla retrocessione il LEB Oro. I pirenaici pagano un secondo quarto a fari spenti (9-17) che ha vanificato il successivo secondo tempo gagliardo. Polemiche nel finale per un possibile fallo non fischiato sul canestro del pareggio Codi. 23 e 6 assist per Miller-McIntyre, mentre tra gli ospiti spiccano i 9 assist di Huertas e i 14 punti a testa per Salin e Shermadini.

CLASSIFICA

27-7 BARCELLONA

25-9 REAL MADRID

23-11 VALENCIA

22-12 BADALONA

21-13 TENERIFE

20-14 BASKONIA, MANRESA

17-17 GRAN CANARIA

16-18 BILBAO, MURCIA, LUGO

13-21 MALAGA, SIVIGLIA

12-22 FUENLABRADA, OBRADOIRO

11-23 ANDORRA

10-24 BURGOS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here