ACB Liga Endesa – 7ᵃ giornata: il Valencia supera il Barça nel big match di giornata. Madrid ancora imbattuto, passo falso Baskonia

0

La settima giornata di ACB Liga Endesa 23-24 si chiude con la vittoria del Valencia sul Barça nel big match di giornata. Il Madrid trova l’ennesima – 14 su 14 in tutte le competizioni – vittoria stagionale ed il passo falso del Baskonia, decimato dagli infortuni, ad Andorra crea un “supergruppo” con record 4-3 che va dal 4° al 10° posto. Chiudono la classifica Granada, Lugo e Palencia con solo 1 successo.

UNICAJA MALAGA 87 – 70 RIO BREOGAN LUGO (44-33)

Quarto successo stagionale per l’Unicaja che, dopo un primo quarto contratto (15-22 al 10°) supera senza problemi il Rio Breogan.  Grande gestione di palla per gli uomini di Mrsic che possono vantare un assist/turnover ratio di 2,4 e sfruttano al meglio la sontuosa prestazione di Djedovic (16 con 5/6 dal campo e 4 recuperi per 24 di valutazione.

BASQUET GIRONA 82 – 76 UCAM MURCIA (38-28)

I Catalani tornano al successo dopo tre stop consecutivi e lo fanno contro una diretta contendente ad un piazzamento playoff come Murcia (che agganciano e superano in classifica). Dopo aver inseguito per tutti primo tempo l’UCAM inverte l’inerzia e va all’ultima pausa in vantaggio (+7) grazie ad un terzo quarto da 11-28. I padroni di casa però reagiscono e, anche grazie ad un Brown incontenibile da 29 con 6/10 da tre, trovano il break decisivo (33-20 negli ultimi 10’).

DREAMLAND GRAN CANARIA 87 – 80 MONBUS OBRADOIRO (46-45)

Dopo l’exploit della scorsa settimana con Girona, Obradoiro capitola alla Gran Canaria arena. Gli Amarillo confermano i segnali di progresso mostrati nelle ultime settimane dopo un avvio complicato, comandando il match  per tutti i 40’ ed arrivando a toccare il +16. MVP Brussino con 19 punti (4/10 a tre).

CASADEMONT SARAGOZZA – JOVENTUT BADALONA

Terza sconfitta in fila per la Penya che decreta il periodo di “crisi” dei catalani. Saragozza si impone autorevolmente in un match a senso unico che li ha visti già sul +21 a metà gara e toccare addirittura il +40 a 3’ dal termine. Tra gli aragonesi si distinguono Bell-Hayes con 16 punti ed 8 assist e Santi Yusta, autore di 23 punti con 8/12 dal campo. Bene anche Cinciarini che in 18’ sul parquet mette a referto 7 punti e 4 assist.

BAXI MANRESA 90 – 84 COVIRAN GRANADA (45-32)

Manresa fa valere il fattore Nou Congost anche con Granada e si aggiunge al “gruppone” – dal 10° al 4° posto – con record 4-3. I catalani comandano per tutto l’incontro senza difficoltà, toccando il +19 al 34°. Netta la differenza in transizione (11-4) e soprattutto nella produzione della panchina: il 42 a 18 è perentorio a riguardo. MVP Taylor con 22 punti, 6 rimbalzi e 4 assist.

REAL MADRID 91 – 68 ZUNDER PALENCIA (52-25)

Tutto facile per il Madrid contro il fanalino di coda Palencia. I blancos partono forte e chiudono virtualmente il match in soli 10’ con un 30-11 che non ammette repliche. Gli uomini di Mateo proseguono così nel cammino immacolato che li vede ancora imbattuti dopo 14 gare disputate in questa stagione – contando tutte le competizioni. Grande distribuzione del minutaggio e tutti gli uomini a referto tra i padroni di casa, con sugli scudi un Tavares da 9+13 ed un Hezonja da 16 con 6/10 dal campo.

SURNE BILBAO 93 – 94 LENOVO TENERIFE  d.t.s. (36-44; 80-80)

Bilbao vanifica una grande rimonta (-12 all’intervallo) lasciandosi scappare i “due punti” all’ultimo tiro dei supplementari dopo averli forzati sulla sirena dei regolamentari con due liberi di Andersson. Tra gli aurinegro, in netto rilancio dopo la falsa partenza stagionale, torna a brillare Huertas (14, 5 rimbalzi ed 8 assist). MVP un Jaime Fernández da 20 punti con 6/11 dal campo, 4 rimbalzi e 5 falli subiti.

MORABANC ANDORRA 85 – 68 KOSNER BASKONIA (38-24)

Un Baskonia decimato dagli infortuni – solo 9 giocatori, tra cui Mannion che era presente in panchina ma non è sceso in campo, a disposizione di coach Lezkano – inciampa sui Pirenei e viene risucchiato dal gruppo a quota 4 vittorie. Nel gruppo si aggiunge proprio Andorra, attualmente al sesto posto. I pirenaici cavalcano una grande serata al tiro (15/26 da tre contro il 4/21 dei baschi) e conducono per ampi tratti con un divario superiore ai 20 punti. Perez (doppia-doppia da 10+10) e Starks (15 e 3 rimbalzi) i migliori.

VALENCIA BASKET 71 – 68 FC BARCELLONA (35-33)Il big match a chiusura della settima giornata non delude le attese. Il Valencia Basket fa valere una granitica difesa ormai marchio di fabbrica dei taronja e rimane da sola al secondo posto nell’inseguimento del Madrid. Gli azulgrana, privi di Laprovittola, si affidano ai centimetri di Hernangomez (22 e 8 rimbalzi) e alla voglia di mettersi in mostra dell’ex Kalinic (15). Questo però non basta a superare i taronja guidati dal solito Chris Jones che gestisce i ritmi offensivi e punisce chirurgicamente gli errori difensivi ospiti mettendo a referto 17 punti con 7/10 da due, 4 rimbalzi e 2 assist. Il play americano sigilla anche l’esito dell’incontro con un 3/3 ai liberi a 4 secondi dal termine, quando il punteggio era in parità. Sul successivo possesso Abrines fallisce la tripla che sarebbe valsa l’overtime  e Davies stoppa Parker che aveva catturato il rimbalzo offensivo.

Clicca <QUI> per la classifica aggiornata in tempo reale.

PROSSIMO TURNO (giornata VIII)

Sabato 4 Novembre 2023

  • Ore 18:00
    • Unicaja Malaga – Monbus Obradoiro
    • Casademont Saragozza – Surne Bilbao
  • Ore 20:45
    • Zunder Palencia – Basquet Girona
    • Lenovo Tenerife – MoraBanc Andorra

Domenica 5 Novembre 2023

  • Ore 12:30
    • Coviran Granada – Real Madrid
    • UCAM Murcia – BAXI Manresa
  • Ore 17:00
    • Rio Breogan Lugo – FC Barcellona
    • Kosner Baskonia – Dreamland Gran Canaria
  • Ore 18:30
    • Joventut Badalona – Valencia Basket